Utente 469XXX
Buongiorno,due mesi fa mi sono rivolta a un otorinolaringoiatra perché dopo aver avuto male alla mandibola alla parte sinistra per una decina di giorni (la mattina faticavo ad aprire bocca per fare colazione) mi è comparso un acufene di tonalità alta sempre dalla parte sinistra. L'otorino mi diagnostica una malaocclusione della mandibola e una lieve ipoacusia da entrambe le orecchie mediante esame audiometrico,mi manda presso il reparto maxillo facciale. Qui il medico mi visita e smentisce la diagnosi Dell otorino, dice che non ho malaocclusione e che non ritiene valido l'esame audiometrico perché non era stato fatto in cabina. Dopo dieci giorni comincio ad avere mal di testa, soprattutto nella parte sx del volto, mi pulsava l'occhio e il male prendeva anche le gengive sx. Soffro da anni di rari episodi di cefalea con aura all'occhio sx (3 o 4 all'anno),ma durante questi episodi di mal di testa l'aura non mi è mai comparsa. Cominciano inoltre a comparire vista annebbiata, giramenti, vertigini che mi impediscono di fare le normali attività quotidiane. Mi rivolgo al medico di base che mi fa fare la visita oculistica e mi manda dal fisioterapista per la postura. Entrambe le visite vanno bene, nessun problema. Mi manda allora dal neurologo che mi dice di fare una risonanza magnetica cerebrale con e senza mdc e i potenziali evocati visivi. Il neurologo propende per un emicrania da dover curare o un processo infiammatorio. Aspettando di poter fare gli esami un giorno dopo pranzo ero ancora seduta in tavola e sento un mancamento, sono impallidita ho visto bianco, mi hanno dovuto distendere. Ho avuto tre attacchi di imminente svenimento senza però mai svenire e mi sono recata al pronto soccorso. Lì mi hanno fatto tac cerebrale, rx torace, eeg, esami del sangue risultati a posto tutti quanti. Mi hanno consigliato di fare velocemente la risonanza magnetica per escludere un processo infiammatorio. Fra una decina di giorni ho gli esami dei potenziali evocati visivi e la risonanza, lo stesso giorno entrambi. Sono stata sabato al pronto soccorso, oggi è lunedì e mi gira sempre la testa, anche a stare seduta o sdraiata, riesco solo a stare nel letto, non riesco a fare nulla. Sono molto spaventata.
Quello che vorrei capire è se davvero questi possono essere sintomi imputabili a un emicrania o a qualcos'altro e come viene curata solitamente. Quello che in realtà non mi convince della diagnosi di emicrania è che io ho giramenti tutto il giorno senza che compaia il mal di testa.
Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
dalla Sua particolareggiata descrizione anamnestica emerge che lei soffre di "cinetosi" e di emicrania che, combinate, rappresentano una entità nosografica ben nota ed inserita nella ICHD-3beta (l'ultima classificazione delle cefalee redatta dalla Società Internazionale delle Cefalee) come "emicrania vestibolare".
Il disturbo deve essere valutato da personale competente nell'ambito della Neurologia per individuare la terapia idonea.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it