Timpano

Buonasera. Sono alcuni anni che soffro di disturbi all'orecchio sinistro tipo abbassamento dell'udito, acufeni, giramento di testa una volta e sordità totale una volta. Ho consultato ben 5 otorini ma nessuno mi ha saputo dare consigli né terapie né diagnosi. Soltanto uno mi disse che ho il timpano più sottile del normale. Da un paio di anni ho comunque trovato un pseudo equilibrio nonostante non senta più bene di almeno il 20% in meno. Ieri mi è successo un fatto nuovo, stavo imparando a sparare. Al primo colpo entrambe le orecchie hanno subito un fischio con sordità totale per qualche secondo a destra e quasi un'ora a sinistra solo fischi. A distanza di un giorno mi è rimasta una strana sensibilità interna ed esterna con micro rimbombi ai rumori più forti. È il caso di farmi controllare? Grazie!
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Assolutamente si, ed in tempi stretti. Ha fatto uso di cuffie, spero, ma se ha avuto questa perdita di udito, si deve agire in tempi rapidissimi con una specifica terapia.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Non ho usato cuffie. Stavo all'aperto. E la perdita di udito l'avevo già in precedenza. Comunque provvederò ad un controllo. Grazie.
[#3]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
Gentile Paziente, relativamente al trauma acustico sarà di certo il caso che segua le indicazioni dello specialista che consulterà, come le ha consigliato il Dr. Brunori.
Mi incuriosisce invece la situazione "storica" del suo orecchio sinistro, per la quale ben 5 otorini non hanno saputo dare consigli né terapie né diagnosi.
Poiché il suo disturbo permane nonostante le indagini e le cure del caso, le suggerirei di non trascurare una possibile causa di problemi all'orecchio spesso dimenticata: la disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) . Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici, o non se ne trova la soluzione , è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione.
Nel caso riconoscesse qualcosa del suo problema negli articoli qui sotto linkati, le consiglierei di farsi visitare anche da un dentista che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare e di rapporti fra questa e l'orecchio.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-la-vertigine-di-pertinenza-odontoiatrica.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio del suggerimento. E le preciso che da 1 anno e 8 mesi porto l'apparecchio ai denti sia inferiori che superiori perché avevano cominciato ad inflettersi verso l'interno. Ed è appunto da un paio d'anni che ho trovato quel pseudo equilibrio che ho menzionato. Quindi è certamente reale ciò che mi suggerisce ma purtroppo né otorini né dentista mi hanno dato questa ipotesi. Diciamo che è stato tutto un caso? Ma verificherò meglio anche questa situazione. Perché effettivamente questa "debolezza" o "sensibilità" , meglio non riesco a definirla, permane anche se non mi da più i fastidi iniziali. Le farò sapere. Grazie dell'attenzione.
[#5]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
I rapporti fra Occlusione, ATM e Orecchio possono , se non considerati, evidenziarsi in occasione di trattamenti, sia in senso casualmente positivo sia in senso sfavorevole / iatrogeno.
E' molto importante , invece , che questo rapporto anatomico e funzionale sia ben chiaro nei progetti e nelle terapie decise dal curante, in modo da orientare in maniera mirata l'intervento in senso terapeutico anche sull'Orecchio e non solo sui denti.
" Sono alcuni anni che soffro di disturbi all'orecchio sinistro.."
Questo era noto e ben chiaro al Collega curante al momento della presa in cura?
[#6]
dopo
Utente
Utente
Egregio dottore, qualsiasi specialista che ho consultato è stato sempre messo da me chiaramente al corrente della mia situazione. Ognuno mi ha fatto fare delle indagini, compreso risonanza collo testa, orecchie, esami per verificare se fossi affetta della sindrome di Meniere. Ma mai nulla è venuto a galla. Ecco perché gli otorini consultati non si sono mai sbilanciati oltre. Sono anche un soggetto molto allergico e quando ho periodi di crisi, i fastidi all'orecchio aumentano e l'unico rimedio positivo è prendere del tachiflu dec o aerosol. Ma alla fine terapie vere e proprie non mi sono mai state date. "Signora visto che ha trovato un equilibrio è meglio che non facciamo nulla di più". Ma adesso a seguito di quel forte rumore nelle orecchie, essendosi risvegliato un attimo il problema, tornerò ad indagare, magari cambiando ancora una volta specialista. Ho letto i link che mi ha mandato e l'unico un po' più interessante per me è l'ultimo. Grazie ancora.
[#7]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
" Ecco perché gli otorini consultati non si sono mai sbilanciati oltre." Speriamo che il prossimo cui si rivolgerà si "sbilanci" di più.
In realtà, non mi riferivo ai 5 ORL , ma al dentista che la tratta da 1 anno e 8 mesi.
Infatti, i rapporti fra ATM e Orecchio possono essere ovviamente influenzati anche dai trattamenti odontoiatrici , sia in senso positivo e terapeutico, sia purtroppo con risvolti sfavorevoli, specie se le problematiche dell'Orecchio non sono note al dentista curante , o non rientrano negli obiettivi e nelle cautele del suo trattamento.
Se dei link proposti "l'unico un po' più interessante per me è l'ultimo" credo che gli altri due siano ugualmente importanti, perché riguardano lo stesso problema di fondo.
Anzi , poiché si è accennato ad una ipotesi, per ora scartata, di Malattia di Menière, verso la cui diagnosi forse il suo caso si indirizza, visto che presenta già 3 sintomi ( abbassamento dell'udito, acufeni, giramento di testa ) dei 4 che definiscono questa patologia, la invito a leggere anche questo articolo.
Cordiali saluti ed auguri .

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/745-malattia-di-meniere-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare.html
[#8]
dopo
Utente
Utente
Il problema fu posto anche al dentista e anche lui fu concorde ad escludere malocclusioni mandibolari. Io penso di aver attraversato veramente tutte le ipotesi possibili ma non demordo. Posso però confermare che di tutti i disturbi vissuti quello più rilevante è l'abbassamento di udito. Gli acufeni ormai sono rari. Il giramento di testa è avvenuto in una sola occasione così come i secondi di sordità totale. Mi è tornato tutto di nuovo in mente a seguito del forte rumore dello sparo. Ripeto, proverò con un altro specialista. E speriamo in meglio. Grazie.
[#9]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
"ma non demordo"
Non demorda. Però, consideri anche che ORL a dentisti sarà 6 a 1, forse a Gnatologi 6 a 0.
Mi tolga una curiosità: se "anche lui fu concorde ad escludere malocclusioni mandibolari", qual è lo scopo di 1 anno e 8 mesi di terapia?

Cordiali saluti ed auguri
[#10]
dopo
Utente
Utente
Lo scopo degli apparecchi ai denti è perché alcuni denti avevano iniziato ad inflettersi verso l'interno della bocca. A detta della dentista perché avendo 4 denti mancanti dalla nascita, incisivi laterali superiori e canini inferiori, il mio palato e la parte sotto alla lingua di cui mi sfugge il nome, sono più ristretti del normale. E i rapporti da lei segnati sono proprio quelli. Quindi lei mi consiglia di consultare un altro dentista o uno gnatologo piuttosto che un altro otorino? A Napoli oltretutto non ne conosco. Grazie.
[#11]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
Dunque ci sono "apparecchi ai denti", cioè lei è in trattamento ortodontico: non era chiaro. L'ortodonzia è rivolta al trattamento delle malocclusioni.
La gestione ortodontica dei casi di agenesia può essere molto pericolosa, e i rischi di cadere nelle conseguenze che ho ipotizzato sono molto alti: per caso si é optato per il raggiungimento di una accettabile estetica con la chiusura degli spazi agenesici?
Sia ben chiaro che quanto sopra non significa che debba essere di certo così nel suo caso.
Certo é che in presenza di 4 agenesie è alquanto improprio "escludere malocclusioni mandibolari", mentre è molto facile che la gestione ortodontica, se votata alla chiusura degli spazi, possa portare ad una dislocazione mandibolare.
Nel suo caso controllerei bene che, per caso, ciò non sia accaduto (o non fosse presente già prima) con laterodeviazione per scivolamento a sinistra.
Cordiali saluti ed auguri
[#12]
dopo
Utente
Utente
Egregio dottore, non avevo spazi tra i denti, essi erano perfettamente chiusi tra loro, ma 2 anni fa hanno cominciato ad inflettersi gli incisivi centrali superiori ed inferiori. Gli apparecchi dunque servono solo per rimetterli diritti, benché avessi anche la mandibola di destra più aperta rispetto alla sinistra, infatti sto usando i famosi elasticini per far sì che il morso sia perfettamente equilibrato. I problemi all'orecchio sono insorti nel 2011 mentre quelli ai denti nel 2015. Chiedo scusa se nelle descrizioni non riesco ad essere molto precisa, ma non essendo troppo pratica dei termini tecnici mi risulta difficile una descrizione precisa. Grazie.
[#13]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,5k 190 26
". I problemi all'orecchio sono insorti nel 2011mentre quelli ai denti nel 2015"
Le ho scritto " o non fosse presente già prima": con 4 agenesie lo riterrei quantomeno possibile .
Non si scusi,: per quanto possa essere precisa, via rete , senza un esame diretto del caso si possono fare solo ipotesi molto approssimative.
Cordiali saluti ed auguri.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test