Utente 470XXX
Buonasera,
il mio compagno ha 45 anni, sportivo e qualche settimana da una risonanza magnetica a contrasto è risultato che in sede parafalciforme cingolata anteriore sinistra, in prossimità del bordo anteriore del seno longitudinale inferiore, è stata evidenziata una struttura vascolare ectasica e convoluta, del diametro massimo di 4 mm, compatibile con aspetto malformativo che però quel tipo di indagine non è stato in grado di identificare e presuppone possa essere, riporto direttamente dal referto (angioma con nidus? fistolosa AV? aneurisma di a. pericallosa?) pertanto ci è stata suggerita una angio-tc a contrasto.
Lui è un soggetto allergico e anche se c'è una profilassi da rispettare prima di fare questo tipo di esame siamo preoccupati.
C'è un esame efficace e che non ha lo stesso tipo di contrasto della tac?
Il mio compagno per motivi lavorativi frequenta molto l'alta montagna è sconsigliata?
Poterbbe trattarsi di una malformazione congenita con la quale è possibile convivere senza problemi o una volta identificata la natura comunque è un tipo di malformazione da tenere sotto controllo e a rischio?

Grazie in anticipo per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una RM Encefaloo con sequenze angiografiche...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Buongiorno Dott. Poli, grazie per l'attenzione e la cortese risposta.
Abbiamo portato i risultati ad un neuroradiologo che ha confermato la presenza del referto descritto dicendo "che potrebbe anche non rivestire significato patologico, oltre all'ipotesi di una piccola fistola e/o angioma potrebbe trattarsi di un collettore venoso tentoriale. Per avere una diagnosi differenziale, consiglia un'angiografia cerebrale piuttosto che un angio-tc o un angio-rm proprio per l'esiguità del referto".
L'angiografia cerebrale è ancor peggio a nostro avviso come tipo di esame invasivo, considerando che il soggetto è giovane e sano. Ovviamente serve per scongiurare ogni ipotesi e verificare con quale velocità il sangue fluisce nella vena questo in base a quanto spiegatoci dal professionista.
C'è un esame valido alternativo? La RM Encefalo con sequenze angiografiche potrebbe essere sufficiente?

Grazie mille per l'attenzione e la cortesia
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Personalmente ritengo valida la già proposta Angio-RM Encefalo con sequenze angiografiche arteriose e venose.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 470XXX

Grazie mille Dr. Otello, il suo consiglio ci è molto utile.