Utente 330XXX
Egregio dottore il 10 luglio ho avuto un emorragia cerebrale dovuta da una rottura di uno mav parietale destra che il neuroradiologo ha definito un caso molto raro che da più di 20 anni non si vede in tutto Italia perché più che altro era una fistola artero venosa ma appartenente alla famiglia delle mav dove il sangue circola in modo diretto .. Mi hanno embolizzato la parte a rischio dicendo che la parte rimanente non era a rischio d sanguinamento xke vene innocue..come conseguenze all emorragia ho avuto un emiparesi sinistra ho recuperato più in fretta il l arto superiore mentre la gamba è il piede sono già in spastcita perché muovo la gamba ma non so piegarla.. Mi scusi se non sono molto chiaro ma ancora sono un po' confuso.. La mia domanda è normale che sto male ancora oppure già dovrei stare meglio per lo meno con la testa.. Per non mi reggo proprio in piedi ho tanti problemi ho paura che sto peggiorando invece d migliorare..e normale avere tanti fastidi tra i quali disattenzione confusione Tremore spasmi formicolio alla testa non mi sento per niente bene c'è una speranza d tornare normale .. La prego mi dia una risposta mi sento abbandonato da tutti grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

per rispondere alla Sua domanda si dovrebbe conoscere l'entità esatta della lesione e le strutture coinvolte, inoltre è indispensabile una valutazione clinica diretta.
In generale potrebbe essere ancora possibile un recupero motorio, per quanto riguarda invece i sintomi cognitivi non è detto che siano causati dall'esito diretto dell'emorragia, possono essere anche una reazione emotiva, ansiosa, al problema avuto.
Le consiglio di rivolgersi ad un centro specializzato di riabilitazione neuromotoria.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 330XXX

Grazie d cuore per la sua risposta.. Gli scrivo più precisamente esito prima tc estesa area emorragia in sede parieto occipitale e posteriore destra con effetto massa verso le strutture limitrofe.. Panangiografia. Ha evidenziato presenza d mav parietal parasaggittale destra con afferenti arteriosa da rami delle pericolosa omolaterale e grossolana vena d scarico che Drena in corrispondenza del seno sagittario superiore. Per quanto riguarda l embolizzZone c'è scritto.. C'è scritto che i controlli finali dimostrano esclusione dal circolo del sopradescritto pseudo aneurisma nei controlli diagnostica post embolizzZone si segnala rallentamento d circolo a livello di un piccolo ramo frontale silvano.. Continuo a non stare benissimo sino a ieri ho avuto una crisi epilettica con tremore in tutto il lato sinistro poi passata con 15 gocce mi scusi sempre il disturbo ma siccome sono dimesso dalla ospedale non so a chi chiedere aiuto su tutto.. Pensa che andrò a migliorare?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sta praticando una terapia antiepilettica?
Immagino che abbia fatto riabilitazione motoria.
Cosa Le ha detto il fisioterapista?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 330XXX

Si prendo levetiracetram 500 mezza la mattina e una la sera si ho fatto fisioterapia in un centro ora aspetto che viene a casa perché sono uscito dalla ospedale Martedi in attesa del fisioterapista a casa, mi fa la fisioterapia mia moglie.. La mia preoccupazione più grande rimane la testa perché all in piedi o vertigini e un po' d scoordinamento motorio.. Speriamo bene ma secondo lei già dovrei stare bene ? Perché mi sento senza forze.. O sono normali problemi che si devono affrontare

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la possibilità di un miglioramento teoricamente esiste, capisce bene però che non è possibile prevedere il caso specifico in quanto estremamente individuale.
Continui con la fisioterapia e si armi di molta pazienza, i tempi non saranno certamente brevi, in ogni caso non si abbatta e collabori attivamente col fisioterapista.
Un grosso in bocca al lupo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 330XXX

La ringrazio vivamente del consulto e per il coraggio datomi un abbraccio

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla. Non molliamo!

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 330XXX

Buongiorno dottore è buona domenica.. Scusi il disturbo.. Ho un problema ieri ho fatto fisioterapia a casa e dopo ho avuto delle fitte al lato destro per un po' abbastanza forti stamattina al risveglio ne ho avute altre tre fitte secondo lei c'è da preoccuparmi? Il raidiochirurgo che mi ha fatto l embolizzazione mi ha assicurato che non c sarebbero stati rischi d sanguinamento e che potevo fare pure sforzi ma con cautela ma il mio dubbio è che i disturbi che avevo prima Dell emorragia continuo ad averli.. Cioè che Dopo uno sforzo mi sento molto confuso un senso proprio d malessere a livelli che non riesco nemmeno a rispondere una semplice domanda che hai mangiato ieri perché in quel momento non capisco nulla e devo sforzarmi per ricordare... E c vuole un po' per riprendermi. Prima evitavo d fare sforzi ma adesso che devo fare fisioterapia per recuperare come faccio ad evitare? E queste fitte secondo il suo parere sono normali in base a quello che ho avuto?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le fitte che riferisce possono anche non essere correlate alla pregressa emorragia.
Il resto della sintomatologia potrebbe attutirlo praticando attività fisica molto graduale, cioè iniziando da molto lieve e cercando di aumentare molto gradualmente, di solito infatti con questa strategia si riescono ad ottenere risultati soddisfacenti.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 330XXX

Grazie mille dottore per la sua disponibilità .. Una sera a domenica a lei