Ipotrofia cerebrale e sofferenza vascolare ischemica

Buongiorno dottori,
a causa di un neurinoma dell'acustico trattato nel 2014 con Cyberknife, effettuo regolarmente delle RM con mdc.
Per questa patologia mi segue una neuro-oncologa di un ospedale della mia città e dalla quale andrò tra unpaio di settimane.
Ho appena ritirato l'ultima RM che mi dice che il neurinoma è invariato per caratteristche morfologiche, volumetriche e di segnale (dia.
trasversale 20 mm).

Quello che forse è di competenza di un neurologo, da cui non sono mai stata visitata, è quanto riferisce il referto al di là del neurinoma.

Si riscontrano segni di ipotrofia cerebrale, da segnalare in rapporto all'età anagrafica.

Sono stazionari i segni di sofferenza vascolare ischemica sotto-corticale, piuttosto significativi, riguardanti il tronco, i gangli motori e la sostanza bianca sovra-tentoriale delle corone radiate e dei centri semiovali.

Sono caratterizzati da normale asegnale di pervietà i principali vasi arteriosi della base.

Potete darmi un vostro parere in merito, per favore?
Ritenete che sia il caso che chieda una visita neurologica?

Grazie mille se mi darete un aiuto.

Cordialmente,
Ely
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,6k 2k 23
Gentile Signora Ely,

l'ipotrofia cerebrale è compatibile con l'età anagrafica, così come recita il referto, ovviamente le immagini devono essere visionate direttamente dal neurologo.
E' stato riscontrato anche un problema vascolare che comunque era già noto e ritenuto stazionario rispetto alla RM precedente.
Una visita neurologica è certamente indicata, anche per avere una valutazione clinica diretta, fare visionare l'esame e per la prescrizione di un'adeguata terapia qualora non ancora praticata.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio