Utente 472XXX
Gent.mi,

mia sorella di 35 anni ha problemi al collo che si storce da solo da circa 3 anni provando dei dolori che sono stati definiti come la conseguenza di infiammazioni ai nervi e adesso ad una vertebra, dopo aver effettuato molti controlli specialistici e dopo un ricovero di due anni fa in ospedale dove le hanno diagnosticato una semplice distonia che poi è scomparsa e che ora sarebbe ritornata.
Altri specialisti tra cui neurologi, fisiatri e ortopedici hanno smentito che si tratti di una distonia, notando che l'infiammazione dei nervi e delle vertebra potrebbe dipendere da un problema di postura assunta negli anni, se non addirittura nei primi anni di vita o nel momento della nascita durante il parto.
Ovviamente per i problemi al collo e per i dolori mia sorella è molto provata anche dal punto di vista psicologico vedendosi costretta a non uscire da casa per un periodo perchè il collo rimane storto.

Gli specialisti non hanno quindi trovato una causa specifica a queste infiammazioni ai nervi, ma un rinomato ortopedico ha suggerito a mia sorella di rivolgersi al centro Carlo Besta di Milano e fare una visita neurologica specialistica lì per provare a capire meglio cosa possa nascondersi dietro ai suoi problemi, dal momento che a livello ortopedico lo specialista non ha voluto prendere nessun provvedimento, perchè a suo avviso non necessario.

Purtroppo, a me è sorto un dubbio leggendo di diversi casi sul ritorno del Morbo di Creutzfeldt-Jakob nella zona in cui abbiamo vissuto di recente e negli anni in cui ci fu l'epidemia, considerando anche il fatto che in famiglia abbiamo fatto un massiccio consumo di carni bovine.
Un paio di queste persone della nostra zona sono morte due anni fa, mentre altre sono ancora sotto controllo grazie ai recenti sviluppi sul monitoraggio della malattia.

Non ho ancora avvisato mia sorella sul dubbio che mi è venuto in mente, e chiedo gentilmente un parere o più pareri riguardo a tale situazione, considerando che inizialmente le era stata diagnosticata una distonia che poi è stata smentita, considerando il fatto che la maggior parte delle risposte pervenute dai medici hanno fatto leva su fattori di stress della persona, e considerando il fatto che l'ultimo ortopedico a cui si è rivolta le ha consigliato di fare una visita all'istituto Neurologico Carlo Besta di Milano.

Dal momento che dalle analisi per verificare la presenza del Morbo di Creutzfeldt-Jakob si possono vedere anche altre possibili varianti di malattie neurodegenerative, vorrei capire se è il caso di ricorrere a tali controlli.

Purtroppo al momento non ho le analisi specifiche che mia sorella ha effettuato in questi tre anni, spero che quello che ho riportato possa bastare per avere un valido consulto.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non vedo sintomi che possano fare sospettare la Malattia di Creutzfeldt-Jakob, a tal riguardo mi sentirei di tranquillizzarLa.
Molto valido è il consiglio di rivolgersi all'Istituto Neurologico C.Besta di Milano che per la neurologia è un centro di assoluta eccellenza.
Avanzare ipotesi a distanza non è corretto anche considerato i diversi pareri che ha avuto dai medici che hanno visitato Sua sorella.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro