Utente cancellato
Gentilissimi Sig.re e Sig.ri,

sabato sera stavo lavando i denti e ho sentito la gamba destra tirare (dal ginocchio in giù), all'improvviso si è come "addormentata" e il sintomo non è più passato. Ieri mi sono recata dal medico di famiglia qui in Austria dove vivo al momento e ha eseguito un test con degli aghi e percepivo tutto ma la sensazione di intorpidimento e formicolio è sempre presente, occasionalmente la sento anche tirare (a volte al polpaccio, a volte in altri punti sempre al di sotto del ginocchio) ma questa sensazione generale non mi lascia. Il tutto si espande anche al piede di tanto in tanto. Il medico stesso non sa cosa potrebbe essere e mi ha mandata in ospedale per fare un prelievo del sangue valutando il valore D-Dimer per escludere trombosi e il valore è tornato di 0,29 (val. di riferimento 0,00-0,50) per cui i medici in ospedale hanno detto che è normale e che non si tratta di questo, anche dopo aver osservato la gamba e al tatto.
I disturbi peggiorano quando sono seduta in un certo senso, al mattino quando mi alzo sembra tutto passato eppure non appena comincio le mie solite attività o mi siedo riparte il bruciore e formicolio alla gamba. Quando cammino sento pesantezza alla gamba ed è disturbata comunque ma il formicolio si attenua un po'.
Chiedo scusa per la spiegazione non troppo chiara, io stessa non comprendo questa situazione. Spero con tutto il cuore di ricevere risposte qui, non saprei a chi altro rivolgermi.
Vi ringrazio di cuore per la vostra attenzione e attendo un vostro riscontro.

Cordiali Saluti

Giada

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ha mai sofferto di mal di schiena? Le faccio questa domanda perché spesso una sintomatologia come quella che Lei descrive ha origine proprio dal tratto lombosacrale della colonna vertebrale.
Altra ipotesi potrebbe essere una compressione del nervo più bassa.
Una visita neurologica ed eventuali esami diagnostici atti a studiare la parte bassa della colonna vertebrale e la conduzione nervosa li considererei indicati.
Gli esami comunque li consiglierà il neurologo se lo riterrà opportuno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
473889

dal 2017
Gentile Dr. Ferraloro,

per alcuni mesi dopo aver dato alla luce mio figlio (che ha da poco compiuto un anno) soffrivo di mal di schiena insopportabile, faticavo anche a muovermi. Ultimamente non ho più avuto di questi episodi però.
Il torpore/formicolio/dolore si localizza sempre dal ginocchio in giù, anche se a volte capita che in determinate posizioni o momenti sento gli stessi disturbi al ginocchio e appena sopra di esso. La mia preoccupazione più grande era una trombosi, per questo mi ero allarmata.
La ringrazio davvero di cuore per il Suo aiuto, avendo un bimbo piccolo di cui prendermi cura quotidianamente non è facile con questo malessere che purtroppo non sembra cessare.

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora

faccia anche un doppler venoso e arterioso agli arti inferiori, la sintomatologia però sembrerebbe più di tipo "neuropatica periferica".
Il mal di schiena di cui ha sofferto dopo la gravidanza può essere indicativo di problematiche alla colonna lombosacrale, elemento questo che andrebbe studiato con esami diagnostici appropriati, per es. una RM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
473889

dal 2017
Gentilissimo Dr. Ferraloro,

La ringrazio nuovamente per il suo immenso aiuto.
Le chiedo umilmente scusa per il disturbo, avrei un ultimo quesito e poi smetto di disturbarLa: in ospedale non hanno eseguito il doppler venoso e arterioso alla gamba in quanto il d-dimer è risultato negativo, mi dissero che in quel caso non sarebbe stato necessario visto che già il medico curante l'aveva scartata e aveva consigliato l'esame del sangue giusto come scrupolo per "dormire meglio", perciò spero di poter accantonare questa preoccupazione visti i risultati del test? Nel referto figura anche un WELLS Score di 0 (non saprei a cosa si riferisca ma pensavo fosse giusto indicarlo).
Non è assolutamente mia intenzione risultare ansiosa o isterica! E' solo un po' difficile per me visto che vivo in terra straniera dove anche il modo in cui i medici si relazionano con i pazienti è molto diverso da ciò a cui sono abituata in Italia.

L'unica cosa fuori dalla norma era il ferro molto basso (anche se, soffrendo di anemia mediterranea, non è una novità per me) e anche TSH (soffro di Hashimoto) molto basso, infatti mi hanno sistemato il dosaggio di Eutirox di conseguenza ma non so se questo possa già causare sintomi di questo tipo o meno.

Infine ci tenevo ancora una volta a ringraziarLa per avermi sopportata e aiutata a chiarire un po' questa situazione. Mi sentivo davvero persa non avendo un medico di fiducia a cui rivolgermi qui, perciò spero di poterle trasmettere la mia riconoscenza. Spero di non averLe fatto sprecare tempo a causa della mia ignoranza e ingenuità, le chiedo nuovamente scusa.

Le auguro una piacevole serata e buone feste,

Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non disturba certamente, non si ponga neppure questo problema. Per me è stato un piacere poterLa aiutare, considerati però i limiti di un consulto a distanza.

La Wells Score (criteri di Wells) è una scala di probabilità per la trombosi venosa profonda, il punteggio 0 indica bassa probabilità.
La tiroidite di Hashimoto non causa questa tipologia di problemi, quella di cui parla Lei.
Se vorrà potrà farmi sapere gli eventuali sviluppi.

Grazie, buone feste anche a Lei e buona serata
Dr. Antonio Ferraloro