Utente 220XXX
Grazie per il servizio.
Il 4-5-6 marzo ho avuto un raffreddore con lievissimo mal di gola. Terapia solo spray alla gola e collutorio.
Il 7 marzo mattina ho soffiato il naso e ho avuto un giramento di testa pazzesco, fortissimo, con sudorazione e nausea immediata. Ho aspettato una mezz'ora, stavo un po' meglio e sono andato a lavoro. A metà mattinata non riuscivo a stare al computer e a lavorare senza sentirmi peggio o male, quindi sono tornato a casa e tale situazione perdura fino ad oggi, 10 marzo. Unica terapia il 7-8-9 marzo: tachipirina da 500 2 al giorno, essendomi passato del tutto il mal di gola.
Ho un po' di nausea costante e uno strano mal di testa, costante anch'esso. Come se da un momento all'altro potessi peggiorare. Non sono giramenti di testa, ma è come se stessi in barca. Io soffro il mare e ricordo la sensazione, è molto simile.
Ho appetito, vado in bagno bene e non ho mai avuto febbre.
Il 9 marzo sono andato da un otorino il quale mi ha guardato naso, orecchie e gola: tutto a posto se non una lieve infiammazione nasale e mi ha dato uno spray. Mi ha fatto anche l'esame audiovestibolare: tutto a posto, nessuna vertigine o altri segni.
Io non ho mai avuto mal di testa nella mia vita e non ho mai sofferto di mal di collo o di cervicale, problema ipotizzato dall'otorino.
Alla fine l'otorino mi ha detto di sentire un neurologo se i sintomi persistono.
Da un paio di anni soffro di un sospetto morbo di crohn (sono sempre stato benissimo solo con pentacol) e a giugno scorso ho avuto una miocardite acuta, ma non penso che tali patologie siano collegate al mio stato attuale.
Sono preoccupato.
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
considerato il carattere episodico del disturbo da lei riferito e della sua concomitanza con una manifestazione acuta a carattere infiammatorio, sarei concorde con l'otorino cui si è rivolto di attendere per verificare che il problema si estingua da solo. In caso di persistenza della manifestazione, può essere indicato rivolgersi ad un Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it