Utente 433XXX
Buongiorno,

In seguito a blocco del nervo pudendo (CT scan guided) bilateralmente nel canale di Alcock e due legamenti (di anestetici e cortisone), ho dolore lungo proprio tutto il percorso del nervo, gluteo perineo fino al glande, che prima non avevo, e devo stare sdraiato. Sono passati 5 mesi dall'intervento. Assumo Lyrica 150mg×2/die, Amitriptilina 20mg la sera, Eperisone e Assonal×2 (L-Acetil carnitina, Citicolina, Acido alfa lipoico). Inoltre faccio fisioterapia pelvica. Dato che non vedo miglioramenti, c'è qualcos'altro che posso fare per aiutare il nervo?
I movimenti (stretching) dato che solitamente peggiorano la situazione, possono aiutare o sono dannosi?
Ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Mannocci Galeotti

24% attività
20% attualità
16% socialità
BORGO SAN LORENZO (FI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Si sono dannosi o almeno espongono al rischio di maggiori microlesioni degli assoni.
Le consiglio di non seguire terapie "meccaniche" , solo se sono molto dolci e rilassano il tono muscolare.
eviti altre terapie invasive.
Le consiglio di sostituire assonal , con Pelvilene dual act come integratore specifico.
e scusi con si sente sonnolente ? di giorno o quando si sveglia al mattino
glielo chiedo xchè se se sì, riduca solo la mattina il dosaggio di pregabalin (che credo assuma da varie settimane). inoltre le chiedo da quanto tempo ha questo dolore
e perchè ha fatto il blocco al nervo pudendo.
per potermi orientare meglio , a presto
Dr. Maurizio Mannocci Galeotti
Terapista del Dolore

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Buon giorno, la ringrazio della risposta. I problemi sono cominciati con un dolore alla base del glande, più di un anno fa, in seguito a un trauma al pene. Gli esami che ho eseguito (che hanno escluso problemi agli organi) hanno solo peggiorato la situazione ed mi hanno procurato il dolore perineale, che era bilaterale e di tipo "contratturale". All'estero dove vivevo lo specialista mi hanno diagnosticato clinicamente nevralgia del pudendo, e prescritto il blocco del nervo...
Il dolore che ho adesso, dovuto al blocco, è completamente diverso, solo sulla destra, un bruciore/formicolio interno e dolore al toccare/sfregare la pelle dell'ano perineo e pene. Tutto peggiora molto se sto in piedi, cammino, mi siedo etc.. Assumo Lyrica 300mg/die e Amitriptilina da quasi 7 mesi, e non ho alcun problema di stanchezza.
Faccio fisioterapia pelvica per rilassare i muscoli, ma tra gli esercizi a casa sarebbe previsto anche lo stretching.
La ringrazio per ogni ulteriore consiglio su come accelerare il recupero

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Mannocci Galeotti

24% attività
20% attualità
16% socialità
BORGO SAN LORENZO (FI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
si dia un tempo per modificare la terapia antalgica dal punto di vista farmacologico. Nel senso che la fisioterapia o ginnastica pelvica è ottima ma deve essere dolce e non esacerbare il dolore.
Utilizzi l'integratore suggerito che sicuramente non basterà , ma se continua il dolore prenda appuntamento da un collega di TERAPIA DEL DOLORE e non altra specialità.
mi faccia sapere . e mi raccomando non si sforzi in bagno (forse glielo ho già consigliato) nel senso di non fare il "torchio addominale" che aumentando la pressione endo-addominale aumenta sicuramente il dolore sul momento ..ma anche rafforza il dolore ormai CRONICO NEUROPATICO che prova.
Forza abbia saggezza, costanza e pazienza e mi faccia sapere.
Dr. Maurizio Mannocci Galeotti
Terapista del Dolore

[#4] dopo  
Utente 433XXX

La ringrazio molto per i consigli. Mi do tempo un altro mese o due con le attuali medicine, anche se vedo che con la terapia attuale non miglioro anzi per adesso è solo un peggiorare pian piano nel tempo, ad ogni "movimento" eccessivo che faccio.
Poi vedrò un terapista del dolore come da suo consiglio.
Cordiali Saluti