Utente 382XXX
Egregi Dottori buonasera, scrivo per chiedere consiglio a voi riguardo un "problema" comparso stamattina.
Appunto è da stamattina che accuso delle forti fitte ad intermittenza alla parte sinistra della nuca, proprio sopra il punto dove è la piega tra il muscolo sopra il collo e la testa e alle volte si irradiano anche fino alla parte superiore della nuca sempre però alla parte sinistra.
Le fitte sono molto dolorose e durano 3 o 4 secondi circa, si ripetono con un intervallo brevissimo e capitano sia quando ho il capo completamente fermo sia se sono in movimento.
Devo aggiungere però che da un paio di mesi a questa parte sto avendo dei problemi al trapezio sinistro, mi è stata diagnosticata una discinesia scapolare con conseguente perdita del tono muscolare del trapezio, ho effettuato un elettromiografia dove non è risultato nulla tranne
appunto dei segni di sofferenza al trapezio sx.
Mi è stato consigliato quindi di effettuare quindi un RM al rachide cervicale che ho già prenotato ma i tempi sono lunghi.
Da stamattina quindi avverto queste forti fitte e ho cercato di tranquillizzarmi associando il tutto a questi problemi già esistenti.
Ora sinceramente sto cominciando a preoccuparmi un po' di più e vorrei sapere appunto se è il caso di preoccuparmi e muovermi diversamente, o, se è veramente tutto riconducibile agli altri problemi, riposarmi e lasciare che le fitte passino da sole.
Grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

tra le ipotesi che possiamo avanzare Le ricordo la nevralgia del nervo grande occipitale o nervo di Arnold (nevralgia di Arnold).
Ovviamente questa è solo un’ipotesi a distanza senza alcuna pretesa diagnostica.
Per una conferma o meno è necessaria una visita neurologica che possa valutare accuratamente il caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 382XXX

Dr. Ferraloro buonasera, la ringrazio per la celere risposta e ne approfitto per chiederle un'altra delucidazione.
Secondo lei, il fatto che il dolore alle volte viene scaturito da determinati movimenti, può ancor più escludere il pericolo di problemi più gravi tipo aneurisma o qualche altro?
Perché facendo un giro ( erroneamente ) su internet si trova di tutto e di più, e questo mi porta ansia magari infondata.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un aneurisma prima della rottura è di solito asintomatico.
Un dolore come quello che descrive è solitamente di tipo nevralgico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 382XXX

Grazie Dottore, disponibile ed esaustivo.
La saluto!

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro