Utente 506XXX
Gentili dottori,
Da qualche mese mi è stata diagnosticata l’epilessia del lobo temporale: ho avuto un’unica crisi generalizzata in luglio e mi capita di avere “attacchi di panico” in periodi di stress. Dalla risonanza magnetica 3T con e senza MDC risulta: al controllo attuale si conferma un ispessimento della regione amigdalo-ippocampale (con iperintensità T2) , esteso anche alla corteccia della regione temporo-polare mediale dove si rileva anche una focale iperintensità T2 sottocorticale. L’alterazione inoltre, in sede ippocampale anteriore, mostra un aspetto simil cistico con segnale iperintenso T2/FLAIR ed ipointenso T1. Minima impronta sul peduncolo cerebrale sinistro. Si consiglia integrazione diagnostica con spettroscopia e perfusione, nonché esame PET TAC. Tenue ipointensità SWI lineariforme lungo il corno temporale ventricolare sinistro, da possibile emosiderosi.”
Che significa? Quali sono i possibili sospetti clinici? Grazie in anticipo.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
dalla descrizione del reperto della Risonanza Magnetica nel suo caso parrebbe trattarsi di epilessia del lobo temporale mediale che appunto insorge nell'ippocampo, nel giro paraippocampale e nell'amigdala, localizzati nella faccia interna del lobo temporale. L'ulteriore approfondimento diagnostico che viene indicato serve per valutare l'entità della lesione individuata in senso anatomico anche sotto l'aspetto funzionale.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it