Vene gonfie in testa

Salve. da circa 3 settimane che appena mi abbasso anche per poki secondi x es. per allacciare le scarpe immediatamente mi gonfiano le vene della fronte a v e quelle delle tempie e sento una forte pressione sanguigna in testa e dietro gli occhi come se fossi stata appesa a testa in giu x tanto tempo. Poi appena mi rialzo le vene tornano normali ma ho poi mal di testa forse x la loro strana eccessiva dilatazione e pressione.
Ps mi gonfiano anche se sono messa straiata senza cuscino, cosa per ora impossibile. Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Gentile Paziente,
tutte le vene del corpo se vi è ostacolo al ritorno del sangue, come nelle manovre che lei ha descritto, si inturgidiscono, ma non è altrettanto normale che ciò causi dolore. Se il fenomeno tende a persistere ritengo che sia indicato che si sottoponga ad una visita neurologica per accertarne l'esatta natura.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve e grazie della sua risposta. Avevo un altra domanda. Ma il mio x cosi dire problema può centrare niente con il freddo?
Siccome vado a lavorare a piedi e x ora fa abbastamza freddo, qste mie vene che si ingrossano in fronte e poi il conseguente mal di testa possono centrare niente con qste temperature basse? O gli sbalzi termici dentro fuori possono avere attinenza? Grazie ancora
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Il freddo ha un effetto vasocostrittore e non dilata quindi i vasi. Le ripeto, se il problema sussiste si rivolga al suo medico curante

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera sn andata dal mio medico curante e come aveva detto lei mi ha consigliato un neurologo. Cosi ci sn andata, ho spiegato il mio problema e mi ha detto che ce da vedere con vari esami la causa di qsto problema, andando ad esclusione xk anke lui non sapeva cosa dirmi, visto che la visita x cosi dire e' andata bn.
Come diagnosi momentaneamente ha scritto cefalea sede frontale e parestesie arti superiori xk spesso la notte mi si addormentano le braccia.
Mi ha prescritto una radiografia della colonna cervicale. Nel mentre ce qualke altro esame a suo parere che posso fare. Non so se sono esagerata ma sn spaventata da qsto fatto che appena mi abbasso le vene della fronte gonfiano tanto che sembrano scoppiare avvertendo cosi qsta sensazione di forte pressione anke sppra gli occhi. Grazie
[#5]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
A mio parere, e con il dovuto rispetto per il collega che gliel'ha prescritta, la radiografia diretta del rachide non credo dia alcuna informazione significativa. Se si deve indagare su questa fenomenologia da lei descritta, si deve puntare a vedere se a livello intracranico vi sia qualche condizione che ne possa essere la causa. Pertanto, il primo approccio diagnostico deve prevedere a mio avviso una Risonanza Magnetica che deve essere di tipo funzionale, per la valutazione del flusso liquorale ulteriormente sussidiata dalle sequenze angio.
Mi tenga informato.
Cordiali saluti

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve le indico cosa mi è stato refertato con RX colonna cervicale:
"Mega-apofisi traversa bilaterale a carico di C7. Cervico-unco. Artrosi C6-C7. Riduzione dello spazio intersomatico C6-C7 (artrodiscopatia)."
Mi è stato consigliato di fare una visita ortopedica e contemporaneamente una visita dal chirurgovascolare.
Visto il problema che mi è stato riscontrato, mi dovrei preoccupare che mi può succedere qualcosa nell'immediato di irreparabile?
Grazie in anticipo
[#7]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Nulla di irreparabile, stia tranquillo. E' stata fatta, sulla base della mega-apofisi trasversa della settima vertebra cervicale, una ipotesi di sindrome dello scaleno àntico, che dovrà essere confermata con uno studio ecodoppler dinamico dei vasi del collo.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie sempre delle sue risposte. In attesa della visita vascolare che è martedi ora, mi può spiegare in parole più semplici cosa centrano le vertebre con il rigonfiamento delle vene in testa? Grazie
[#9]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Praticamente nulla. La anomalia segnalata potrebbe causare disturbi del circolo arterioso a carico dell'arto superiore dello stesso lato.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#10]
dopo
Utente
Utente
Salve. A distanza di mesi mi faccio risentire piu confusa di prima. Le faccio brevemente un riassunto dei controlli fatti sempre dettati dal mio medico.
Sn andata da un cardiologo e mi ha fatto elettrocardiogramma, ecografia al cuore e mi ha controllato le vene del collo se erano libere. Tutto nella norma.
Poi ho fatto una tc encefalo dv mi hanno detto tutto ok, anke se nel referto c era scritto millimetrica calcificazione al vertice e cisti da ritensione del seno mascellare sinistro. Ma mi hanno detto che nn è niente consigliandomi una visita dall otorino.
Cosi ci sn andata e l otorino mi ha prescritto x una settimana degli antibiotici x qsta infezione al naso. Cura fatta tutto apposto, ma le vene gonfiano sempre.
Poi ho fatto. Una Rmn encefalo e un angio rm del distretto vasc. Intracranico.senza mezzo di contrasto.
Entrambe x come mi hanno detto ok.
Cosi mi hanno detto di fare una rmn del mediastino ma qsta purtroppo nn sn riuscita a farla x via dello spazio stretto.
Ora il mio medico mi ha detto che nn sa piu cosa dirmi. Intanto le vene gia solo chinando leggermente il capo gonfiano. Nemmeno mi posso abbassare piu chinandomi avanti, ma solo calandomi sulle gambe. Chiedo aiuto su cosa posso fare
[#11]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Il fenomeno che lei descrive, anche sulla scorta delle indagini sinora eseguite, non coinvolge il Neurochirurgo quanto piuttosto Chirurgo toracico, cui le suggerisco di rivolgere il quesito.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve finalmente dopo essere andata da un angiologo ho scoperto il mio problema
Ora le riporto l esito dell angiotac per avere opinioni anke da lei a riguardo.
Indagine con acquisizione volumetrica assiale sia prima che dopo contrasto iodato.
Regolare calibro e decorso del distretto vascolare arterioso carotideo, normale risalto poligonale intracranico. Prevalenza dell' a. Vertebrale sinistra rispetto la controlaterale in parte filiforme. La carotide esterna di sinistra in sede retromantibolare presenta minima e focale ectasia fusiforme e non è più ben dissociabile da sovracentimetrico gavocciolo vascolare a prevalente carattere venoso che procede nel distretto pterigoideo con ulteriore lacuna sovracentimetrica e piccoli tralci vascolari adiacenti la fessura sfeno-orbitaria. In fase venosa ulteriore espressione dell anomalia vascolare anche in adiacenza del distretto giugulare interno. Verosimile MAV a prevalente carattere venoso similangiomatosa. Prevalenza ritorno venoso giugulare a destra e ulteriore vaso a decorso anomale adiacente
ghiandola sottomantibolare che risale fino al distretto orbitario con progressiva riduzione di calibro. Puntiforme corpo estraneo sovraorbitario destro.
[#13]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Sulla scorta del reperto dell’angiotac è opportuno coinvolgere il Chirurgo Vascolare.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#14]
dopo
Utente
Utente
Buonasera grazie x la risposta velocissima. Io devo consultare il chirurgo qsta settimana x parlare ovviamente con lui del referto. Se era possibile nell attesa di qsta visita volevo chiederle di cosa si tratta e se è una cosa grave.
[#15]
dopo
Utente
Utente
Salve porle due quesiti
La prima domanda è se posso donare lo stesso il sangue con questa mav oppure no?
La seconda domanda è che dopo aver parlato con il dottore lui mi ha detto che è preferire intervenire. Ora lei mi può consigliare anke in pvt qualke struttura in italia dv poter andare. Io non lo so minimamente . grazie sempre
[#16]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Non credo vi siano ragioni che ostacolino la donazione di sangue; la seconda richiesta, onestamente, non sono in grado di esaudirla, meglio interpellare il chirurgo vascolare cui si è rivolta.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa