Utente 516XXX
Buongiorno, ho eseguito una rm encefalo X cefalea e diplopia. L’esito: in sede sovratentoriale, lungo la sostanza bianca adiacente il profilo superiore della cella media destra, si riconosce una millimetrica area di alterato segnale, iso-ipotensa in T1, iperintensa in TR lungo, con associato sottile orletto di ipointensità , ed ipotensa in DWI. Il reperto descritto non è di univoca interpretazione, potrebbe essere compatibile con un piccolo angioma cavernoso meritevole di completamento diagnostico con RM con MDC e con sequenza GRE. Non sono riconoscibili effetti compressivi sulle strutture encefaliche circostanti, né componenti di edema vasogenico perilesionale. Alcuni puntiformi focolai gliotici, iperintensi in TR lungo e disposti in sede sottocorticolare e frontale e a livello periventricolare, sono di più verosimile significato aspecifico. C’è qualcuno che mi saprebbe tradurre? Devo preoccuparmi o potrebbe essere tutto “a posto “? Grazie mille, purtroppo ho la visita con il neurologo solo il 05/03 e sono un po’ in ansia. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
quanto emerso dalla RM è di maggior competenza del neurochirurgo, cui Le consiglio di rivolgersi, al fine di approfondire il sospetto diagnostico di un angioma cavernoso.
E' questo, in estrema sintesi, una piccola malformazione vascolare che va trattata chirurgicamente con tecniche anche non invasive.
Non dovrebbe avere carattere di estrema urgenza, ma della diagnosi certa con maggior sollecitudine.

Nel caso che La riguarda se Le hanno dato l'appuntamento a 3 mesi, può chiedere al Suo medico di fare la richiesta di visita specialistica con urgenza che, almeno in Lombardia, va effettuata entro 3 giorni.
Cordialità ed auguri
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Grazie mille Dottore per la celere risposta, potrebbe essere questo la causa delle cefalee, delle scosse alla testa e della diplopia e visione offuscata ? Se confermato sarà necessario senza dubbio un intervento? Mi muoverò per accelerare la visita di controllo in ogni caso.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Come Le dicevo sono necessari ulteriori approfondimenti diagnostici
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4] dopo  
Utente 516XXX

Va bene Dottore, grazie mille ancora per il momento, scriverò nuovamente appena avrò altri esiti.

[#5] dopo  
Utente 516XXX

Buongiorno dottore, ho ripetuto la risonanza magnetica con mezzo di contrasto. Qui un sunto: Presenza di una millimetrica area di alterato segnale iso-ipointensa in T1,Ipo intensa in TR lungo con puntiforme spot di iper intensità nel suo contesto e nettamente ipo intensa in T2-GRE i SWI e in DWI, disposta lungo la sostanza bianca adiacente alla parete superiore della cella media destra e priva inoltre di un significativo enhancement contrastografico. I reperti descritti in considerazione delle caratteristiche di segnale prima e dopo infusione di MDC paramagnetico potrebbero essere riferibili in prima ipotesi ad un piccolo angioma cavernoso senza sicuri segni riconducibili a fenomeni di sanguinamento recente. Si consiglia una valutazione clinico specialistica NCH.
Cosa ne pensa? Farò vedere le immagini a un neurochirurgo ma nel frattempo se potesse tradurmi in termini più comprensibili le sarei grata.

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Il referto descrive una lesione benigna compatibile con la presenza di una angioma cavernoso.
Non sembrano esserci segni di sanguinamento recente.
La valutazione se tenerlo sotto osservazione clinica e radiologica o intervenire va presa dopo una accurata visita specialistica.
In linea di massima se l'angioma non è responsabile dei sintomi accusati (è quindi necessaria la valutazione clinica per la diagnosi differenziale), non si interviene.
C'è però da dire che esso può essere rimosso con tecnica non invasiva ovvero mediante Gamma-Knife.
Questa è una metodica che "bombarda" con precisione millimetrica la lesione, distruggendola.
Ne parli col neurochirurgo e con un neuroradiologo che utilizza tale tecnica.

Una buona giornata
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#7] dopo  
Utente 516XXX

Grazie mille dottore. Chiarissimo. I miei dubbi sono sulle cefalea, diplopia, Spero di aver trovato la causa anche se la soluzione non mi piace in ogni caso. Ho sentito parlare di gamma-knife, chissà se farà perdere i capelli? Ed eventualmente ho letto che "avvitano"al cranio 4 perni x tenere fermo il casco, è corretto? Come fa ad essere dichiarato indolore in tal caso??

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
La procedura non è dolorosa e non fa perdere i capelli.
Nella sola fase di posizionamento dei piccoli perni (viti) per il casco si può avvertire un po' di dolore, ma è del tutto sopportabile. Nessun dolore durante il trattamento.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano