Utente 515XXX
Salve Dottore
Ho già chiesto un consulto con un altro account ma non credo che le risposte siano arrivate quindi ho creato un altro account.
Riscrivo tutto quello che non mi è chiaro e che sento.
Due giorni fa improvvisamente di sera mi inizio a sentire molto stanco e confuso con molti sbadigli e vedevo leggermente offuscato. Poi sono tornato a casa e ho dormito. Al risveglio ero ancora molto stanco e assonnato accompagnato da mal di testa ma non vedevo più sfocato. Nella giornata ho comunque fatto quel che dovevo fare ma ogni volta che non facevo nulla mi addormentavo tipo in macchina. Questa notte ho dormito molto (9 ore) e mi sono svegliato con la solita stanchezza e mal di testa, ma questa volta in più forte nausea da non farmi mangiare nulla e mi sono rimesso a letto a dormire altre 3 ore. La nausea continua. Il mal di testa non è completamente fisso e cambia posizione. Ho provato a prendere un oki ieri sera ma non ha fatto effetto. Ricordo che 14 giorni fa circa ho ricevuto dei pugni in testa non molto forti ma che mi hanno preoccupato e dopo 5 giorni ho eseguito una rm encefalo negativa.
1) io ora sono in Australia in vacanza che non mi sto godendo per i sintomi e le preoccupazioni, cosa consiglia di fare? Serve il ps secondo lei anche se siamo a poche ore dal 2019?
2) io ho molta paura dell’ematoma subdurale cronico che ho letto su internet, secondo lei in base ai sintomi può essere? La rm eseguita dieci giorni fa dopo il trauma può aver escluso completamente questo ematoma o il sanguinamento può iniziare anche dopo settimane?
Spero risponda e la ringrazio anticipamente.
Buone feste.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro giovane,
goditi questa tua vacanza nel continente nuovissimo e non angustiarti per un timore infondato!
La Risonanza eseguita quattro giorni dopo il trauma deve tranquillizzarti del tutto. L'ematoma subdurale cronico che tu paventi è tipico dei soggetti anziani.
Tuttavia, se la cefalea e la nausea continuano e non recedono all'uso di un antalgico, recati di nuovo in Pronto Soccorso per una tua completa tranquillità.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 515XXX

Dottore davvero non so come ringraziarla, mi ha tranquillizzato moltissimo. Vorrei aggiungere che dopo una dormita ho notato che all’occhio sinistro zona superiore ho una macchia di sangue con rossore anche se ora sembra regredire e vedo un po’ sfocato da quellocchio. Il mal di testa continua e sento una pressione interna, forse per l’ansia.
La ringrazio nuovamente e auguri di buon anno!!

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il problema di una piccola emorragia sotto-congiuntivale nulla ha a che vedere con il trauma. Se vuoi avere ulteriori dettagli sull'argomento dei traumi cranici leggi questo mio articolo di cui ti allego il link:
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/203-trauma-cranico.html
Ti saluto e ricambio gli auguri (oramai tu sei già nel 2019)
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio nuovamente per la veloce risposta e l’apprezzata simpatia.
Non per essere scocciante ma da circa due ore ho avuto formicolio al lato sinistro del viso e ora lo sento teso come se fosse “storto”, l’ho avuto anche mesi fa come sintomo e ho paura sempre della solita emorragia.
Le rinnovo gli auguri di buon anno!
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'emorragia che tanto temi si manifesta con ben altri sintomi (perdita di coscienza, paralisi, etc.) che non con un banale formicolio.
Ancora auguri e goditi l'Australia....
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio nuovamente dottore!
I sintomi purtroppo continuano, almeno il rossore all’occhio è scomparso. La nausea va e viene quindi non è continua, però la cosa che mi preoccupa e che continua è il senso di debolezza e stanchezza, come se da un momento all’altro io debba svenire accompagnato da questo mal di testa che da una sensazione di pressione interna o qualcosa che stringe. Sono preoccupato perché non so dare una spiegazione a questi sintomi e leggendo su internet trovo informazioni scioccanti. Anche dormendo molto (9 ore a notte) sono debole e assonnato.
1) cosa potrebbe essere?
2) non ho ben capito, in una ematoma subdurale cronico il sanguinamento so che è lento, ma parte subito dal trauma o il sanguinamento parte anche dopo giorni?
La ringrazio e buon 2019 appena entrato anche per l’Italia.
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'ematoma sub-durale è causato da rottura delle cosiddette vene a ponte fra dura e corteccia cerebrale che nel soggetto anziano, per degenerazione aterosclerotica e per l'atrofia del parenchima cerebrale, sono spesso stirate e fragili e, per la sommazione di queste due condizioni, facilmente sanguinano e con molta lentezza determinano la formazione di una raccolta ematica. Nel giovane si può anche formare un ematoma sub-durale nel caso in cui il trauma produca una contusione emorragica (che sarebbe stata rilevata, nel tuo caso, dalla Risonanza) da cui si può avere anche un sanguinamento, ma in questo caso l'ematoma non è cronico ma acuto.
A questo punto ti ho spiegato che cosa succede. Se comunque continui ad essere assillato da questo terrore, causato dalla cefalea, non hai altra possibilità che recarti nuovamente in Ospedale per essere sottoposto ad una TAC, così ti dai pace.
Buon anno (e rilassati....)
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente 515XXX

Devo ringraziarla di nuovo per la perfetta spiegazione.
1) Una sola cosa non mi è chiara, in un ipotetico ematoma subdurale cronico, il sanguinamento inizia subito dopo il trauma o può iniziare anche dopo settimane dal trauma? Rendendo così una rm negativa anche dopo qualche giorno dal trauma. La cosa che mi preoccupa di più non è il mal di testa ma il continuo senso di debolezza che a volte peggiora quasi da togliermi le forze per stare in piedi e debolezza alle braccia.
2) secondo lei è necessario andare in ps perché trovanun motivo o è solo per tranquillizzarmi? Perché io in generale ho l’ansia per il ps e andare anche a quello di un altro paese mi angoscia.
La ringrazio ancora una volta.
Buon primo gennaio!

[#9] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
A causa della distanza di qualche oceano fra di noi, caro giovane, che risposta pensi possa mai darti? Se tu fossi qui a Napoli ti visiterei attentamente, poi ti guarderei in faccia col sopracciglio inarcato e ti direi (come faceva e diceva il grande Totò): "ma mi faccia il piacere......."
A mio parere, la storia dell'ematoma sub-durale è solo un'auto-diagnosi da Internet, che lascia il tempo che trova.
Tuttavia, trovandoci su continenti diversi ed agli antipodi del mondo, non posso che dirti che se persiste la cefalea e sei così tanto preoccupato non puoi sperare di trovare la soluzione alla tua apprensione attraverso un consulto online.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#10] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio dottore, apprezzo la sua ironia. La cefalea non è fissa, ora attualmente è più un senso di tensione/pressione alle tempie. Come già detto la cosa che mi preoccupa è la debolezza che ora colpisce anche le braccia perché me le sento pesanti ma riesco a stringere il pugno.
L’unica cosa che non ancora capisco mio malgrado è, un ematoma subdurale cronico inizia subito a sanguinare piano dopo il trauma o può iniziare a sanguinare sempre lentamente dopo anche una settimana ad esempio dal trauma?
La ringrazio.
Cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Non è stata forse del tutto chiara la spiegazione fisiopatologica dell'ematoma sub-durale cronico che ho fornito nella precedente risposta. Nell'anziano, il sanguinamento inizia subito, ma ci mette un po' di tempo per evidenziarsi sotto il profilo clinico; nel trauma con contusione emorragica del cervello (quindi nella forma acuta) inizia anche subito ma si vede subito sia alle indagini (come RM o TAC) che clinicamente.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#12] dopo  
Utente 515XXX

Capisco dottore, ho ancora qualche piccolo dubbio, scusi se le faccio ancora delle domande.
1) anche nel giovane il sanguinamento dell’ematoma subdurale cronico inizia subito?
2) lei ha detto che sotto il profilo clinico ci mette un po’ di tempo ad evidenziarsi, sotto il profilo di indagini (cioè RM o tac) è evidenziabile già da subito? Cioè 4 giorni dopo come nel mio caso è evidenziabile?
La ringrazio nuovamente
Cordiali saluti

[#13] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Domanda 1: si
Domanda 2: si
Domanda 3: si
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#14] dopo  
Utente 515XXX

Vabene dottore.
Quindi questo vale a dire che un ematoma subdurale cronico dovuto a quel trauma passato è impossibile che io ce l’abbia visto anche la rm negativa?
Cordiali saluti

[#15] dopo  
Utente 515XXX

Scusi dottore se la disturbo ancora.
Se pur riposando ho sempre un senso di malessere e debolezza generale molto fastidioso che mi preoccupa accompagnato da leggero mal di testa, la cosa anche molto fastidiosa è un senso di pressione alla tempia destra ed è come se sentissi il sangue scorrere. La nausea è un po’ passata. Cosa potrebbe essere?
Spero risponda.
Cordiali saluti

[#16] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Supponendo dall'epistolario sinora intercorso che lei sia affetto dal disturbo d'ansia di malattia, posso ipotizzare che sia una cefalea di tipo tensivo.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#17] dopo  
Utente 515XXX

Vabene dottore.
Vorrei aggiungere una cosa, oltre alla Solita stanchezza e mal di testa che prendeva anche le tempie e peggiorava con i movimenti. Poco fa ho avuto una fitta “spinosa” sopra la testa al lato sinistro come se qualcosa mi avesse trafitto o qualcosa si sia rotto e ora li ho una strana sensazione, tipo se il sangue uscisse e bruciasse un po’. Non so se sono solo sintomi un po’ somatizzati, in base ai sintomi, quando si sente una sensazione del genere come se qualcosa si rompesse all’interno della testa, è possibile che si sia rotto effettivamente qualcosa? C’è da preoccuparsi?
La ringrazio ancora.
Buona giornata

[#18] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro,
quando qualcosa si rompe nella testa non si ha neppure il tempo di accorgersene!
queste fitte sono generalmente di natura nevralgica, poi l'ampliamento psico-somatico fa il resto
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#19] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio dottore.
La stanchezza secondo lei a cosa è dovuto?
Può causarlo l anemia questa sintomatologia? Perché ieri notte andando in bagno dopo aver defecato ho visto che nel vaso in mezzo all acqua c era una macchia di colore scuro che a me sembrava sangue, quindi ho paura di avere una emorragia intestinale che st causando una grave anemia. In più ho leggeri dolori addominali zona colon che vanno e vengono.
Il mal di testa e soprattuto la stanchezza continua.
La ringrazio
Cordiali saluti

[#20] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se ha riscontrato la presenza di sangue nelle feci, che potrebbe essere originata dalla porzione bassa del retto per emorroidi, deve consultare un proctologo. Comunque non credo che la perdita sia tale da causare anemia. Comunque, basta un semplice esame emocromocitometrico per stabilire esattamente se vi sia o meno anemia
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#21] dopo  
Utente 515XXX

Vabene dottore.
Oggi ho eseguito una visita medica qui con analisi del sangue, il medico ha riscontrato i linfonodi del collo gonfi. I risultati delle analisi le ritirerò martedì, i sintomi come mal di testa è forte stanchezza continuano. Prima ho avuto una fitta alla testa con forte suono alle orecchie e sensazione di tappamento.
La ringrazio ancora
Cordiali saluti

[#22] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Si affidi al medico che l'ha esaminata.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#23] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio dottore
Il 13 gennaio ripartirò è sicuramente poi contatterò il mio medico.
Cordiali saluti

[#24] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Buon viaggio e felice rientro a casa
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#25] dopo  
Utente 515XXX

Scusi dottore, da circa mezz’ora ho anche dolore al petto sul lato sinistro e un po al braccio, spero sia solo un dolore muscolare.
La ringrazio nuovamente per la sua gentilezza, è riuscito a tranquillizzarmi.
Buona serata

[#26] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ne sono veramente contento, se sono riuscito a rasserenarla
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#27] dopo  
Utente 515XXX

Gentilissimo dottore
Scusi se le riscrivo in merito ai linfonodi gonfi e analisi ritirate.
Dalle analisi non si evidenziano infezioni, il medico qui in Australia però ha detto che i linfonodi sono ancora gonfi e quando torno in Italia consiglia di effettuare una ecografia. Io sono molto preoccupato dato che i linfonodi sono ancora gonfi senza avere infezioni e ho ancora la solita stanchezza. Leggendo su internet ho paura di linfomi e tumori. Secondo lei c’è da preoccuparsi?
La ringrazio ancora una volta.
Buona giornata

[#28] dopo  
Utente 515XXX

Salve gentilissimo dottore
Le riscrivo in merito a dei sintomi che continuò ad accusare e come sempre mi preoccupano. Il senso di stanchezza dura ancora, questa mattina mi è successa una cosa che mi ha preoccupato. Camminando ho avuto un forte giramento di testa che mi ha fatto sbandare e sbattere contro il muoronsulla mia destra, poi mi sono seduto e anche a occhi chiusi avevo dei giramenti, rimesso in cammino ho avuto un altro forte giramento che mi ha fatto sbandare ma non sono caduto. Cosa potrebbe essere? C’è da preoccuparsi in base alla descrizione dei sintomi? La ringrazio.
Spero risponda.
Buona giornata

[#29] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
E' molto difficile poter catalogare i suoi mutevoli e vaghi disturbi, ove si eccettui la presenza di queste tumefazioni linfoghiandolari che devono essere attentamente valutate in ambito extra-neurologico per definirne la causa.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#30] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio dottore
Sicuramente farò visionare i linfonodi dal mio medico.
La cosa che ora mi preoccupa è il senso di non avere equilibrio e sbandamenti che continuano e mal di testa pulsante che prende i lati e nuca. Il senso di instabilità è continuo anche da seduto e leggendo su internet ho paura di ictus. Cosa ne pensa? C’è da preoccuparsi? Perché ho difficoltà a mantenere l’equilibrio.
La ringrazio.
Cordiali saluti

[#31] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il disturbo dell'equilibrio non indica che hai avuto un ictus, condizione caratterizzata da ben altri fenomeni clinici. Ciò che ti sta preoccupando non è neppure un disturbo vero dell'equilibrio, ma una condizione promossa dalla tau ansia e che è meglio definire "pseudo-vertigine".
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#32] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio ancora.
Però al momento di quando sono sbandato non avevo ansia, l’ansia e la preoccupazione è arrivata dopo i sintomi. Ho dolore solo alla parte destra della testa e questo senso di instabilità.
Buona serata

[#33] dopo  
Utente 515XXX

Salve dottore
Scusi per il disturbo, i giramenti di testa continuano con senso di continua instabilità che peggiora da in piedi e quando cammino. A volte sbando e ho dolore al collo e testa. Questi sintomi possono avere correlazione con i colpi ricevuti 30 giorni fa circa? C’è da preoccuparsi?
La ringrazio ancora e spero risponda.
Cordiali saluti

[#34] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se continui ad essere così tanto preoccupato, rivolgiti ad un Neurologo che possa rassicurarti, facendoti comprendere che i tuoi disturbi sono solo frutto del tuo stato di ansia.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#35] dopo  
Utente 515XXX

Vabene dottore.
Quindi non può esserci correlazione con i sintomi che accuso ora e i traumi che ho ricevuto un mese fa?
La ringrazio.
Cordiali saluti

[#36] dopo  
Utente 515XXX

Comunque dottore cosa ne pensa di questi linfonodi gonfi?
C’è da preoccuparsi? Perché io cercando su internet trovo solo cause gravi e sono preoccupato. Questo pomeriggio andrò dal mio medico è spero che i linfonodi non siano gonfi perché io non so controllarli.
La ringrazio
Buona giornata

[#37] dopo  
Utente 515XXX

Buongiorno dottore
Vorrei aggiornarla.
1) Ieri sono stato dal mio medico che sbrigativamente mi ha controllato i linfonodi e ha detto che li sente gonfi solo al lato destro del collo, e di aspettare altri 10 giorni, se non passa mi farà fare l’ecografia.
Io non ho sintomi influenzali ne infezioni e sono molto preoccupato per i linfomi e tumori, quest paura è giustificata?
2) ho fatto presente i sintomi di vertigine e senso di instabilità ma non mi ha controllato nulla per questo. Oggi sembra peggiorato anche se ieri andava meglio, da in piedi mi sento instabile come se da un momento all’altro io cada. E sento anche le gambe strane.
Spero risponda.
La ringrazio
Buona giornata

[#38] dopo  
Utente 515XXX

Salve dottore
Ho effettuato la ecografia al collo per i linfonodi gonfi, questo è il referto:
L’esame ecografico del collo è stato effettuato con sonda lineare ad elevata frequenza. In sede sottomandibolare e laterocervicale bilateralmente si osservano piccoli linfonodi del diametro massimo di 13 mm Circa con caratteristiche morfo strutturali indicative della natura flogistico-reattiva. Lungo il decorso dello sterno-cleido-mastoideo, Al terzo inferiore in entrambi i lati, sono presenti due linfonodi delle dimensioni rispettivamente di 16 mm a destra e 15 mm a sinistra, anch’essi con caratteristiche reattive meritevoli tuttavia di controllo tra 30-60 giorni dopo terapia. Nulla carico delle ghiandole sottomandibolari. Tiroide in sede, di dimensioni nei limiti, a struttura omogenea. Trachea in asse di calibro nei limiti
Cosa ne pensa? C’è da preoccuparsi?
La ecografa mi ha dato un antinfiammatorio da prendere.
Cordiali saluti

[#39] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Deve consultare il Medico Curante per questo problema che non è di competenza neurologica
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#40] dopo  
Utente 515XXX

La ringrazio per la risposta.
Volevo chiedere a lei perché sennò dovrò aspettare domani pomeriggio per il mio medico. In base al referto c’è da preoccuparsi?
Buona serata

[#41] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Questo glielo potrà solamente dire il medico che la visiterà
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it