Utente 467XXX
Buonagiorno a tutti.
Alcune premesse: soffro spesso di sinusite, sabato ho preso la pioggia e ho fatto pranzo e cena all'autogrill.
Da domenica pomeriggio continuo ad avere frequenti fitte alla tempia sx, ad altezza occhio circa (il punto cambia leggermente, a volte si abbassa fino alla basetta). Spesso durano un secondo, a volte una decina, non sono fortissime da comunque fastidiose. Inoltre sono accompagnate da un costante senso di nausea e rigurgito acido, e a volte da lieve senso di intontimento. Sono un po' preoccupato... Di che si può trattare?
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è difficile senza una visita diretta stabilire la natura del Suo problema, è possibile essere in presenza di una condizione nevralgica la cui causa è da determinare.
Ne parli inizialmente col Suo medico curante che in base alla visita deciderà poi come procedere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Grazie della risposta.
Ho provato a contattare il mio medico ma non risponde.
Potrebbe essere qualcosa di cerebrale secondo lei?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se per "cerebrale" intende una malattia neurologica importante sembrerebbe poco probabile, l’ipotesi nevralgica resta possibile ma occorre una valutazione diretta che confermi o meno questa ipotesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 467XXX

Intendevo più un'emorragia o ictus - sì sono alquanto ipocondriaco su certi punti. La ringrazio comunque.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

né emorragia né ictus, stia tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro