Una visita neurologica ,il medico ha suggerito una rmn aggiungendo che poteva essere una cefalea

Salve..da qualche anno ( circa 4 o 5) soffro spesso di mal di testa ma in un punto ben preciso che riesco pure a individuare toccandolo..praticamente sopra la tempia dx e si irradia all occhio con conseguente abbassamento della palpebra..a volte noto una cadenza sempre uguale come orario ...il dolore è molto forte ( ma prima lo era di piu) e per fortuna calma e spesso passa prendendo semplicemente la tachipirina che però non penso possa essere presa tutti i santi gg ( poiché in certi periodi non cessa per gg) ...circa 3 anni fa ho fatto una visita neurologica ,il medico ha suggerito una rmn aggiungendo che poteva essere una cefalea appartenente alla famiglia delle cefalee a grappolo( nn ricordo i termini usati di preciso)...Io nn ho mai fatto la rmn per claustrofobia già assodata in passato durante lo stesso esame per altri motivi e quindi sono andata avanti con l ibuprofene e dell olio al mentolo sulle tempie che mi da per un po sollievo( dv comunque coricarmi un po al buio totale) ..da un paio di mesi ho notato una cosa che nn avevo mai preso in considerazione...sono rimasta incinta ma la gravidanza si è fermata a 8 settimane, il fatto è che in quei 2 mesi nn ho avuto nemmeno un gg di mal di testa ma 2 gg dopo il raschiamento eccolo di nuovo..qst mese mi sono imposta di notare in che gg del mese arrivava il mal di testa..arrivato nn pesantissimo 2 gg prima del ciclo e più forte una volta passato, per circa 4 gg..a questo punto penso sia una questione ormonale..volevo chiedere se possono essere entrambe le cose ( ormoni + cefalea a grappolo) e se è normale che senta la tempia dx più gonfia rispetto alla sx ( nn la vena ma proprio la tempia) grazie e scusate per quanto mi sono dilungata
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Signora,

alcune caratteristiche della cefalea che ben descrive sono tipiche della cefalea a grappolo (periodicità dell'orario d’insorgenza, ptosi palpebrale), altre invece meno, per es. l’efficacia del paracetamolo (tachipirina) di solito inefficace in questo tipo di cefalea, peraltro molto rara nel sesso femminile.
L’associazione invece con fattori ormonali (ciclo mestruale e gravidanza) orienterebbero per una forma emicranica, non essendo state trovate strette correlazioni tra la cefalea a grappolo e ormoni sessuali femminili, a meno che l’interessamento ipotalamico primariamente coinvolto nella cefalea a grappolo non causi un disturbo dell'asse ipotalamo-ipofisario influenzando quindi l’assetto ormonale femminile (ipotesi poco probabile considerato che nella donna è una condizione molto rara).
In ogni caso però mi pare che non abbia mai praticato una terapia farmacologica di prevenzione che in alcuni periodi sarebbe stata ampiamente giustificata.
In atto con quale frequenza si manifesta il problema?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la risposta tempestiva ...in quest ultimo mese le ribadisco che il dolore si è presentato per circa 4 gg dopo 2gg dal raschiamento ( avuto il 1 dicembre) e sempre verso le 14 30 del pomeriggio (Ma non ha la stessa cadenza in tutti i periodi, a volte la noto, altre no) ...ho avuto il 1 ciclo gg 29 E mal di testa il 27,28,2,3 gennaio e fino a questo pomeriggio...sempre il pomeriggio ...aggiungo che mi capita spesso di averlo nei gg in cui mi sveglio più presto ( cosa che confonde le mie conclusioni ) ma magari in quei gg non facevo caso di essere vicino al ciclo ..pensa che dovrei indirizzarmi verso una rmn o magari una visita endocrinologica?
Ps mi può spiegare cosa intende per terapia di prevenzione? Grazie mille di nuovo
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Signora,

le caratteristiche d'insorgenza, almeno ultimamente, sarebbero tipiche dell'emicrania mestruale e/o mestruo-collegata. Indirizzerebbero ugualmente verso una forma emicranica anche quelle cefalee che sono insorte quando si sveglia prima perché l'emicrania può essere in alcuni casi anche una patologia del cambiamento, ripeto può, per cui in alcuni soggetti può insorgere durante una situazione che non fa parte della routine quotidiana, per es. emicrania da weekend.
Per terapia di prevenzione s'intende quella terapia che va praticata tutti i giorni per lunghi periodi, settimane o mesi secondo le varie forme cliniche, e non è a base di antidolorifici. Può fare eccezione la terapia di prevenzione dell'emicrania mestruale pura che alcuni colleghi possono trattare, off-label, con triptani per circa sei giorni.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Cpt grazie mille ...Quindi cmq escluderebbe qualcosa di grave ..ho pure pensato ad un tumore all ipofisi ..e cmq si, in effetti nn ho mai fatto nessun tipo di terapia ,fra qlk giorno ho una visita endocrinologica perché soffro di ipotiroidismo subclinico e voglio esporre qst problema al medico ,dopodiché intendo fare una rmn che ho finalmente trovato aperta e spero di poter trovare una soluzione definitiva ...la ringrazio di nuovo
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Di nulla.

Dopo la visita endocrinologica si rivolga però ad un neurologo esperto in cefalee.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Mille grazie,seguirò il suo consiglio, scusi se puntualizzo ma dalla sua risposta presumo non pensa che sia un tumore all ipofisi ,mi sento un po stupida a chiederlo ma ho qst piccolo dubbio di nuovo grazie
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Signora,

quali elementi Le possono fare sospettare un tumore all'ipofisi? Forse qualcosa che ha dimenticato a riferire?

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Non so forse il collegamento ormonale della cefalea ,gli sbalzi alla tiroide( E noduletto),altri miei problemi durante il periodo che va dall ovulazione al ciclo( debolezza forte che mi fa quasi svenire che è iniziata dopo una miomectomia e che ho "risolto con integra tori di magnesio in quei gg) e poi anche la localizzazione del dolore( penso si trovi lì l ipofisi) e ancora( nn so se c è collegamento tra tutte qst cose ) i piccoli fibroadenomi al seno..grazie mille
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Signora,

sinceramente non trovo elementi che possano essere correlati con neoplasie all'ipofisi, peraltro la grande maggioranza delle quali è benigna (adenomi ipofisari, micro e macro).
La RM encefalica che effettuerà fugherà ogni dubbio.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#10]
dopo
Utente
Utente
Mille grazie per la disponibilità e la celerità delle risposte..saluti
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Di nulla.

Se vuole può farmi sapere eventuali sviluppi del caso.

Buon fine settimana

Dr. Antonio Ferraloro

[#12]
dopo
Utente
Utente
Si certo la terrò aggiornato

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio