Utente 525XXX
Buongiono, dopo un forte attacco di panico( il primo per me) dovuto ad una situazione di grande stress, ho iniziato a sentire giorno dopo giorno strani sintomi tra cui: sensazione di freddo e ipersensibilità al freddo sulla mano sinistra e sulla gamba sinistra a volte anche ginocchio, gamba e mano destra(ma con molta meno frequenza) nonostante gli arti siano irrorati, parte sinistra del volto tirata, vertigini, astenia, difficoltà di concentrazione, una leggera difficoltà ad esprimermi, un peggioramento nel mio acufene, e lingua poco sensibile e difficoltà a dormire. Due giorni prima avevo eseguito una RM encefalo con contrasto che rivelava tre microiperintensità che a detta del neuropsichiatra che mi sta seguendo sono completamente aspecifiche. Lo stesso neuropsichiatra primario specializzato in neuropatie degenerative dopo 3 visite mi ha assicurato che non sono necessari altri accertamenti e che sono sintomi derivanti da una situazione di ansia, depressione, ipocondria, sindrome ossessiva, risolvibile con una cura con psicofarmaci che ho iniziato da poco (ora olanzapina e pregbalin e alprazolan). Gia nel 2013 mi era stata diagnosticata una sindrome ansioso depressiva da un altro neuropsichiatra alla cui cura però non ho dato seguito.
Ho eseguito esami del sangue, del fegato, della tiroide, fisiatra per problemi alla cervicale, otorino per acufene, ECG, per ora tutti con risultati negativi. Dopo un ulteriore attacco di panico recente mi è stata suggerita dal medico dell'ospedle una terapia di torecan per le vertigini e ibuprofene (forse douto al fatto che ho menzionato di aver ricevuto una leggera storta al collo ) da associare agli altri farmaci e un controllo audiovestibolare.
Associare tutti questi farmaci secondo voi è corretto?
Suggerite che io faccia altri accertamenti?
Olanzapina mi sta creando molti problemi, dovrei chiedere un farmaco sostitutivo?

Vi ringrazio in ancitipo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia descritta è compatibile con la diagnosi fatta.
A distanza non possiamo consigliare farmaci o loro dosaggi o variazioni di terapia.
Mi pare di capire che da pochi giorni ha iniziato la terapia, per cui eventuali effetti collaterali sono ovviamente possibili, tuttavia dovrebbero tendere a regredire spontaneamente in un paio di settimane.
In ogni caso, se i sintomi sono invalidanti lo riferisca allo psichiatra che valuterà come procedere, cioè se aspettare che il problema si risolva spontaneamente o se sostituire il farmaco.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 525XXX

Grazie della risposta.
Mi disturbano soprattuto le vertigini la confusione e le sensazioni di freddo pungente. Si, l'ho iniziata da due giorni con dosaggio molto basso ma olanzapina sembra amplificare molto in modo negativo la sensazione di confusione. Avevamo provato in precedenza con un SSRI e un ansiolitico ma con scarsi risultati, anche se per un periodo forse troppo breve 1 mese e 10 giorni: potrei richiedere di nuovo una simile terapia. Domani sentirò lo specialita e chiederò qualcosa di alternativo e meno invalidante.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Bene, è la soluzione migliore in quanto lo specialista in questione può prendere i provvedimenti del caso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 525XXX

Ho sentito lo specialista e lui insisite che io continui con olanzapina nonostante gli effetti collaterali. Dice che la dose andrà inoltre aumentata in futuro. Mi è stato dato un antiemetico da prendere per combattere i giramenti di testa e la sensazione di confusione.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

col tempo questi sintomi dovrebbero attenuarsi.
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 525XXX

Una cosa che non ho menzionato al neurologo, tempo fa ho avuto un paio di episodi del morbo di reynaud, dita cianotiche gialle al freddo. Questo può essere influente sulla diagnosi? Dovrei fare accertamenti a proposito?

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, il problema è indipendente dalla diagnosi, ne parli col Suo medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 525XXX

Sto continuando con l'olanzapina, e durante l'ennesimo attacco di panico di due giorni fa ho sentito una forte tensione momentanea nei muscoli dietro al collo, subito sotto il cranio. Da quel momento mi sembra che sia tutto ancora più confuso, vertigini, difficolta al dialogo, perdite di memoria e uno stato di quasi di ebrezza e dormiveglia e di stanchezza generalizzata.
Potrebbe essere una contrattura alla cervicale? Dovrei fare qualche accertamento? Preciso che ho fatto una visita fisiatrica 10 giorni fa che è risultata negativa senza però aver mai fatto tac ne risonanze alla cervicale.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una contrattura dei muscoli cervicali è possibile ma per avere un quadro chiaro della colonna cervicale una RM è l’esame più indicato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 525XXX

Grazie del suggerimento, tuttavia non so se il mio medico sia disposto a prescrivermi una RM cervicale subito dopo averne fatta una alla testa. Dovrei insistere? Oltretutto mi da pensiero questa ipersensibilita al feddo localizzata a mano ginocchio e piede sinistro e a volte anche destro. Possono avere natura psicosomatica o cenestopatica? Mi sembra strano in quanto sono localizzare in punti precisi del corpo e non generalizzate. Lho chiesto al mio neuropsichiatra che però è adamantino e insiste per non fare ulteriori controlli.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nel post precedente ho risposto alla Sua domanda indicando qual è l'esame più completo per studiare la colonna cervicale, con questo non voglio dire che deve effettuare la RM di cui al momento può farne a meno.
Gli altri sintomi possono essere di tipo psicosomatico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 525XXX

Va bene grazie, avevo frainteso il messaggio. Ho altri dubbi: Il sintomo psicosomatico non dovrebbe essere associato ad un momento di ansia intensa? I sintomi che ho elencato sono presenti praticamente sempre presenti e mi sembra dipendano più che altro da quanto mi muovo e quanto sono esposto al freddo rispetto al mio stato d'animo del momento. Ho l'impressione che i sintomi siano andati peggiorando e aumentando a cascata dopo il forte attacco di panico avuto tempo fa. Olanzapina dovrebbe combattere questi sintomi o potrebbero restare anche una volta raggiunta la dose massima?

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

perché si manifesti un sintomo psicosomatico non necessariamente bisogna attraversare un periodo stressante o essere consapevoli di essere ansiosi, può manifestarsi anche in pieno benessere, così come spesso capita con gli attacchi di panico.
L'intensificazione dei disturbi in seguito all'attacco di panico rafforzerebbe l'ipotesi psichica, che comunque resta un'ipotesi a distanza.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 525XXX

Buongiorno, I disturbi sono notevolmente peggiorati, particolarmente le vertigini, il giramento di testa e la nausea. Riesco a stare bene praticamente solo sdraiato ma sono comunque molto confuso e fatico a concentrarmi. Inoltre le analisi del sangue mostrano un valore di ANA di 1:640 e una ves di 25. Martedì ho una visita da un reumatologo, cosa potrebbe essere che mi causa questi sintomi?