Utente 461XXX
Salve sono un ragazzo di 21 anni, da piccolo verso i 3 anni ho sofferto del piccolo male guarito per un pò per poi ritornare verso l età dello sviluppo 13 14 anni. cosi iniziate le scuole superiori ho ricominciato a prendere farmaci depakin 500 depakin 300 migliorando la situazione infatti sono quasi 10 anni che non ho assenze. Oggi sto benissimo e faccio una vita normale , pratico palestra e guido ma ahimè l'eeg presenta anomalie elettriche punta onda nella fase di iperapnea di 4-6 secondi circa. Ho provato numerosi farmaci in questi anni per far scomparire queste anomalie , topamax frisium zarotin e l ultimo provato è exitelev 3000 ma purtoppo non ha funzionato, la scarichetta si è allungata dai 4 ai 6 secondi nell'ultimo controllo . Nel mio eeg da quando non ho più le assenze risultano sempre queste anomalie chiamate dal mio medico scarichette elettriche inoltre non ci sono mai riscontrati grossi miglioramenti, la cosa molto strana oltre a non avere sintomi durante l attività quotidiana è che durante queste fasi in iperapnea non presento sintomi , lo conferma la videoregistrazione e l'audio infatti mi si sente inspirare e espirare , l unico fastidio che ho avuto sono stati gli effetti collaterali di alcuni farmaci. Ora devo sentire il medico perchè vuole provare con un altro farmaco e inoltre vuole che faccia un prelievo da mandare in un centro a troina per la ricerca genetica. Io e i miei siamo molto seccati perchè non ce ne siamo più usciti da questa situazione con tutto l utilizzo dei farmaci e io sono molto seccato anche per il mio futuro lavorativo e spero che nuovi farmaci non mi apportino variazioni di peso com'è successo in passato, infatti potrei essere penalizzato da alcuni concorsi. Insomma stiamo curando il tracciato non me infatti il mio medico ancora non vuole sospendere la terapia finchè il tracciato non sarà pulito al 100%. Queste anomalie potrebbero essere epilettiche , nel senso che se non curate potrebbero riprodursi per poi trasformarsi in grande/piccolo male? oppure magari è un anomalia cronica dovuta all iperventilazione? mi devo quindi rassegnare a tentare farmaci finchè il tracciato risulti pulito ? oppure a prenderne a vita se il tracciato rimane sempre cosi ? una sospensione della terapia magari con controlli più frequenti potrebbe effettivamente verificare se è una cosa che ormai non va più via oppure che si potrebbe sviluppare ? mi consiglia magari di andare in qualche altro centro specializzato magari anche al nord per farmi più controlli? "dato che i farmaci non funzionano" vorrei che questa situazione si risolva al più presto con o senza farmaci sia per me che per il mio futuro lavorativo, e so che queste sono terapie lunghe ma sono anni che tentiamo e ritentiamo senza successo e di farmaci ne ho presi tanti . grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

innanzitutto Le dico che la terapia che sta praticando (quale e con quale dosaggio?) sta dando ottimi risultati considerato che da quasi 10 anni non ha più assenze. L'efficacia di una terapia antiepilettica si valuta infatti con il controllo delle crisi.
L'EEG può restare alterato, anche in maniera lieve, ma questo non significa che il farmaco non funzioni.
Nel Suo caso le brevi e lievi anomalie sono riscontrate solo durante l'iperpnea, il tracciato di base è normale.
E' seguito da un Centro per lo studio e la cura delle epilessie?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 461XXX

L ultima terapia è stata appunto l extilev 3000 ma secondo il mio neurologo non ha funzionato nel senso che ci sono queste anomalie in iperapnea lui come ho detto prima vuole che il tracciato sia pulito al 100%

[#3] dopo  
Utente 461XXX

L obbiettivo del neurologo è far scomparire le anomalie in iperapnea in questo momento ma che putroppo non se ne vanno nemmeno con i farmaci comunque io e i miei vorremmo magari cercare qualche centro specializzato

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente, l'efficacia di un farmaco antiepilettico si valuta con il controllo delle crisi e non con l'esito di un EEG, per cui nel Suo caso i farmaci utilizzati hanno dimostrato tutti la loro efficacia non avendo Lei crisi da quasi 10 anni.
Riguardo un secondo parere, Le avevo chiesto se è seguito da un Centro per lo studio e la cura dell'epilessie proprio in funzione di consigliarLe un secondo parere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 461XXX

Però mi scusi dottore io posso andare a tentoni per sempre con i farmaci , la mia domanda è un tracciato per forza deve essere pulito al 100% cosa potrebbe comportare una sospensione della terapia queste anomalie potrebbero riprodursi ? Ok che non ho più crisi però lui mi ha dato questi ultimi farmaci per pulire il tracciato , il levitaceram l ho iniziato ad aprile come terapia è il tracciato è sempre uguale ecco perché ha detto che non ha funzionato comunque no non sono seguito da un particolare centro

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una sospensione molto graduale della terapia antiepilettica con tracciato EEG del Suo tipo potrebbe non causare nulla ma ovviamente non si può avere la certezza, così come un tracciato "pulito", anche se riduce la probabilità di nuove crisi non garantisce del tutto da una recidiva.
Come vede, il problema è complesso.
Le consiglio di rivolgersi ad un centro specializzato in tal senso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 461XXX

Purtroppo è un problema veramente complesso speriamo che con un nuovo farmaco si pulisca questo tracciato valuterò magari qualche centro specializzato grazie per le informazioni e speriamo bene

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro