Utente
Buonasera dottori,
Faccio questo consulto perché sto attraversando un periodo particolarmente intenso tra ansie pre-esame all’universita e stress lavorativo.
Dopo un fenomeno di pressione alta, nell’ultima settimana mi sto aiutando con delle goccine di tranquirit ( ne feci già uso in passato a causa di un periodo molto ansioso ), conduco e svolgo le mie giornate benino e il pensiero di star prendendo ancora quella robaccia un po’ mi rende triste, deluso da me stesso.
In ogni caso, è da 3 giorni che mi capita 1/2 volte al giorno di avere spasmi muscolari sotto l’occhio sx, non nella palpebra ma diciamo sulle occhiaie .
Secondo lei è duvuto al periodo stressante?
Effettivamente non dormo neanche bene, svegliandomi spesso durante la notte e girandomi e rigirandomi nel letto.

È sempre il solito stress oppure secondo lei dovrei approfondire questa cosa col mio medico?
La ringrazio per l’attenzione e le auguro una buona serata

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

sinceramente non vedo motivi di preoccupazione, ritengo siano spasmi muscolari, peraltro sporadici, causati da ansia e stress.
Stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottor Ferraloro,
Ultimamente è un periodo piuttosto stressante e ansioso per me, soffro sempre di cervicale e ieri ho probabilmente ho preso un po’ di freddo perché sono stato al mare, sta mattina però mi sono svegliato bene, ho camminato un po’, ho guardato un film, ho pranzato e poi ho fatto qualche esercizio a corpo libero, dopo un po’ ho iniziato a vedere male dagli occhi, cioè la luce mi infastidiva e la mia vista era disturbata , questo fastidio è durato pochi minuti e poi, scrocchiando diverse volte il collo, adesso mi fa male la testa, e in particolar modo dietro la nuca, nella parte sinistra del capo, dagli occhi fino a dietro, non è un dolore insopportabile però fastidioso, sono anche un po’ in ansia in quanto spaventato penso a qualcosa di grave, non ho alcun tipo di problema motorio o di coscienza.
Grazie per il tempo dedicato

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da quanto scrive, la sintomatologia sembrerebbe assimilarsi ad una cefalea tensiva, nulla di grave. Se dovesse persistere ne parli col Suo medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore,
Le scrivo perché dall’ultimo consulto rispettivamente giovedì e stamattina, ho avuto lo stesso problema visivo:
Cioè la visione disturbata da sfarfallii di luce che iniziano da una piccola parte per poi occupare più spazio nel campo visivo, è molto fastidioso e il tutto dura un paio di minuti, per poi svanire e lasciare solo un mal di testa proveniente sicuramente dal collo, esattamente dalla cervicale, probabilmente a causa della postura scorretta che assumo a lavoro, da fresco oppure dalla tensione che accumulo giornalmente in quanto sono un tipo piuttosto ansioso, ho cercato su internet e ho letto tra le possibili cause il distacco della retina, io ho fatto l’ultima visita oculistica 1 anni e mezzo fa, e oltre una leggera miopia tutto è ok.
Secondo lei è qualcosa di grave che potrebbe essere collegata al cervello o comunque alla vista?

L’unica cosa che ho notato è che o prima/durante/dopo questo evento mi viene mal di testa nelle tempie e mal di collo/spalle.
Cosa consiglia di fare?
La ringrazio e le auguro una buona giornata

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalla descrizione che fa non escluderei un'emicrania con aura, gli elementi che riferisce sarebbero compatibili con questa condizione. In tal caso lo specialista di riferimento è il neurologo, pertanto è indicata una visita neurologica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Dottor Ferraloro,
Ho letto un po’ qualcosa su internet sull’emicrania con aura ed è esattamente quello che mi capita a me, adesso ho mal di testa nella parte frontale destra, però è un dolore leggero, senza nausea per adesso, volevo chiederle se è una condizione piuttosto comune oppure no, non quali possono essere le cause/conseguenze.
Io ormai sarà un anno che ad intermittenza ho problemi col collo, potrebbe essere la cervicale il motivo scatenante?
La ringrazio ancora e non le nascondo che sono un po’ preoccupato.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'emicrania con aura non ha una causa nota, spesso un fattore scatenante può essere lo stress ma sono frequenti i casi in cui non si trova evidenza di questi fattori che poi non sono in ogni caso la causa.
Problemi cervicali non sembrano essere tali.
Le ricordo che questa è solo un’ipotesi a distanza, non una diagnosi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Grazie per la pronta risposta,
so bene che questo è solo un consulto a distanza, infatti il prima possibile ne parlerò con il mio medico di base e vedremo il da farsi, in ogni caso vorrei capire meglio se è un qualcosa di grave o un campanello d’allarme per qualcosa di altrettanto grave, ovviamente sempre se si tratta di emicrania con aura..
Come le ho detto sono un po’ ansioso quindi mi scuso per la pesantezza
Buonagiornata

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nulla di grave ma bisogna avere una diagnosi corretta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Grazie per la risposta Dottor Ferraloro, sono più tranquillo, anche se ho letto che chi soffre di emicrania con aura, ha un rischio più elevato di andare incontro ad ictus o infarti, è vero?

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se si eliminano altri fattori di rischio (ipertensione, colesterolo e trigliceridi alti, iperglicemia, fumo di sigaretta, nelle donne pillola anticoncezionale) il rischio non è alto, può addirittura essere trascurabile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Ferraloro,
Dopo l’episodio di ieri, il secondo in una settimana e il terzo in 2 settimane, di emicrania con aura, ho sempre il terrore che mi possa venire da un momento all’altro e questa cosa non mi lascia vivere serenamente le mie giornate, ho fatto un po’ di mente locale e ricordo che anche da ragazzino mi capitava raramente di avere questo tipo di cefalee, nell’adolescenza non ricordo di aver sofferto di queste emicranie, fino ad arrivare ad oggi, sono molto preoccupato perché io da oltre 1 anno sto avendo dei problemi con la gestione dell’ansia, fattore che mi ha portato a fare un sacco di visite mediche, tra qui una neurologica, molte cardiache, una agli ormoni, diverse al sangue e anche agli occhi e alle orecchie, insomma tutto è risultato ok e la diagnosi è sempre stata la stessa, ansia e stress.
Non ho avuto una vera e propria cura, cioè assumo tranquirit quando ne ho bisogno e ultimamente, specie in queste due settimane dove ho lavorato 8/12 ore al giorno, le ho usate per dormire meglio.
A gennaio ho avuto un episodio di pressione alta, a causa sempre di stress e ansia, perché per 2-3 mesi mi sono rifiutato di utilizzare quelle goccine, andato dal medico di base, lui mi prescrisse dei beta bloccanti, da assumere mezza pillola una volta al giorno, insomma voleva curare la mia ansia e il mio stress con i beta bloccanti, io non ho un buon rapporto con i medici, specie col mio di base, vado subito in agitazione, infatti gli risultò la pressione alta.
Nei giorni seguenti presi con regolarità le goccine, che pian piano poi smisi di assumere, e controllai per oltre un mese la mia pressione a casa o in farmacia, ogni giorno più volte al giorno, ed era sempre più che ottima, 115/65 o 120/70, inoltre ho iniziato una dieta per mangiare più sano anche se non sono particolarmente grasso, sono in sovrappeso ma di 5 kg, nulla di invalidante, inoltre non fumo, bevo nelle occasioni che possono essere tipo 1 volta al mese, conduco una vita stressante sotto la sfera lavorativa e di studi, spesso è difficile combinare le due cose e in più ritagliare momenti per me, nell’arco della giornata, quindi conduco una vita piuttosto sedentaria anche se almeno 1 o 2 volte alla settimana faccio lunghissime camminate ed esercizi fisici.
Il punto Dottor Ferraloro è il seguente:
Secondo lei l’emicrania con aura può essere l’ennesimo campanello d’allarme che mi dice di iniziare ad assumere i beta-bloccanti? In quanto è correlato ad ictus?
So già che andare dal mio medico di base sarà controproducente per me, dato che è un tipo che cura l’ansia coi farmaci e io non voglio assolutamente a 21 anni iniziare ad assumere beta-bloccanti per problemi legati alla gestione di ansia o stress.
Inoltre le volevo chiedere se la comparsa così frequente dell’emicrania con aura di questa settimana può essere collegata al troppo stress lavorativo, dato che questa settimana ho solo lavorato e dormito, rinunciando allo studio e al tempo libero, e magari anche al freddo e alla postura scorretta che ho assunto giornalmente costantemente per appunto tutte quelle ore.
In famiglia non ci sono stati episodi di ictus, cioè alla mamma di mia nonna so che è venuto, non so se è rilevante, per quanto riguarda altre patologie, mia madre e mia nonna sono due soggetti molto ansiosi, ma che io sappia non soffrono di mal di testa o emicrania.
So bene che questo è un consulto a distanza e quindi ci sono infiniti limiti, però ne ho parlato a casa e lunedì prenoteremo una visita neurologica in ospedale ma lei sicuramente sa quanta attesa c’è, ed io nel frattempo vorrei cercare di vivere le mie giornate tranquillamente senza dover pensare sempre che io sia a rischio di ictus o che questa emicrania sia collegata ad una condizione grave..
La ringrazio anticipatamente del suo tempo e mi scuso per la mia pedulanza , però davvero non so come smettere di pensarci.
Arrivederci

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'emicrania con aura è corretto trattarla farmacologicamente con terapia di prevenzione nei periodi di maggiore frequenza degli attacchi.
Lo stress è uno dei fattori scatenanti più frequenti, non la causa che, come Le dicevo, è sconosciuta.
Le ricordo pure che non ha ancora una diagnosi definita ma solo un'ipotesi diagnostica.
Ritengo importante affrontare pure il disturbo ansioso che tanto La condiziona.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
D’accordo Dottor Ferraloro,
Lunedì prenoterò una visita neurologica il prima possibile, nel frattempo cercherò di rilassarmi ed evitare di stressarmi troppo, in questa settimana è sempre andato via con un oki, il mal di testa, nel caso dovesse ripresentarsi utilizzo questo?

Può capitare un po’ a chiunque nell’arco della vita di avere emicranie con aura?
Oppure è una condizione rara ?

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'emicrania con aura non è rara e si manifesta in soggetti predisposti. La terapia di prevenzione non si basa su farmaci antidolorifici. In caso di cefalea importante si può assumere un antidolorifico ma senza abusare, solo quando il dolore è intenso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro