Utente 519XXX
Gentili Dottori,
non sono certo dell'adeguatezza della sezione in cui scrivo, spero che sia corretta. Poco più di un anno fa, in seguito ad un evento fortemente stressante (ho temuto per la mia vita) ho passato un periodo di 2/3 settimane in cui mangiavo e dormivo pochissimo ed ero soggetto a fortissima ansia (non riuscivo a stare fermo). In quel periodo mi sono comparse parestesie diffuse un po' ovunque e pizzicori, simili a quelli provocati dalla pelle fredda a contatto con acqua tiepida. Contemporaneamente il colesterolo ldl, che avevo sempre avuto sotto 100 (le ultime analisi risalivano proprio ai giorni dell'evento) è salito a 180 (nel giro appunto di 2/3 settimane). Nel corso di quest'anno mi hanno fatto eseguire ecodoppler carotideo (perfetto) ma, avendo cambiato due medici, nessuno sembra aver più preso sul serio questi miei sintomi. A distanza di più di un anno il colesterolo è sceso un po' (160 all'ultima analisi) ed anche pizzicori e parestesie che però restano presenti e si acutizzano un po' a intervalli. Inoltre al risveglio ho spesso le braccia addormentate. Mi chiedevo se quello stress possa aver creato questa situazione e se esistono esami che posso fare per determinarlo ed eventualmente quali specialisti devo consultare per questo genere di situazione.
Vi ringrazio per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

solitamente le parestesie generalizzate riconoscono un'origine ansiosa e/o da stress. Se così fosse è possibile che il periodo fortemente stressante che ha vissuto possa averle determinate.
Questa è un'ipotesi a distanza che va verificata mediante una visita neurologica che, nel Suo caso, è senz'altro consigliata.
Riguardo i livelli di colesterolo, si rivolga al Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro