Utente 372XXX
Gentili Dottori,

in seguito a delle cure per una prostatite (ciproxin 500 mg due vole al dì per 12 giorni) ho accusato forti problematiche di stomaco. Ho interrotto la cura, contestualmuente assumendo pariet sotto controllo del gastroenterologo per poi farne una nuova con cefixoral per 14gg e topster supposte, sempre su indicazione del mio urologo; ad un mese dall’interruzione del ciproxin ed ad una settimana dalla fine delle cure con cefixoral, ho iniziato ad avvertire fotofobia (visita oculistica non ha rilevato anomalie), ipotensione (io che ho 120 80 da sempre), brividi e una fortissima stanchezza, intolleranza al freddo, sensazione di freddo esagerata nelle mani al tatto (come quando si ha la febbre) e soprattutto da pochi giorni dolori ai piedi crampi molto forti alle gambe (pur senza fare sport). Da due giorni sento anche le braccia molto stanche e sono iniziati torpori alle mani, dolori alle mani e alle braccia e fatica a stringere le mani sugli oggetti. Ho prenotato una visita dal neurologo che è fra dieci giorni, mentre il mio medico di base, riferite le problematiche, mi ha prescritto una eletrromiografia alle braccia che è fra 11 giorni. Siccome ho letto nel bugiardino che il ciproxin può portare neuropatie periferiche e visto il rapido espandersi dei sintomi dalle gambe alle braccia (il che mi terrorizza) e che ho perso molta massa muscolare in un mese mi chiedo:
1. Dal momento che credo più si aspetta, nel caso si tratti effettivamente di un problema neurologico, più è difficile recuperare l’integrità del nervo, posso aspettare dieci giorni o devo recarmi in un pronto soccorso?
2. Se la risposta è no, in che casi ci si deve recare (es. svegliarsi con piede paralizzato o mano che non risponde o altro)?
3. In questo periodo di incertezza devo astenermi da sforzi oppure muovendomi meno rischio di peggiorare la situazione?
4. ed ancora, può essere il ciproxin ad avermi dato una sorta di intossicazione?

Grazie infinite e scusate per la prolissità

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
la ciprofloxacina può causare, tra gli altri effetti collaterali, molto di rado anche una polineuropatia, che è caratterizzata da una sintomatologia abbastanza evidente e che è prontamente riconosciuta. Pertanto, il mio consiglio è che se accusa la persistenza di quelle manifestazioni che ha descritto nella richiesta di consulto, sarebbe opportuno recarsi in Ospedale per farsi valutare al riguardo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 372XXX

Grazie per la risposta,
in effetti visto il perdurare dei sintomi ho effettuato una visita neurologica che è risultata fortunatamente negativa. Il neurologo mi ha comunque prescritto una rmn encefalo e midollo spinale che per sicurezza che eseguirò a breve. Sull'eventuale causa dei sintomi rilevava la neurotossicità dei farmaci che ho assunto, tranquillizzandomi sul fatto che non assumendoli più gli eventuali danni neurologici sarebbero rientrati. Gli esami del sangue evidenziano la creatininemia un po' alta 1,22.
Volevo ancora chiederle, se possibile, se 500 mg per due volte al d' di ciproxin assunto per 12 giorni è una dose in grado di essere molto tossica per i nervi oppure potrei essere io un soggetto particolarmente sensibile.
grazie

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il dosaggio indicato rientra negli schemi posologici prescrivibili per questo antibiotico. L'evento avverso dipende dalla tolleranza individuale.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 372XXX

grazie Dottore