Utente 522XXX
Salve buongiorno.Da circa 5 mesi che avverto sotto la pianta del piede dx una sensazione di gonfiore o ispessimento ma a vista il piede non ha alterazioni.Da circa un mese anche sotto l' il piede sinistro.In alcuni momenti ruvidita' in appoggio e pizzicore e piccoli bruciori sotto e sulle dita.Questo fastidio e' nella parte sotto l'avanpiede.Un EMG eseguita circa 3 m fa era negativa lo stesso per esame circolazione del sangue.Ho dolori lombali in settembre ho eseguito un intervento discolisi percutaneo non invasivo L5 S1 a seguire 4 sedute di ozono che ho sospeso.Domanda: potrebbe dipendere da compressione lombale? Una nuova RM di pochi gg fa :Segni di spondilosi e di artrosi interapofisiaria,ipertrofia delle apofisi articolari in L4 L5 ed L5 S1 con moderata riduzione laterale del calibro del canale spinale.Fenomeni disidrativi discali.Impressioni discali intraspongiose di schmori sulle limitanti somatiche affrontate in L1 L2 .A tale livello piccola ernia discale posteriore mediana con segni di fissurazione anulare.In L3 l4 ampia protusione discale posteriore con impegno foraminale bilaterale.In L4 L5 ampia protusione discale posteriore con impegno di entrambi forami neurali ridotti su base artrosica.In L5 S1 bulding discale.Non evidenti alterazioni di segnale sul cono midollare.Volevo aggiungere che ho 51 anni faccio il tassista e non riesco ne a guidare e cammino con difficolta sempre per i fastidi sotto le piante piedi.Grazie attendo una Vs gentile risposta.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
il disturbo a carico di ambedue i piedi impone di considerare innanzitutto una possibile causa di natura vascolare; ciò potrà essere accertato mediante un esame Doppler. Occorre valutare poi l'aspetto metabolico, con particolare riferimento al diabete. Infine, dovrebbe essere valutato da un punto di vista locale, da un Ortopedico. Se da queste valutazioni emerge un quadro che rientra nella norma, occorre riconsiderare il profilo neurologico, anche ripetendo un nuovo esame EMG.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 522XXX

Gentile dottore La ringrazio innanzitutto per Sua celebre risposta.Nel mese di luglio effettuai ecodopler arti inferiori prima di intervento non invasivo percutaneo L5 S1 con esito negativo da analisi fatte non emerge diabete.Con visita ortopedica fatta al Rizzoli di Bologna mi nel mese scorso mi diceva che potrebbe tratrarsi di radicolopatia.Di fare Palestra posturale e allungamenti.Ma mi scusi del dubbio da profano se fosse non dovrebbe farmi male coscia gamba e' possibile solo pianta plantare altezza attaccatura metatarsi dita cioe' sentire sensazioni di gonfiore e irritazioni.

[#3] dopo  
Utente 522XXX

Volevo se possibbile avere un parere sulla mia domanda in base alla risposta precedentemente avuta.Cio naturalmente se possibbile.Vi ringrazio anticipatamente e resto in attesa.

[#4] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La RM non parrebbe mostrare una condizione evidente di conflitto disco-radicolare; ad ogni buon conto, potrebbe essere dirimente eseguire un esame elettromiografico all'arto inferiore coinvolto.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it