Utente
Buongiorno dott. Ferraloro, scrivo a lei , nel caso in cui mi risponderà, per via di alcuni sintomi e della sua risposta a questo consulto simile al mio : https://www.medicitalia.it/consulti/neurologia/361486-dolori-e-stanchezza.html . Da un anno presento la stanchezza cronica , i dolori e il resto dell'utente, praticamente via via i muscoli sono rimasti contratti in tutto il corpo e presentano dolorabilità e affaticamento . In generale io ho affaticamento. Di preciso la mia sintomatologia è però iniziata con questa stanchezza e fatica e, ho scoperto poi, con una sensazione come di febbre e di influenza durante la sindrome premestruale divenuta acuta. Ho appurato di non avere mai alcuna febbre e che tale sensazione pare sia normale con la sindrome premestruale, per chi ne soffre, durante la quale può capitare che la temperatura arrivi a 37,1 un po' prima del flusso mestruale. Inizialmente il mio medico di base pensava a virus e feci l'emocromo che invece risultò normale. l'affaticamento invece permane sempre e contrazioni e dolori ai muscoli anche, ma durante la sindrome premestruale in cui si accentua ogni cosa ho anche dolori più intensi e come spasmi soprattutto ai muscoli di spalle, collo e testa, al limite del crampo. Non ho emicrania , se non raramente, ma piuttosto dolori e contrazioni ai muscoli della testa, anche intorno agli occhi. Ciò mi ha portato a non camminare e muovermi come un tempo e ora faccio più fatica anche a fare due passi, perciò ho aperto un altro consulto per vedere come rimettermi in forma. Nel tempo ho eseguito esami tutti negativi, fra cui visite, due ecg, controllo pressione, esami ematochimici di base e anche ricerca degli ormoni, compresi quelli tiroidei, eco alla tiroide, malattie autoimmuni, VES, PCR ecc. Tutto nella norma. Al di fuori della sindrome premestruale,durante la quale soprattutto ho un'intensa sudorazione ( in particolare notturna) e sensazione di calore e di brividi ed un rossore in viso, nonostante le contratture muscolari riesco però almeno a camminare senza grande affanno. Poiché , sempre durante la sindrome - per la quale ormai sto male almeno dieci giorni al mese- ho presentato anche parestesie poi scomparse insieme ad una sorta di causalgia feci una visita neurologica all'ospedale , negativa, con il consiglio di un EMG mai effettuata per via della scomparsa dei fenomeni. Ho avuto anche il fenomeno di raynaud, per il quale ho effettuato una visita negativa da un chirurgo vascolare, e un certo bruciore e dolore della pelle ogni tanto e la dolorabilità se faccio pressione all'attaccatura dei muscoli del torace e, in particolare, in un punto alle costole sotto al seno. La domanda : dato che non ho mai ricevuto diagnosi, saprebbe indirizzarmi almeno verso un'esclusione di malattie neuro muscolari? Personalmente penso alla fibromialgia e alla fatica cronica, lei potrebbe confermare questa ipotesi? Il medico di base me ne accennò mesi fa senza riprendere l'argomento perché qui sembra non la so conosca. La ringrazio di cuore anticipatamente .

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

l’ipotesi fibromialgica è possibile però occorre una visita reumatologica o neurologica per avere una valutazione diretta del caso.
Indicata è pure l'emg con test per la tetania latente. Ha fatto pure il dosaggio degli elettroliti nel sangue (sodio, potassio, calcio, magnesio)?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dott. Ferraloro,
la ringrazio per la risposta e le indicazioni dell'iter da seguire perché sono tutte cose in effetti che mi mancano, compreso il dosaggio degli elettroliti dall'insorgenza dei sintomi. Dunque eseguo nei prossimi giorni il prelievo, già che mi ci trovo devo aggiungere altro che le viene in mente e che ho tralasciato ? CPK, acido lattico? Gli esami li ho eseguiti nel corso del tempo e fra gli ultimi c'erano VES e PCR, perciò credo non debba esserne ripetuto nessuno. Fisso allora una nuova visita neurologica per l'ipotesi fibromialgica . ( ho scordato di dire che ho fatto, riguardo la reumatologia, anche tutta la ricerca di anticorpi vari e il reuma test, tutto negativo. Oltre a ricerche di virus vari, TAS ecc.). Per l'emg devo far riferimento al neurologo con cui effettuerò la visita? E per il test del tetano? l'emg serve per esclusione di altro o può aiutare anche per l'ipotesi fatta?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

sì, per l'EMG faccia riferimento al neurologo a cui si rivolgerà e veda se concorda con l'esecuzione dell'esame.
Il test della tetania latente si fa durante l'EMG indicandolo espressamente. Tale esame serve per escludere o meno l'ipotesi avanzata. La batteria di esami reumatologici esclude problematiche organiche in tal senso. Al momento non occorrono altri esami.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Mi scusi, con il correttore è venuto scritto 'tetano' e non tetania latente. La ringrazio infinitamente e la aggiornerò man mano con i risultati ottenuti grazie alle sue indicazioni. Intanto le auguro buone cose.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, grazie a Lei per avere scelto Medicitalia.it

Buona continuazione di domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Gentile dott. Antonio Ferraloro,
oggi ho eseguito la visita neurologica come da lei indicato in ospedale. Il referto indica "sintomatologia attribuibile a sindrome fibromialgica" , e se mi chiedesse di riportarle la dicitura dell'esito della visita faccio fatica poiché scritta a mano dalla neurologa, di preciso leggo solo EON: non deficit focali (...) cerebellari e Randez nella norma. La visita tanto è totalmente negativa ,dal punto di vista neurologico non ho niente. La neurologa , a cui ho esposto tutti i sintomi e gli esisti negativi degli esami precedentemente svolti, si è espressa anche lei sull'ipotesi fibromialgia, fosse anche per esclusione . Mi ha detto che sono effettivamente contratta a livello muscolare, concorda che non ho perdita di forza , mi ha prescritto Pineal Tens forte per due mesi per aiutarmi con questo e per la sindrome premestruale. Quanto all'EMG lei non vede alcuna indicazione e non me l'ha prescritta , anche perché dice che è fastidiosa , ma che se voglio di pensarci e comunque fra due mesi di tornare per vedere come va . Quanto alla tetania latente , spasmofilia, la neurologa ha detto che non è assolutamente il mio caso è non l'ha proprio in considerazione. Questo è quanto, volevo perciò sentire il suo parere , soprattutto perché anche lei riteneva possibile l'ipotesi della fibromialgia e su cosa dovrei fare adesso. Se sulla questione neurologica la dottoressa è stata molto rigorosa, come anche sul cercare di capire i sintomi, sulla fibromialgia non è stato lo stesso, nessuna ricerca di segni al riguardo dicendomi , come so anch'io, che si sa poco e che puntava all'esclusione di cause organiche. Ma ho visto che anche lei, in un altro consulto, afferma :La diagnosi si basa essenzialmente sulla sintomatologia del paziente cioè il dolore cronico non giustificato da altre patologie, la marcata stanchezza, disturbi del sonno, deficit di concentrazione, della memoria, ecc," Potrebbe spiegarmi meglio e dirmi se dunque lei è ' ora del tutto orientato nel mio caso in tal senso? La ringrazio.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l’ipotesi fibromialgica, come Le dicevo precedentemente, è probabile, la sintomatologia può giustificare la diagnosi dopo avere escluso problematiche organiche.
Esistono molteplici farmaci impiegati in questa condizione, da integratori a miorilassanti, da ansiolitici ad antidepressivi ed antiepilettici. Le è stato prescritto un integratore, lo assuma, eventuali benefici sono a medio termine.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Infatti ho riferito della sua immediata ipotesi - perciò la neurologa ha tenuto a riportarlo nel referto- e della mia che era una supposizione. Ho capito e prima di chiudere il consulto Approfitto per chiederlle : Se aspettassi a prendere l'integratore e controllassi comunque prima gli elettroliti come lei consigliava ? 2 a questo punto anche lei ritiene di scartare o rimandare l'EMG in seguito alla visita ? 3 ho scordato di chiedere in visita, concentrata sull'aspetto dolore, se il sintomo di eccessiva sudorazione soprattutto durante il movimento o anche a riposo durante la sindrome premestruale rientri nella condizione . Accompagnata ogni tanto da brividi di freddo. La ringrazio anche per le informazioni riguardo ai trattamenti in uso.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

1. può controllare prima gli elettroliti.
2. ritengo di sì.
3. è compatibile con la sindrome premestruale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Gentile dott. Ferraloro,

lei è di grande aiuto. La aggiorno eventualmente con nuovi sviluppi . Buone cose!

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Grazie, altrettanto a Lei.
Dr. Antonio Ferraloro