Utente
Gentile dottore sono una signora di 56 anni ,ho avuto la paralisi di Bell a giugno di 2 anni fa.Ho fatto risonanza tac e tutti gli accertamenti in ospedale che sono risultati negativi per altri tipi di patologie.seguito terapia cortisonica Nicetile in punture nel primo periodo poi proseguito con vari vitamici fino a ora.Fatta fisioterapia e ad agosto scorso anche elettromiografia della quale mi è stato detto che risultava attivo il nervo facciale.La paralisi molto lentamente è migliorata ma no risolta .Soprattutto la bocca se sorrido non é normale e non si alza ancora il sopracciglio.Gli specialisti che ho consultato mi hanno detto che è stata una forma molto grave.Vorrei saper se a questo punto devo lasciar perdere qualsiasi cura o se è il caso di pensare a un intervento.Gentilmente vorrei anche un consiglio su quali centri specializzati potrei rivolgermi in qualsiasi parte d'Italia anche se io sono in prov. di Lecce.Grazie

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
Nella paralisi periferica del nervo facciale, è il grado di estensione del danno al nervo che determina la prognosi. Un recupero completo avviene nei casi ad evoluzione favorevole nel giro di qualche settimana ed in quelli più severi anche entro diversi mesi, qualora vi sia una certa funzionalità residua, specialmente se lo studio elettromiografico indica che permane l'eccitabilità, nei quali casi un recupero completo è di circa il 90%: Se invece i rami del nervo a livello del volto mostrano assenza di eccitabilità alla stimolazione elettrica sovra-massimale, il recupero è solo del 20%.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it