Utente 546XXX
Buongiorno,
il giorno prima di Pasqua, quindi il 20 aprile, mi trovavo in macchina da circa un' ora e mezza e improvvisamente mi è venuto un fortissimo mal di testa sul retro nella parte destra della nuca (premetto che non ho mai sofferto di mal di testa, quelle poche volte che mi capita se non passa dopo qualche ora prendo un oki e dopo poco passa).
Da quel momento ho continui mal di testa pulsanti in varie zone della testa, più frequenti sono dietro le orecchie (più spesso nella parte destra) e una continua sensazione di giramenti di testa, sensazione di svenimento e mancanza di equilibrio, nausea, e a volte mi sento come una morsa che mi schiaccia la testa dietro.
Il 1 Maggio sono stata in pronto soccorso, mi hanno fatto subito una flebo di Toradol e una di Levopraid e i sintomi sono diminuiti. Mi hanno fatto esami del sangue, Tac, visita neurologica e controllo del fondo oculare. Secondo loro tutto normale, gli unici valori fuori norma negli esami erano la PCR che se non erro deve essere massimo a 12.5 circa e ce l'avevo a 13.5 e l attività protrombinica che era leggermente alta, per il resto tutto a posto, anche secondo la neurologa che mi ha fatto la classica visita secondo lei era tutto ok. Mi prescrive per 3 giorni 2 tachipirine da 1000 al giorno e 5 gocce di diazepam al giorno. Nessun beneficio. Vado dal medico di base, gli spiego la situazione e mi manda a fare una nuova visita neurologica e mi sospende la pillola anticoncezionale. Secondo la neurologa dipende da un disturbo all articolazione temporo mandibolare, per cui mi manda a fare la radiografia Dell atm a bocca aperta e chiusa e mi prescrive per 20 giorni 10 gocce di Contramal da prendere la sera. L esito della radiografia dice che ho la chiusura asimmetrica della mandibola e consiglia risonanza magnetica. Ieri sono tornata dal mio medico di base per un consulto e lui è molto dubbioso, trova strano che un problema causato dalla mandibola possa causare un fortissimo mal di testa improvviso che si è protratto poi nel tempo con continui attacchi. Ormai è più di un mese che sono in questa situazione e da due settimane ho anche fastidio e dolore alle orecchie, maggiore al destro. Qualche problema alla mandibola c'è sicuramente perché aprendo la bocca fa un 'tac' strano nella parte destra e a volte mi fa male, ma non sono convinta che sia tutto legato solo a quello. Il dolore all orecchio e le vertigini mi fanno pensare più a un disturbo a livello di labirinto o qualcosa del genere. Potete aiutarmi? Ora sono in attesa della risonanza alla mandibola che avro il 30 maggio ma come già detto Nn so se dipende solo da quello.. Più che altro ho paura di avere qualcosa alla testa.. Scusate se mi sono dilungata. Grazie mille.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

con TC encefalica e visita neurologica negativa può tranquillizzarsi riguardo importanti malattie neurologiche.
L’ipotesi di una disfunzione dell’atm è possibile, faccia la RM e poi consulti uno gnatologo. Nell'attesa può effettuare anche una visita otorino.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 546XXX

Buongiorno, grazie mille per la risposta.
I sintomi continuano e ora ora ho anche un forte dolore al collo e alle spalle.. Sembra più cervicale non so.. Faccio fatica a muovere il collo e ad alzare le braccia, sono tutta indolenzita.. Attendo la RM.. Grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazza,

da quanto scrive l’ipotesi di un interessamento cervicale è concreta ma deve essere verificata da una visita medica, anche dal Suo medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 546XXX

Buongiorno, di seguito l esito della risonanza:

RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE (RM) DEL
MASSICCIO FACCIALE
A bocca chiusa si segnala bilaterale tendenza all'impegno per circa i due terzi del volume meniscale nel
recesso articolare anteriore, con associato lieve versamento articolare, reperto prevalente a sinistra.
Regolare bilateralmente l'escursione condilare anteriore con corretto posizionamento del menisco
articolare in sede sovracondilare.

Cosa significa?
Grazie mille

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è stata riscontrata una disfunzione dell’atm, per le spiegazioni tecniche, considerato che questo non è il mio campo di competenza, Le consiglio di rivolgersi ad uno gnatologo che valuterà direttamente il caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro