Paura encefalite erpetica

Salve, volevo un consulto riguardo un problema che mi affligge da giorni.
Lunedì mattina, al risveglio, ho notato la presenza di afte (macchioline bianche, non riunite a grappolo) in zona genitale. Unite a prurito e disuria. Ho subito pensato fosse herpes e chiamato la ginecologa, che però non aveva posti liberi fino al giovedì seguente (ieri). Martedì sono andata al PS perché, urinando, ho avuto una scossa fortissima di dolore che ha provocato un giramento di testa. E lì la diagnosi è stata chiara: vescicole semilerpetiche. Sospetto herpes. (Premetto che sono immunocompromessa, assumo un farmaco biologico (stelara) da anni per la cura della psoriasi grave, e che tutti i medici che mi hanno visitata, hanno confermato che con un abbassamento delle difese immunitarie il virus latente può bussare alla mia porta, anche perché non ho MAI avuto rapporti a rischio). La ginecologa anche ha parlato di sospetto herpes, in quanto le vescicole non sono raggruppate e poche, simili ad afte e confermato anche la cura assegnatami in ospedale: aciclovir compresse da 400 mg 2 volte al giorno per 5 giorni. La mia paura è che la sintomatologia non scompaia mai a causa della mia immunosoppressione (ma questo non è un vostro problema), che sarò costretta ad avere per sempre queste vescicole che mi renderanno la vita impossibile. So benissimo che dopo lo scoppio e la scomparsa delle vescicole non si è contagiosi, eccetto per la fase successiva alla prima manifestazione erpetica, ma son molto spaventata che queste non vadano mai via e che possa manifestarsi un’encefalite erpetica: spesso, in questi giorni, mi sento confusa, come se non riuscissi a seguire il filo del discorso, dimentico le parole o le inverto. Tra l’altro, da un mese a questa parte mi pare che qualcuno chiami il mio nome in lontananza, una sorta di allucinazione uditiva. Leggendo su internet (ahimè) ho potuto constatare che i primi segnali di encefalite sono proprio simil-influenzali e io presento un malessere generale notevole. Dovrò avere paura per tutta la vita? Io mi vedo già su un letto di ospedale coi miei cari accanto che cantano mentre sto per morire, è atroce.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Ragazza,

non si faccia prendere dall’ansia, la Sua è solo una paura che deve essere affrontata adeguatamente e fa parte di un quadro psichico di base essenzialmente ansioso.
Non vedo motivi di preoccupazione.
Riguardo la sintomatologia attuale ne parli col medico curante.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Attivo dal 2019 al 2019
Ex utente
Scusi se la disturbo nuovamente, innanzitutto ci tengo a ringraziarla per la risposta. Purtroppo il terrore di poter sviluppare un’encefalite erpetica è rimasto: finita la cura con acyclovir ho avuto una sensazione di stanchezza perenne, nausea costante e brividi. Ho pianto molto in questa settimana a causa dell’ansia e ho avuto un modesto raffreddore: ora mi ritrovo con un forte dolore quando apro la bocca, se provo a soffiare il naso e a livello mascellare. Temo il peggio, ho realmente paura che il virus stia raggiungendo il cervello.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Ragazza,

stia tranquilla, la,p causa può essere molto più banale, ne parli col medico curante.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test