Utente
Buonasera a tutti, ho 18 anni.

Sono anni che ho questi problemi.

Premetto che sono un ragazzo abbastanza sedentario, non pratico sport.

Per di più sto passando dei periodi difficili, a causa dei rapporti che ho con i miei genitori e per cose successe.
Quindi sono un po' stressato e credo ansioso, ma non in forma grave, non so neanche se si possa definire ansia, comunque,
Avverto un perenne fastidio alla testa, che va da dietro fino al lato sinistro, alcune volte di dilaga per il di sopra.

Non è un dolore, non so manco spiegarlo, è una sensazione fastidiosa, certo se non ci penso o faccio altro la maggior parte delle volte non lo sento molto, ma in momenti di calma, relax e tranquillità lo sento molto, tanto da non riuscire a smettere di pensarci e di conseguenza non godermi la calma.

È fastidiosissimo
A volte diventa dolore vero e proprio.

Questo fastidio è veramente molto intenso se dormo poche ore, al risveglio, è insopportabile.

In più, spesso facendo movimenti veloci, piccoli metri, e in questo periodo facendo praticamente qualsiasi cosa, anche uno sbadiglio (facendo praticamente ogni cosa lo avverto da pochi giorni, se no solo se mi muovo velocemente e cose così)
e sento un dolore alla testa, forte, che pulsa e dura pochi istanti.
In questo periodo non riesco a muovermi senza averlo
Tutto questo è insopportabile.

Premetto che son sicuro di soffrire anche di cervicale, quindi posso pensare che centri, ma sento che non è l'unica causa, sopratutto sul fastidio.

Ho visitato una neurologa, che mi ha fatto domande personali, mi ha dato una tac (di cui ho ritirato gli esiti giorni fa, ed è uscito tutto nella norma per fortuna) e mi ha prescritto delle gocce per l'ansia da prendere prima di dormire per il mal di testa mattutino.

Ci tengo a precisare che ormai sto prendendo antidolorifici giornalmente, si curano il dolore, ma il fastidio rimane, inizio a pensare che sia una cosa psicologica, non lo so.

Comunque mi sta rovinando la vita.

Vi ringrazio per un eventuale risposta.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

con visita neurologica e TC negative può tranquillizzarsi.
E' possibile che il problema sia di origine ansiosa, come Le ha detto la neurologa, segua le sue indicazioni.
Non assuma antidolorifici quotidianamente perché oltre il possibile danno diretto, in particolare gastrico ed epatico, un abuso di questi farmaci può sviluppare una cefalea cronica da abuso che non è poi proprio semplice trattare.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro