Utente
Salve,
Ho completato il primo mese di profilassi con amitriptilina (10 mg) e ciò nonostante ho avuto 23 giorni di emicrania su 30.
Conviene in questo stato continuarla per altri due mesi per avere eventuali effetti positivi?

Ho paura che peggiora ancora di più la frequenza della mia emicrania, non so che fare...
Grazie.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
la cefalea da cui lei risulterebbe affetta ha assunto un andamento cronico ma, ad ogni buon conto, non credo si tratti di una emicrania cronica. Mancando qualunque dato anamnestico, che consenta di identificare almeno in linea di massima il suo disturbo, posso tuttavia dirle che l'amitriptilina è un farmaco che interferisce modificando la ricettività al dolore ma non esplica una reale prevenzione dell'emicrania, supposto che lei ne sia affetta e non stia piuttosto soffrendo di una cefalea mista o di una cefalea da abuso di antalgici.
In conclusione, per poter dare una risposta alla sua richiesta di consulto, occorrerebbe avere un più dettagliato resoconto anamnestico. Per darle solo un'idea degli odierni orientamenti nel trattamento dell'emicrania le invio il link di un mio articolo, ma nel mio blog di Medicitalia può trovarne anche altri.
Cordialmente
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7969-stop-all-emicrania-finalmente-ci-siamo.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta immediata ed esaustiva e per il link condiviso..
Mi è stata diagnosticata Emicrania senza aura + emicrania catameniale.
Le spiego in breve : precisamente un anno fa ho accusato così di colpo forti mal di testa( lato sinistro precisamente tempia sento la vena che pulsa continuamente , nausea , abbassamento della vista) e frequenti ( 15 al mese )che non passavano con antidolorifici.
Poi nonostante cure ( magnesio, integratori, triptani) sono andate via via in aumento.. mi trovo in una situazione drastica, sono giovane e mi sento bloccata in tutto perché è davvero disabilitante.
Interessante l'articolo, ma come accedere agli anticorpi ? So che è difficile accedervi ...
Può essere anche un abuso ma in queste condizioni è facile finirvi ( davvero non riesco a resistere a questo dolore così forte)
La ringrazio ancora per il grande aiuto

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
dal racconto alquanto più particolareggiato desumo che la cefalea ha assunto un andamento sub-continuo che è difficile credere abbia un'esclusiva patogenesi emicranica, è piuttosto verosimile che vi sia la sovrapposizione di una cefalea da abusi di antalgici. Se così fosse, questa è una forma di cefalea alquanto difficile da trattare e che richiede direttive terapeutiche precise.
Legga quest'altro mio articolo che la descrive nello specifico.
https://www.medicitalia.it/news/neurochirurgia/6978-cefalea-da-abuso-di-antalgici.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio, l'articolo è davvero interessante. In merito ad esso è possibile una cefalea da abuso però senza il cerchio costrittivo alla testa? Io accuso sempre lo stesso tipo di dolore ( tempia che pulsa continuamente lato sinistro )
È possibile inoltre aver scatenato una cefalea da abuso in così poco tempo ?
In merito alla mia descrizione dettagliata aggiungo che il tutto è iniziato a seguito di una terapia per l'asma.
Difficile da trattare, sono spaventata....

[#5]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Il Neurologo che la tiene in cura può diagnosticare il tipo di cefalea e valutare se ad essa si sia sovrapposta una cefalea da abuso di antalgici (i cui parametri sono indicati nell'articolo di cui le ho inviato il link).
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente
Provvederò immediatamente.
La ringrazio ancora .