Utente
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e stamattina mi sono svegliato un po' bruscamente verso le 05:45 per un forte mal di testa, sembra risultare di tipo costrittivo e "pesante".
Il dolore sembra partire dalle tempie fino ad estendersi agli occhi e alla nuca il che mi fa pensare di star avendo un'aneurisma.
È possibile che venga così?
Mi sono spesso svegliato per il mal di testa improvvisamente ma oggi sembra essere un po' più "pesante" del solito, inoltre avverto palpitazioni e battito accelerato con anche una sensazione di setto nasale che si "tappa e stappa" da far un rumore tipo "scoppiettante".
Devo preoccuparmi?
Il dolore è abbastanza fastidioso e forte, non avverto però altri sintomi come nausea o capogiri o senso di svenimento.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

una cefalea con insorgenza notturna e che sveglia il paziente è spesso di tipo emicranico.
Anche nel Suo caso, dalle caratteristiche che descrive, questa ipotesi sembrerebbe probabile. Peraltro anche in passato ha avuto degli attacchi simili, sempre di notte, anche se di entità inferiore. Il dolore particolarmente severo che questa volta riferisce potrebbe anche non avere un significato clinico importante se le caratteristiche sono uguali agli attacchi passati, se viceversa cambiano anche le caratteristiche allora è importante avere una diagnosi tempestivamente.
Ha assunto un antidolorifico? In caso di risposta affermativa, con quali risultati?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio innanzitutto per la completa risposta. Non ho assunto nessun tipo di farmaco, il dolore è sorto di mattina presto però in qualche modo sono riuscito ad addormentarmi di nuovo, svegliandomi verso le 09:00 con ancora il dolore, ma il tutto è passato dopo aver fatto colazione ed essermi alzato dal letto. Premetto che avevo molto caldo e prima di riaddormentarmi ho dovuto togliere la maglia di lana perché sembrava che il mal di testa aumentasse anche per il calore che saliva sempre di più sotto le coperte. Adesso avverto un po' di testa pesante e ogni tanto dei dolori alla testa e al collo, ma sono molto più lievi rispetto a stamane. Ho paura che potrebbe trattarsi di qualche grave patologia cerebrale, come addirittura una rottura di aneurisma.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

la rottura di un aneurisma cerebrale causa una sintomatologia imponente e spesso drammatica, non mi pare certamente il Suo caso.
Faccia una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per il consiglio. Dottore volevo aggiungere un particolare che ho notato adesso, praticamente verso la tarda serata mi inizia a venire caldo e ad avvertire calore al volto da farmi venire anche questi fastidiosi mal di testa. Mi succede spesso questa cosa, oltre che svegliarmi con un forte mal di testa e al collo... Secondo lei un'emicrania che insorge di sera con sintomi di "vampate di calore" a soli 20 anni, potrebbe trattarsi di pressione? Ho letto su internet che la causa principale è lo stesso fisico e mentale che porta verso la tarda serata/notte il mal di testa... Lei cosa ne pensa di tale situazione?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere una cefalea in generale (non posso esprimermi sul tipo preciso) associata a fenomeni neurovegetativi (calore al volto).
Riguardo un eventuale aumento della pressione arteriosa, improbabile alla Sua età, basta controllarla in quelle occasioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Avevo lo stesso problema anche due mesi fa circa e durante un emocromo completo con misurazione di pressione arteriosa i risultati sono stati tutti negativi per ogni tipo di patologia diciamo... Riguardo i dolori alla testa, cercherò di parlarne con il mio medico di base per farmi indirizzare verso un esperto di cefalee come da Lei consigliato. Volevo solo chiederle se c'è un rischio pur non avendo malattie congenite e predisposizione familiare, e non essendo alto (so che le persone alte tendono ad avere più rischi cerebrali) potesse comunque presentarsi un problema cerebrale che appunto, insorge con queste cefalee e fitte alla testa. Mi scuso per le troppe domande, io la ringrazio ancora e la saluto anticipatamente con cordialità.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

Lei ha lo stesso rischio della popolazione generale riferita alla Sua età, per cui bassissimo, non si ponga questo tipo di problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Salve dottore, volevo ringraziarla per il precendente consulto riguardo le cefalee. La riscrivo per spiegarle un dettaglio che persiste da oltre 3 mesi circa, praticamente ho una palpebra leggermente più "gonfia" dell'altra, dove spesso non si vede neanche a occhio nudo mentre in altri momenti diventa evidente. Non è eccessiva, non va a intaccare la vista dell'occhio ma causa solo quella sensazione di "gonfiore perenne" e fastidio nella palpebra superiore, rispetto al sinistro che lo sento più "leggero" e normale diciamo. Secondo lei può dipendere da un problema neurologico? Premetto che io non indosso occhiali e non nego che probabilmente dovrei indossarli già da qualche anno, solo che ora non so se sospettare di un disturbo neurologico tipo ptosi o altri disturbi... Io la ringrazio ancora per la disponibilità.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

la palpebra gonfia non è un segno di malattia neurologica, lo specialista di riferimento è l’oculista.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro