Utente
Buongiorno.
Avrei cortesemente bisogno di un consiglio e ringrazio in anticipo per la disponibilità...
Soffro di cefalea con aura dall'età di 11 anni.
Fino a prima della gravidanza gli episodi di aura (con scotoma scintillante) erano poco frequenti ma seguiti da forti mal di testa, che tenevo a bada con i FANS.
La durata dello scotoma era piuttosto lunga.

Dalla gravidanza, 9 anni fa, gli attacchi di mal di testa sono scomparsi e la durata dello scotoma si è ridotta a pochi minuti, a volte meno di 5.

Gli episodi di aura sono però più frequenti, una media di 3, 4 al mese, a volte ravvicinati.
L'aura compare spesso associata all'inizio o alla fine del ciclo mestruale, che è ancora regolare e piuttosto abbondante.

Chiedo il vostro consiglio perché da maggio a questa parte, in 3 occasioni distanziate tra loro, l'ultima a seguito di un breve episodio di scotoma senza mal di testa, mi è apparsa per un minuto circa un'area scura al centro degli occhi.
Vedevo perfettamente attraverso l'area scura, e quando è scomparsa mi è rimasto un vaghissimo senso di cerchio alla testa, rapidamente estintosi.

Premetto che mi è stata riscontrata, due anni fa, una dilatazione non severa di un tratto dell'aorta ascendente (44 mm), che controllo regolarmente e che, in due anni, non è mai aumentata.
Ultimo controllo a fine giugno di quest'anno.

Prendo Losartan 50 mg, metà al mattino e metà alla sera.

Inoltre ho delle protrusioni discali a livello L4 - L5, e spesso fastidi anche a livello cervicale (sono molto alta e sto correggendo la postura presso un fisioterapista).

Il mio cardiologo sospettava la sindrome di Marfan, ma l'indagine genetica che ho effettuato l'ha esclusa.

A livello oculare mi è stata diagnosticata una presbiopia latente, che credo cominci a manifestarsi.
Solitamente uso gli occhiali solo per leggere, gradazione 1.5.
Di recente, proprio in concomitanza con la comparsa dell'area scura nel campo visivo, ho notato di aver bisogno degli occhiali anche per usare il cellulare e, a volte, il computer.

Su consiglio di un vostro collega oculista eseguirò a breve una visita oculistica e un esame del campo visivo.
Lo stesso collega mi ha consigliato di rivolgermi a un neurologo.

Volevo quindi sapere se l'area scura può essere in qualche modo collegata con la cefalea con aura.

Nel ringraziarvi per l'attenzione vi porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

i tre episodi che descrive sono una variante dell'aura visiva, l'ultimo peraltro con accenno alla cefalea ("vaghissimo senso di cerchio alla testa").
Considerata la frequenza (3-4 al mese) sarebbe indicata una terapia di prevenzione. Ne parli col neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie infinite, sia per la rapidità nella risposta che per la professionalità.
Siete davvero preziosi!
Cordialità.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Grazie a Lei per avere scelto Medicitalia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro