Sintomi simili alla sla

Salve, scrivo perché sono davvero in pensiero per una mia amica e ho delle crisi poiché temo possa essere qualcosa di grave.

Lei ha 28 anni, da circa 3 anni soffre di un tremore alle mani, diciamo l'esordio del primo sintomo anomalo.
Con il tempo la cosa è peggiorata, adesso è visibile un tremolio delle mani, specie quando le muove.
Spesso ha difficoltà ad afferrare gli oggetti, a volte le sfuggono dalle mani.

Dice di sentire tutto il corpo attraversato da "scossette" elettriche (simili a fascicolazioni) che le provocano fastidio e dolore.

Da un anno a questa parte le capita di frequente di cadere/inciampare poiché, a volte il piede destro, altre la gamba sinistra perdono completamente sensibilità e non riesce più a muoverle.
Diciamo che è una cosa che va e viene, anche agli arti superiori (spesso ha difficoltà a svolgere attività quotidiane come rifare il letto, vestirsi, cucinare.
Dice che il suo corpo nei movimenti non risponde come dovrebbe.
Soffre di sbandamenti, a volte prende male "la mira" quando deve attraversare una porta.

Ultimamente la vedo sempre più stanca, già al mattino, figuratevi la sera.
Soffre di disturbi del sonno che non aiutano certamente.

Nello scorso mese ha avuto diversi episodi di laringospasmo, addirittura in una occasione durante il sonno l'hanno portata a svegliarsi.

Ieri si è sentita male di ritorno a casa, con senso di fatica, respiro affannoso, non riusciva nemmeno a parlare.

Ha fatto una visita neurologica ma il neurologo non era positivo, ha parlato anche di cose neurodegenerative... quindi deve fare ulteriori analisi (prelievo del liquido con puntura lombare).
Analisi sangue ok.
Adesso è affiancato da uno psichiatra che le ha dato dei farmaci (benzodiazepine) per tenerla tranquilla.
Inoltre ha eliminato molti cibi per escludere varie intossicazioni.

Devo aggiungere appunto che soffre molto d'ansia, in passato ha avuto attacchi di panico (non più da molti anni).
È molto stressata dalla situazione famigliare.
Ha subito un trauma psicologico ed emotivo non indifferente dopo la sua ultima relazione.


Inutile dire che cercando queste cose viene fuori quella sigla che mette i brividi... Io sono preoccupato... a volte sta meglio e penso che sia colpa dello stress... solo che quando vedo che peggiora nonostante i farmaci e la dieta mi demoralizzo...

So che è impossibile fare una diagnosi, ma vi sarei infinitamente ed umanamente grato se foste così gentili da darmi qualche rassicurazione in merito o qualche fonte affidabile dalla quale attingere informazioni accurate in merito.
Grazie.
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 318 197
Egregio Utente,
dalla descrizione della fenomenologia dei disturbi della paziente, per il vero, possono essere postulate più ipotesi diagnostiche ma, come ha già diagnosticato il neurologo, si potrebbe anche sospettare una malattia neurodegenerativa. Per poterla escludere occorre ovviamente procedere con indagini accurate e molto specifiche. Se vuole evitarsi patemi inutili e dannosi, eviti di addentrarsi nelle trappole della rete e si affidi a chi è del mestiere.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta. Saprebbe indicarmi quali sono gli esami principali che servono ad escludere malattie come la SLA?

Inoltre, possono lo stress ed i traumi psicologici ed emotivi, ripetuti negli anni, causare queste problematiche (compresi deficit motori)?

La ringrazio ancora per la pazienza.

Tutto su dieta e benessere: educazione alimentare, buone e cattive abitudini, alimenti e integratori, diete per dimagrire, stare meglio e vivere più a lungo.

Leggi tutto

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa