Utente
Egregi Dottori, ho effettuato una risonanza magnetica senza mezzo di contrasto dell'encefalo perchè soffro di emicrania con aura e per una prolattina pari a 34,41 (valori di riferimento 3,80- 20,50).Ovviamente quando dovevo fare l'esame i medici mi hanno chiesto il perchè facessi un esame così particolare ed io ho detto loro proprio il problema della prolattina e dell'emicrania.
l'esito è stato il seguente: "l'esame è stato eseguito consequenze T2 pesate sui piani di scansioni assiali e sagittali.
- a livello del perenchima cerebrale e del tronco dell'encefalo non si evidenziano aree ad alterata intensità di segnale;
- ghiandola ipofisaria di dimensioni nei limiti; in relazione al quesito clinico di iperprolattinemia utile integrazione diagnostica con esame RM con MDC dell'ipofisi;
- IV ventricolo normale ed in sede;
-regolare per morfologia e dimensioni il sistema ventricolare sovratentoriale che appare in asse rispetto alla linea mediana;
- non dilatati gli spazi liquorali sovra e sottotentoriali;
- ispessimento del piano mucoso dei seni mascellari, con modico ristagno di secreti, dei turbinati e del seno sfenoidale di destra, in rapporto ad alterazioni su base infiammatoria".
Vorrei sapere da Voi cosa ne pensate dell'esito di quest'analisi e poi vorrei chiederVi perchè mi si dice di fare una RM con MDC dell'ipofisi se questa è risultata nei limiti? e poi cosa signofica l'ultimo punto dell'analisi?
La RM dell'enecefalo l'ho fatta senza contrasto, forse l'avrei dovuta fare con il contrasto? E' comuqnue un esame attendibili?
Vi ringrazio infinitamente e aspetto con ansia le Vostre risposte.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

l'aumento di prolattina nel sangue può essere addebitato ad un ingrossamento dell'ipofisi (adenoma). Per lo studio dell'ipofisi la RM convenzionale (assolutamente attendibile)non basta, perchè anche se nel complesso la ghiandola non è ingrossata possono essere presenti delle piccole porzioni di ghiandola iperfunzionanti (microdenomi)che sono evidenziate solo con RM con mdc eseguita con una tecnica specifica. L'ultimo punti si riferisce ad una sinusite.


Crdiali Saluti
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
la sua RM encefalica è nella norma e senz'altro attendibile per i quesiti richiesti. L'invito ad effettuare la RM con mdc per lo studio dell'ipofisi è richiesto per valutare la presenza o meno di adenoma ipofisario che nel caso di adenomi prolattino-secernenti sono di piccole dimensioni. Comunque anche se ci fossero dei microadenomi non sarebbero nulla di grave. Riguardo l'ultimo punto la RM mette in evidenza un'infiammazione dei seni mascellari e del seno sfenoidale di dx che altro non è che una banale sinusite.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#3] dopo  
Utente
Dottori, innanzitutto grazie per la Vostra risposta e disponibilità! Volevo chiedervi un'altra cosa: due giorni dopo aver fatto il prelievo che ha evidenziato la prolattina un pò alta ho avuto il ciclo e come quasi sempre mi accade, circa una settimana prima delle mestrurazioni ho il seno dolente e un pò gonfio, quindi anche mentre facevo il prelievo ero in questa condizione. Questo fattore può incidere sul valore elevato della prolattina? sarebbe il caso di effettuare un nuovo prelievo? Grazie ancora per la Vostra disponibilità

[#4]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

Questo non dovrebbe avere un peso particolare. Alcune condizioni, invece, possono far aumentare il livello di prolattina senza che sia coinvolta l'ipofisi: eseguire il prelievo meno di 2 ore dopo essersi svegliata, lo sforzo fisico prima del prelievo, l'assunzione di farmaci quali antiistaminici, contraccettivi, alcuni antidepressivi, avere una condizione di ipotiroidismo o una sindrome dell'ovaio policistico. Pertanto, oltre ad eseguire giustamente una RM con mezzo di contrasto il consiglio è di valutare tutti questi apetti con il Suo endocrinologo di fiducia.

Un cordiale Saluto
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio