Tecniche di chirurgia refrattiva a chieti

Porto gli occhiali fin dalla seconda elementare; la mia miopia è progredita nel corso del tempo fino alla maggiore età e anche un po' oltre, ma da diversi anni sembra essersi definitivamente stabilizzata. Ho 33 anni, -7,50 diottrie all'occhio destro e -8,25 al sinistro, con un lieve astigmatismo (0,50) su uno dei due occhi. Faccio uso di lenti a contatto (mensili morbide) dall'età di diciotto anni, ma fin dall'adolescenza sogno di operarmi per dire addio, nei limiti del possibile, a lenti e occhiali e godere di una visione normale; adesso come adesso, in assenza di correzione, ad esempio quando mi alzo dal letto la mattina, non sono in grado di fare quasi nulla.
Sapendo che l'équipe di chirurgia refrattiva dell'ospedale di Chieti, guidata dal Prof. Mastropasqua, godeva di un'ottima reputazione, nel 2005 mi sono sottoposta agli esami preliminari per l'intervento. Al termine dei controlli, dai quali non sono emersi problemi degni di nota, sono stata invitata a ritelefonare in seguito per fissare la data dell'intervento... ma nel frattempo mi sono documentata, scoprendo che, per i casi di miopia relativamente elevata come la mia, la tecnica LASIK era assai più consigliabile della PRK, purtroppo l'unica tecnica in uso a Chieti. Ho quindi deciso a malincuore di rinunciare all'intervento, e in seguito non sono più ritornata sulla mia decisione, tanto più che la mia attuale oculista mi ha sempre sconsigliata, dicendomi "Finché incontrerai un oculista che porta gli occhiali [lei li porta, in effetti] vorrà dire che la tecnica non è ancora sufficientemente sicura! Chi te lo fa fare, in fondo con le lenti a contatto risolvi il problema". Peccato che, a differenza sua, senza occhiali non ci vedo da qui a lì...
In occasione dell'ultima visita di controllo, comunque, la dottoressa mi è sembrata meno restia del solito all'idea... al che le ho chiesto se sapesse se per caso a Chieti negli ultimi anni era stata introdotta la tecnica LASIK. Poiché non è stata in grado di rispondermi, pongo lo stesso quesito ai medici che forniscono consulti su questo sito. In caso di risposta negativa, sono disponibile a prendere in considerazione altri centri all'avanguardia nell'applicazione della LASIK, e vi sarò grata se vorrete consigliarmi in tal senso. Ovviamente qualunque altro tipo di informazione attinente al mio caso sarà gradito.
Vi ringrazio anticipatamente!
[#1]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17.1k 576 314
mia cara amica
il centro ed il collega di Chieti da lei citato sono all'avanguardia
mi pare inopportuno che sia lei a decidere la tecnica,
che e' invece propria del chirurgo...
le faccio la lasik quando vuole
ma solo se sara' la migliore scelta per lei e per i suoi occhi

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO prenota 02 50030013 urgenze 3356028808

[#2]
Utente
Utente
Gentilissimo Prof. Marino,
innanzitutto la ringrazio molto per la sua risposta davvero tempestiva. In effetti la sua osservazione è più che giusta. La mia perplessità, che la mia oculista non ha certo contribuito a sciogliere, deriva dal fatto che, siccome la tecnica disponibile a Chieti è una sola, non esiste possibilità di scelta. Il fatto di rivolgermi a un centro che pratica più di una tecnica mi rassicurerebbe sul fatto che mi venga proposto l'intervento più idoneo per il mio caso, e con la minor percentuale di rischio.
Ovviamente prenderò nella dovuta considerazione anche la struttura in cui opera lei; nel frattempo le sarei molto grata se volesse illustrarmi nella maniera più schematica possibile (probabilmente chiedo troppo, ma capirà che non pretendo una spiegazione esaustiva, né mi aspetto di fugare ogni dubbio leggendo qualche riga e senza neanche una visita) i criteri di scelta fra le varie tecniche laser disponibili per i casi come il mio.
Disturbi della vista

Controllare regolarmente la salute degli occhi aiuta a diagnosticare e correggere in tempo i disturbi della vista: quando iniziare e ogni quanto fare le visite.

Leggi tutto