Utente 256XXX
Salve,
ho 30 anni e una miopia abbastanza elevata (7,5 a dx e sx) che oramai si è stabilizzata da un paio d'anni.
Sto valutando la possibilità di operarmi per eliminare il difetto e mi è stato consigliato di rivolgermi alla clinica di Chieti. La prossima settimana dovrò fare la visita per valutare se posso essere sottoposto a intervento o meno.

Avrei comunque qualche dubbio, che sicuramente mi verrà chiarito al momento della visita, ma mi piacerebbe comunque ascoltare altri pareri.

- innanzitutto sul centro. Da quanto ho sentito, penso di essere in "buone mani", vero?
- In quali condizioni mi verrebbe sconsigliato di operarmi?
- Quale sarebbe la tecnica eventualmente più idonea per il mio caso? PRK o LASIK?
- L'intervento solitamente viene effettuato ai 2 occhi nella stessa seduta oppure separatamente a distanza di tempo?
- Quali sono i tempi di recupero?
- tra le controindicazioni, leggo che si potrebbe presentare dei problemi di visione notturna in presenza di luci. A cosa è dovuto l'insorgere di questo problema? E, nel caso, è qualcosa che andrebbe via via scomparendo?

La ringrazio per la sua disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
buona giornata a lei
sue domande

1)- innanzitutto sul centro.

risposta
la clinica oculistica universitaria di Chieti diretta dal Prof Leonardo Mastropasqua e' Centro di Eccellenza per la cura , la diagnosi ed il trattamento di malattie oculari.
peraltro il Prof Mastropasqua e' nato nella sua terra di Puglia.

2) Da quanto ho sentito, penso di essere in "buone mani", vero?
risposta
assolutamente SI Ottime Mani, Ottime apparecchiature laser

3)- In quali condizioni mi verrebbe sconsigliato di operarmi?
risposta
se lei avesse una scarsa lacrimazione o pachimetria corneale

4)- Quale sarebbe la tecnica eventualmente più idonea per il mio caso? PRK o LASIK?

risposta
sara' una valutazione che fara' il medico oculista sulla base degli esami strumentali e clnici eseguiti

5)- L'intervento solitamente viene effettuato ai 2 occhi nella stessa seduta oppure separatamente a distanza di tempo?

risposta
in genere sI

6)- Quali sono i tempi di recupero?

risposta
dipende da LEI
dalla sua capacita' di guarigine e dalla tecnica usata

7)- tra le controindicazioni, leggo che si potrebbe presentare dei problemi di visione notturna in presenza di luci.

risposta
lei sta riferendo a trattamenti di 20 anni fa
le attuali maschere fotoablative utilizzate
non danno questi effetti collaterali

buona giornata e buona pasqua
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 256XXX

La ringrazio per le sue risposte.

Quel problema della visione notturna un po' mi preoccupava ma probabilmente ero rimasto fermo a tecnologie laser piuttosto vecchie.
A parte questo, quali possono essere i problemi a cui potrei andare incontro?

Un'ultima cosa. In previsione della visita che avrò giovedì prossimo, come mi è stato consigliato, ho già sospeso da ieri l'utilizzo delle lenti a contatto (che per altro utilizzavo per poche ore al giorno).

Se le dovessi indossare, solo per poche ore, ad esempio domenica, potrebbe comprometterebbe gli esami a cui sarò sottoposto giovedì prossimo? Meglio evitare? (uso lenti a contatto morbide)

Grazie e buona Pasqua anche a lei