Attivo dal 2019 al 2019
Egregi medici, di recente ho fatto una RMN con apparecchio aperto a basso campo a causa di un lieve abbassamento della vista all' occhio destro sia nella vista da vicino che lontano, caratterizzato da senso di nebbia come se avessi gli occhiali sporchi.
A parte la mia miopia che si è stabilizzata con gli anni, l' oculista ha solo rilevato un lieve astigmatismo e niente a carico della retina.

Referto: Esame effettuato senza mdc come da richiesta clinica per possibile intolleranza. Eseguito studio su 3 piani e sequenze specifiche sui nervi ottici con strati di 2mm.
In sequenze T2 e FLAIR non evidenti alterazioni di segnale a livello parenchimale sia sovra che sottotentoriale ad eccezione di minute iperintensità in sede paraventricolare bilaterali di significato incerto e difficile interpretazione anche a causa di modeste artefattuosità di movimento. Tali alterazioni non sono riconoscibili in sequenze T1.
Cavità cisternali di forma e volume regolari, nella norma la morfologia del corpo calloso e della giunzione bulbo-midollare che mostrano normale segnale.
Linea mediana in asse.
Regolari i forami e le strutture ossee della base.
I seni cavernosi mostrano normale simmetria.
Regolare pervietà dei tronchi arteriosi e venosi intracranici.
Nelle sequenze sulle orbite, il nervo ottico di dx mostra un calibro leggermente maggiore del sx per l' intero tratto e un omogeneo segnale più intenso soprattutto in sequenze a lungo TR.
Nel sospetto di neurite ottica si consiglia esame con apparecchiatura ad alto campo e mdc dopo specifico trattamento desensibilizzante.


Il medico mi ha parlato di una possibile neurite virale.

Vorrei sapere due cose:


1) Se fosse neurite ottica non su base demielinizzante, possibile che ci sia una infezione virale? Quali virus possono essere interessati?

2) Quali sono eventuali esami del sangue per orientarsi verso una diagnosi?


GRAZIE!

[#1]  
Dr. Enzo D'Ambrosio

36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,
prima di tutto andrebbe fatto un esame RM approfondito ed idoneo come prescritto, eventualmente corredato da un esame dei potenziali evocati visivi. Si rivolga eventualmente ad un neuroftalmologo.
Lei comprende che un consulto online può essere solo indicativo non diagnostico e che pertanto le sue domande non possono che trovare risposta solamente dopo che uno Specialista l'abbia attentamente ascoltata e visitata. Se successivamente necessita di chiarimenti saremo a disposizione.

Mi faccia sapere eventuali novità.

Cordiali Saluti
Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!

[#2] dopo  
Attivo dal 2019 al 2019
Grazie mille della Sua risposta, i sintomi sono passati da se, il medico mi ha detto di aspettare prima di fare la risonanza con contrasto, ma mi manda da neurologo per visionare la rmn.


Cordialmente!