Fotofobia: problema non risolto!

Egregi Dottori,

mi rivolgo a Voi, per l'ennesima volta, per ricevere un Vostro parere su quanto ora verrò ad esporVi.

Ho di recente effettuato una visita ocultistica, posto che da anni riscontro una sempre maggiore intolleranza alle fonti di luce, in particolare al sole. In più spesso gli occhi tendono a lacrimare spontaneamente, in particolare alla mattina o in determinate circostanze, per es., in presenza di vento o di sole abbagliante.
Il medico di base, ipotizzando una fotofobia, mi ha prescritto una visita oculistica così da accertare le possibili cause della stessa. Premetto e preciso che sono solita indossare occhiali c.d. “da riposo”, essendo leggermente astigmatica.

Ebbene, ho effettuato la visita specialistica, che è andata sostanzialmente bene, e l’unico dato che è emerso è stato un gonfiore della congiuntive, il che ha portato il medico ad ipotizzare una congiuntivite di natura allergica, prescrivendomi il Visuglican 4% + 0,2% in flaconcini monodose.
E’ da quattro giorni che uso il collirio due volte al giorno, così come mi è stato prescritto, e non solo non ho ricavato benefici, ma addirittura gli occhi sembrano più sensibili, senza contare il fatto che, appena metto il collirio negli occhi, gli stessi diventano rosso fuoco, bruciandomi e creandomi enorme fastidio!
Sicuramente la prossima settimana mi recherò dallo specialista che mi ha visitato, ma nel frattempo mi farebbe piacere ricevere una Vostra opinione sulla mia situazione: secondo Voi la fotosensibilità da cosa può essere causata e come potrebbe risolversi?
Inoltre è consigliabile che io indossi occhiali da sole con la massima protezione ai raggi solari?

Vi ringrazio sempre molto per la disponibilità e cortesia dimostrate.
Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17.1k 576 314
mia giovane amica
la mia opinione sulla sua fotofobia
potrebbe essere legata a una dieta povera di vitamine o di frutta e verdura fresche...
ci racconti di più di lei
del suo lavoro. dei suoi Hobby
capiremo qualcosa di più e riusciremo a darle un consiglio più appropriato.

sua domanda
Inoltre è consigliabile che io indossi occhiali da sole con la massima protezione ai raggi solari?
risposta
direi che il 100 per 100 di assorbimento possa bastare
ma vada da un buon ottico e scelga mache sicure come ray ban o persol e non griffe di moda

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO prenota 02 50030013 urgenze 3356028808

[#2]
Utente
Utente
Egregio Dott. Marino,

anzitutto La ringrazio moltissimo per la disponibilità e la celere risposta.

Allora, rispondendo alle Sue domande iniziali, Le posso dire che non fumo, non bevo, mangio quotidianamente delle abbondanti porzioni sia di frutta che di verdura, tanto che le ultime analisi del sangue, effettuate circa due mesi fa, hanno riscontrato tutti valori assolutamente nella norma.
Ora sto svolgendo attività inerente ad "obbligatoria" formazione post-lauream al fine di accedere a determinati tipi di professioni e non posso dire di non affrontare sovente periodi abbastanza stressanti. Fino ad un anno fa ero una semplice studentessa universitaria, ma la fotofobia -se mai fosse conseguente al lavoro praticato- era sempre presente.
Non pratico con regolarità sport, ma cammino molto.
Sentimentalmente ho una relazione stabile da anni e sono assolutamente appagata.

Quanto agli occhiali da sole sono solita affidarmi alla marca "Polaroid", che produce lenti "polarizzate": ritiene che siano valide?

Un'ultima domanda: è bene che io sospenda l'uso del Visuglican, visti gli effetti, sopra descritti, che mi provoca?

La ringrazio ancora molto.
Buona serata!
[#3]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17.1k 576 314
cara e ebrillante
utente di venezia,
direi che allora direi che
senza aver avuto la fortuna di visitarla
potremmo affermare che tra le cause potremmo supporre che il
tanto e troppo stress
le mantengano che la pupilla resta in midriasi e l'iride non si contrae sufficientemente allo stimolo luminoso,.
Ma ripeto dovremmo valutarla clinicamente
sua domanda
Quanto agli occhiali da sole sono solita affidarmi alla marca ".......", che produce lenti "polarizzate": ritiene che siano valide?
risposta
non condiviso affatto questo tipo di scelta
meglio lenti in cristallo e comunque certificate CE

Sua domanda: è bene che io sospenda l'uso del Visuglican, visti gli effetti, sopra descritti, che mi provoca?
risposta
non mi metta in imbarazzo
non possiamo prescrivere farmaci o modificare
terapie prescritte da colleghi
queste sno ha regole che condivido
molto ETICHE
[#4]
Utente
Utente
La ringrazio molto, Prof. Marino, per i Suoi preziosi pareri.

Capisco benissimo l'ultima affermazione da Lei scritta, che condivido appieno.
La mia domanda, probabilmente formulata male, voleva essere più generica, intendendo con ciò chiederLe se fosse normale che un collirio, come quello da me citato, potesse causare un fastidio simile.
Oggi ho consultato anche il mio medico di base, che mi ha consigliato di sospendere la cura, supponendo un'allergia a qualche componente di quel medicinale. Inoltre, secondo lui, la fotofobia non andrebbe curata con del collirio, essendo necessario indagare le vere cause che la provocano ed agire di conseguenza.

Io, sinceramente, ho come l'impressione che dovrò adeguarmi a questo mio difetto visivo, posto che dall'ultima visita non è emerso nulla di significativo.

Cordiali Saluti!
[#5]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17.1k 576 314
mai dire mai...
ma si faccia visitare da altro collega per valutare la situazione dall'alto di un altro campanile
Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto