Utente 192XXX
Cari medici, volevo esporvi il mio problema sperando di poter capire di cosa si tratta e se è il caso o meno di preoccuparsi.
Da questo sabato ho notato che la mia lingua è ricoperta da una patina bianca. Inoltre avverto su tutta la lingua (ma in particolar modo sulla punta e ai lati) una fastidiosa sensazione di bruciore (come se la lingua fosse venuta a contatto con una pietanza bollente).
Di cosa potrebbe trattarsi? Premetto che proprio sabato ho praticato sesso orale al mio ragazzo. E dopo qualche ora ho iniziato ad avvertire questi sintomi.
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Gariffo

20% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Gentile signora,
potrebbe trattarsi di una glossite da candida. La candida è un fungo saprofita, che tutti abbiamo in quantità limitata nel nostro cavo orale, ma che dà segno di sè solo in seguito a una proliferazione eccessiva, di solito associata a stati di stress o a terapie farmacologiche che deprimono leggermente il sistema immunitario. Non è detto quindi che la manifestazione possa dipendere da un contagio sessuale.
Provi a vedere se passando una garzina sterile la patina biancastra si lascia asportare agevolmente. Inoltre potrebbe essere utile se ci dicesse se avverte un'alterazione o una diminuizione del gusto dei cibi. Un'eventuale collegamento con i suoi ultimi rapporti sessuali può essere avvalorato chiedendo al suo ragazzo se avverte secchezza, prurito o patine biancastre al glande, segni più comuni di una balanopostite da candida.
In ogni caso solo una visita presso uno specialista con prelievo di un tampone linguale può condurre a una diagnosi di certezza e a una terapia mirata.
Cordialmente.
Dr. Giuseppe Gariffo
Odontoiatra in Palermo
www.studiodentisticogariffo.it

[#2] dopo  
Utente 192XXX

Gentile Dottor Gariffo, ho provato a passare una garzina sterile sulla patina biancastra, e sembra che NON vada via agevolmente.
Per quanto riguarda il gusto dei cibi, non ho notato alcuna alterazione o diminuzione.
Dimenticavo di dirle che, oltre alla patina biancastra e al bruciore diffuso sulla lingua (come fosse irritata o "scottata" da una pietanza bollente), avverto come una sensazione di pastosità alla lingua.
A quale tipo di medico dovrei rivolgermi per effettuare un tampone?
Il medico di base va bene? O è meglio se mi rivolgo ad un dermovenereologo? (da quest'ultimo ho prenotato una visita, ma potrò essere ricevuta solo la prossima settimana. Faccio male ad aspettare fino alla prossima settimana? Potrebbe aggravarsi?)
E se non si trattasse di candida? Potrebbe trattarsi di una malattia NON curabile (tipo un'epatite)?
Mi scusi se faccio troppe domande, ma sono un pò ipocondriaca, entro facilmente nel panico e vorrei capire se è il caso di allarmarmi o meno.

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Gariffo

20% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Ha fatto ultimamente uso di farmaci?
Comunque non è assolutamente il caso di allarmarsi, la sintomatologia che lei descrive e in particolare l'esordio acuto dei segni fanno pensare molto più semplicemente a una micosi prima di paventare scenari complessi e ben più rari (se collegati ai suoi sintomi). Il parere di uno specialista che la visiti è comunque dirimente.
Nell'attesa del consulto dermatologico le consiglierei quindi di effettuare una visita presso il suo dentista di fiducia. Egli stesso può effettuare il tampone con un coton-fioc sterile o un "raschia-lingua" e inviarlo presso un laboratorio analisi di sua fiducia. Un buon dentista potrebbe persino riconoscere la patologia dall'esame obiettivo, iniziare una terapia ex-adiuvantibus o indirizzarla alle indagini successive con maggiori certezze.
Cordialmente
Dr. Giuseppe Gariffo
Odontoiatra in Palermo
www.studiodentisticogariffo.it

[#4] dopo  
Utente 192XXX

Dottor Gariffo, mi scusi se le rubo altro tempo.
Non faccio uso di farmaci. Inoltre non bevo alcolici e non fumo.
Poichè anche per l'appuntamento dal dentista, dovrò aspettare del tempo, mi sono oggi recata dal medico di base.
Mi ha semplicemente osservato la lingua, e senza effettuare alcun tampone, mi ha detto che si tratta di un'irritazione delle papille.
E' possibile che si tratti solo di ciò? Non avendo effettuato alcun tipo di tampone non sono molto tranquilla della sua diagnosi, soprattutto perchè si è limitato ad una semplice e brevissima osservazione.
Mi ha prescritto, poi, una crema da mettere sulla lingua (non so se posso scrivere il nome).
Cosa ne pensa? può trattarsi di una semplice irritazione?

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Gariffo

20% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Certamente il parere di un medico che l'ha visitata è più attendibile di un parere online...perciò le consiglierei a questo punto di iniziare la terapia prescrittale dal collega medico di base.
Nel caso non dovessero presentarsi miglioramenti nelle prossime 48 ore sarà però il caso di fare degli approfondimenti ulteriori, iniziando col tampone che permette di diagnosticare un'infezione specifica.
Cordialmente
Dr. Giuseppe Gariffo
Odontoiatra in Palermo
www.studiodentisticogariffo.it

[#6] dopo  
Utente 192XXX

Salve Dottor Gariffo, mi scuso se la contatto ancora. Volevo aggiornarla ed avere un suo parere.
Sono stata da un dentista che mi ha guardato attentamente la lingua.
Il suo collega sostiene che il motivo dell'irritazione della mia lingua (papille che "bruciano" e sono molto in evidenza sulla punta della lingua) dipenda da un "malposizionamento" della mia lingua. Facendomi deglutire la saliva, ha infatti notato che tendo ad avvicinare le labbra alla lingua (non so come spiegarle per bene).
Questo malposizionamento della lingua mi porta anche ad avere "le impronte" dei denti ai bordi della lingua.
A fine visita mi ha prescritto un colluttorio (senza alcol) da utilizzare per eliminare l'infiammazione alle papille.
Vorrei chiederle: è possibile che il malposizionamento della lingua possa provocare questa infiammazione delle mie papille? E ammasso che si tratti di questo, come mai questa infiammazione è comparsa solo ora?
La ringrazio per l'attenzione.

[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Gariffo

20% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Non posso certamente contraddire il parere di un collega che ha avuto modo di visitarla basandomi sulla semplice chiacchierata online.

Certo è che a un trauma cronico da malposizionamento della lingua mi pare difficilmente imputabile la sintomatologia acuta che lei riferisce.

Le consiglio ad ogni modo di seguire le prescrizioni del collega ed eventualmente ripresentarsi alla sua osservazione qualora esse non risolvano il quadro clinico.
Cordialmente
Dr. Giuseppe Gariffo
Odontoiatra in Palermo
www.studiodentisticogariffo.it

[#8] dopo  
Utente 192XXX

Proprio come immaginavo...
Spero solo che questo collutorio mi risolva lo stesso il problema perché questo bruciore alla lingua sembra non voler andare via e mi demoralizza molto, a volte diventa un bruciore veramente insopportabile.
Ad ogni modo, ho una visita dermatologica la prossima settimana, così avrò il parere anche di un altro medico. Dopodiché davvero non so più a chi rivolgermi per mettere fine a questo bruciore persistente! :-(