Utente 427XXX
Salve dottori, io ho 19 anni e una terza classe scheletrica che ormai mi sta distruggendo la vita, non ho il coraggio di iniziare la terapia per la preparazione all'operazione perché ne ho estrema paura. Almeno per ora.

Detto questo, ho già i due incisivi aperti e che slittano in avanti, ma non toccano con i denti di sotto quindi il mio dentista ha detto di stare tranquillo.
Invece, per quanto riguarda i molari (in particolare l'ultimo molare di sinistra) da un paio di mesi ho dolori lancinanti mentre mangio e anche dopo, in quanto mi ha detto il dentista che non chiudono bene (cioè non chiudono in verticale ma leggermente in obliquo) e quindi si infiamma in continuazione. Però mi ha detto di non preoccuparmi perché non mi cadrà, e che non si può risolvere il problema (cioè per risolverlo devo fare solo l'operazione).
Tempo fa provò a limarmelo ma poi il dolore passò sull'altro molare (quello di destra) e così via...

Io sono disperato, non so cosa fare, proprio in questo momento mi sento scoppiare il molare, non riesco a mangiare, e si sta piano piano piegando sempre di più. Cosa posso fare?
Ultima cosa, proprio da stamattina (che ha cominciato a farmi così male) sento un sapore strano in bocca e conseguente alito cattivo, l'infiammazione del dente può portare alitosi?

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
il trauma occlusale provoca un'infiammazione sul legamento dei denti dovuta allo stress meccanico, al trauma appunto, e pertanto solitamente non si associa con alitosi o sapori sgradevoli che normalmente invece sono di natura infettiva.
Potrebbe trattarsi pertanto di una carie sul dente in questione.
Si sottoponga a visita odontoiatrica per accertamenti.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Riguardo il sapore strano in bocca ho risolto, cioè non si ripresenta più da qualche ora... E no, non ho carie perché mi visitai pochi giorni fa.
Ho chiamato il dentista e mi ha detto di prendere VOLTFAST compresse.
Concordate?
Con queste compresse maschero soltanto il dolore, ma il dente continua a soffrire? Oppure risolve proprio le continue infiammazioni e protegge i legamenti?
Cioè comprendetemi, per colpa della terza classe ho i denti costantemente sotto stress (i molari), e ho paura che col tempo questa situazione possa creare problemi gravi...

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente, purtroppo il farmaco serve solo a ridurre lo stato infiammatorio e quindi a lenire il dolore ma non è ovviamente curativo cioè non elimina il problema.
Alla luce di quanto ci riferisce, dovrebbe farsi coraggio ed intraprendere un adeguato iter terapeutico effettuato da professionisti preparati ed esperti.

Cordialità
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Ovviamente vi riferite all'operazione per la terza classe? Si, so che quella è l'unica opzione.

Non voglio approfittare della vostra gentilezza, faccio solo un altro paio di piccole domande:
Col passare del tempo, questa situazione di "cattiva chiusura" del molare e conseguenti infiammazioni, a cosa può portare?
Seconda cosa, tempo fa mi dissero che la terapia "pre-operazione" della terza classe si effettua con un apparecchio indossato per un anno circa, sapete se ad oggi le cose sono cambiate e il trattamento è più breve? Vi confesso che la mia paura più grande è proprio di stoppare la mia vita per troppo tempo, in particolare la fase pre operatoria per me sarà quella psicologicamente più devastate, ho bisogno di farla durare il meno possibile, insomma, strappare velocemente il cerotto...


Grazie di cuore dottore per la sua gentilezza ed efficacia!

[#5] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
una malocclusione come la sua che sta già dando una sintomatologia importante non può che peggiorare col tempo e dare soprattutto problemi all'articolazione temporo-mandibolare.
Il trattamento pre-chirurgico non è una cosa standard ma varia da paziente a paziente secondo la sua situazione e ad oggi non è cambiato niente né probabilmente cambierà in futuro da questo punto di vista. I tempi, forse i pazienti a volte non pensano a questo, sono dettati dalla fisiologia del nostro organismo più che dalla terapia stessa.
Se sottoporsi o meno all'intervento rimane una sua scelta ma credo che, da quanto lei ci riferisce, sarebbe opportuno agire senza tergiversare. Lei è molto giovane ed è meglio prendere una decisione adesso che rinviarla, credo che i dolori ed i fastidi che lei ha non siano meno pesanti sul piatto della bilancia rispetto a rimanere fermo qualche tempo. Ne parli più dettagliatamente ed approfonditamente con professionisti qualificati e competenti come le ho già suggerito.

Cordialità
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA