Utente 439XXX
Buonasera.

Chiedo un consulto per quanto riguarda l’anestesia locale dentistica. Premetto che sono una ragazza che soffre di ansia forte che non riesco a controllare. Un mese fa mi è stato devitalizzato un dente, durante e dopo la seduta ho avvertito diverse extrasistoli e tachicardia. Domani pomeriggio devo sottopormi ad un altra devitalizzazione. Mi chiedo se corro qualche rischio o de quella sensazione percepita la scorsa volta è normale!
In seguito posto l’ECG che mi è stato fatto l’anno Scorso durante la gravidanza:

ECG:
TS a FC di 111 b/min. Conduzione A-V e I-V nei limiti. Turbe aspecifiche della RV. BEV isolati presenti come fusioni.
PA: 125.88 mmHg SpO2% 97. Cardiopalmo in seguito a stress emotivi.
Toni validi non soffi apprezzabili. Non soffi latero-cervicali. Polsi periferici e validi nei comuni punti di repere. Torace negativo. Non edemi declivi. Buon compenso emodinamico in paziente in gravidanza con tachicardia con isolata extrasistolia già nota. Valori pressori nei limiti.

ECOCG:
Cavità cardiache di normali dimensioni. Cinetica regolare e funzione globale del ventricolo sinistro conservata. Piccolo aneurisma mobile del setto interatriale senza evidenza di shunt. Apparati calcolatrice flussimetria nella norma.

Spero mi rispondiate alla domanda, sono molto preoccupata per domani pomeriggio.

Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, problemi cardiaci o meno il dente va curato, se non vuol far danni maggiori alla sua salute. Stia tranquilla che il suo Odontoiatra sarà in grado di gestire le possibili complicanze cardiache, compresa la tachicardia e le extrasistoli, qualora il tutto non si risolva tranquillamente. Domani pomeriggio chiuda gli occhi e si affidi a queste buone mani, eventualmente può richiedere una leggera sedazione farmacologica.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 439XXX

La ringraZio per l’immediata risposta. Ma volevo anche capire se questi “effetti” sono solo ritenuti un fastidio o se l’anesiesia, nelle mie “condizioni”, può portare a una seria conseguenza. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Tutti gli Odontoiatri, prima di curare procedono all'anamnesi dove lei racconta i suoi problemi cardiaci, poi in base a questa anamnesi viene stabilito il corretto anestetico nei corretti dosaggi, in modo di abbassare i rischi. Stia tranquilla che qualunque conseguenza il suo odontoiatra la saprà trattare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/