Utente 396XXX
Buonasera, il mio problema è un incisivo inferiore centrale che quando ero piccola non so cosa è potuto succedere (troppo piccola per ricordarmelo avevo 9/10 anni) ma è diventato necrotico(così mi è stato detto). Questo dente non mi ha mai creato problemi ma era scuro e allora a maggio decisi di andare dal dentista per sbiancarlo. Lui dopo avermi fatto radiografia mi ha detto che era meglio devitalizzarlo e sbiancarlo dall'interno e così abbiamo fatto. La devitalizzazione l ho fatta a maggio dell'anno scorso e all'inizio di questo mese ha incominciato a darmi fastidio. Parlo di fastidio in quanto il dente non mi fa male nè quando mastico nè ha sensibilità ma lo sento singolarmente come se ci fosse qualcosa dentro,non saprei spiegarmi ma mi da fastidio alcune volte durante la giornata di più e altre meno ma è sempre presente durante la giornata. Come un mal di testa leggero ma a lungo andare snerva. Sono ritornata dal dentista, mi ha rifatto la radiografia e mi dice che nn c'è nulla nessuna infezione in atto e lui allora prova con l'eliminazione del tartaro quindi una pulizia ma nulla è cambiato, è passata una settimana ma niente sempre uguale, lui mi ha detto che non vorrebbe ridevitalizzarlo perchè è riuscita la devitalizzazione...mi ha detto di fargli sapere come andava ma io sono demoralizzata ed ho paura di perdere questo dente che essendo avanti si vedrebbe la mancanza e non vorrei uscire senza un dente avanti. Mi sono pentita tantissimo di aver preso la decisione di sbiancarlo. È colpa mia e mi merito sto problema lo so ma non pensavo proprio ad una conseguenza del genere. Ma cosa bisognerebbe fare? Perchè ho questi sintomi? Come bisognerebbe procedere? Grazie a chi vorrà darmi un parere. Saluti

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, lei è in buone mani e faccia i complimenti al suo odontoiatra da parte mia, perché lei non è stata abbandonata. Il suo fastidio non è singolare e le cure erano doverose per prevenire complicanze molto più gravi, quindi tutto sta andando per il meglio, ora dovrà imparare a convivere, fin che un giorno il suo parodonto accetterà questa situazione e i fastidi finiranno. Se avesse occasione di ritornare dal suo odontoiatra si potrebbe eseguire un controllo occlusale se non è già stato eseguito.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/