Utente 483XXX
Gentili Dottori, mi rivolgo a Voi per avere conferme su quanto già detto dal mio dentista.
4 giorni fa ho effettuato una cura canalare di un molare superiore (settimo credo), che terminerà la prossima settimana con la ricostruzione del dente.
Premetto che si trattava di un dente già precedentemente curato, con tanto di perno interno, presumibilmente da diversi anni, tanto che io non ricordavo di averlo già fatto curare, e che il dentista, dopo aver effettuato la radiografia dalla quale ha verificato la presenza di un perno, mi ha subito avvisato dei rischi di frattura del dente in caso di riapertura.
La terapia canalare, che ho comunque chiesto di adottare, ha richiesto, purtroppo, diverse sedute, in quanto ci sono stati problemi con due canali su tre: in uno, a seguito di radiografia effettuata a causa di difficoltà nel procedere con l'attrezzo, il dentista ha trovato la punta di uno strumento rimasta lì dal precedente trattamento di altro dentista.
Un altro, invece, ha smesso di produrre essudato, che ne impediva la chiusura, soltanto dopo l'applicazione, per alcuni giorni, di idrossido di calcio.
Il dente non mi ha mai dato alcun fastidio alla masticazione, neanche adesso, tanto che mi sono rivolto al dentista soltanto in seguito ad un piccolo ascesso e ad un fastidio leggero, lo stesso che avverto adesso..
Mi rimane, infatti, un leggero dolore, lo definirei "sordo", subito sopra il dente trattato; dapprima era come se ci fosse una spilla che pungeva subito sotto lo zigomo corrispondente al dente, ma dopo la chiusura del canale curato con l'idrossido di calcio questa sensazione è passata, permanendo una dolenzia leggera, e nemmeno costante, sempre nella zona dello zigomo sopra il dente.
Il dentista dice che potrebbe essere la punta dello strumento che è rimasta nel canale, ma non ne è certo in quanto il canale, irritato, avrebbe dovuto produrre anch'esso essudato ed invece è rimasto asciutto sin dalla prima medicazione.
Vi chiedo se, visto che tutti i canali sono stati correttamente chiusi, come constatato dal dentista con la radiografia effettuata in seguito al trattamento, la dolenzia che ancora avverto è presumibilmente dovuta all'infiammazione della zona (una volta aperto il dente si è scoperto che i canali erano andati in necrosi), al maltrattamento subito in seguito alla cura effettuata, o ad altra ragione, e quali possono essere le eventuali soluzioni.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
E' un dente già problematico in partenza.
Il suo dentista ci sta provando a recuperarlo, ma non è detto che ci sia riuscito.

Aspetti qualche settimana per monitorare la situazione; un fastidio al termine della cura è possibilissimo e frequente.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Gentile Dottore Formentelli,
se il mio dentista dice di essere soddisfatto della chiusura dei canali, cosa potrebbe andare storto?
Scusi l'insistenza, ma è per capire cosa sta succedendo e cosa aspettarmi.
Grazie nuovamente per la disponibilità

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Soddisfatto della chiusura dei canali, e adesso stiamo ad aspettare per vedere se l'organismo reagisce positivamente.

Soddisfatto del trapianto di reni, e asesso stiamo ad aspettare per vedere se l'organismo resgisce positivamente.

Soddisfatto dei primi giorni di terapia antibiotica, e adesso stiamo a vedere se avviele la guarigione.

Soddisfatto dell'intervento di asportazione del tumore, e adesso stiamo a vedere se si riforma.

Soddisfatto della manovra economica espansiva, e adesso stiamo a vedere se il PIL sale.
.... Oh No..... SIAMO IN RECESSIONE !
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)