Utente 421XXX
Buonasera dottori,
martedì 30/05, in seguito ad una sensibilità eccentuata al freddo, il dentista ha deciso di iniziare una cura canalare nel dente 24. Premetto che 2 mesi prima, aveva curato lo stesso da un'otturazione saltata (effettuata da un altro specialista) . Purtroppo però la nuova otturazione era tanto vicina al nervo da procurarmi fastidi.
In ogni caso, il 30/05 effettua una rx endorale e conferma quanto descritto sopra, in quanto l'otturazione era integra e non vi erano segni di infezioni o altro. Inizia con il somministrarmi molte fiale di anestesia in quanto avvertendo dolore -dice- il dente era parecchio infiammato. Procede quindi alla pulpectomia, utilizzando quelle specie di "viti" (scusate la terminologia barbara) e disinfettando. All'estrazione del nervo di uno dei canali, nota che solo l'estremità finale è in necrosi. Decide così di "inserirmi" dei cunetti bianchi,chiudere con una pasta provvisoria e darmi appuntamento dopo una settimana.
Ora, vi scrivo poichè dal giorno successivo, ho dei dolori molti forti che compaiono dal nulla e poi spariscono anche per un giorno intero. Quando si manifestano,talvolta hanno esito continuo, talvolta invece emergono come "pulsazioni o scosse" lancinanti (quasi da pianto). Assumendo poi un aulin, nel giro di 20 minuti sparisce tutto. Oggi ho ricontattato il mio dentista e mi ha spiegato che in un dente parzialmente necrotico e così infiammato, tale sintomatologia può esserci. Mi ha anche dato una rapida occhiata (purtroppo mi sono intrufolata nello studio senza prendere appuntamento) e ha notato che -visivamente- il dente non presenta nemmeno gonfiori. Ciononostante ha deciso di prescrivermi Augmentin per 6 giorni, giusto per scongiurare qualsiasi infezione.
Dopo questo quadro, vi scrivo per avere un vostro -per quanto difficile sia- parere su ciò che possa provocare questo dolore.
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, quando si cambia odontoiatra, il nuovo odontoiatra non conosce le cure precedenti, per questo è bene farsi rilasciare le cure eseguite, con un diario clinico o mettere in comunicazione tra di loro i due colleghi. Il dolore potrebbe essere dato dalla diagnosi eseguita dal suo Odontoiatra o da una nuova patologia da accertare. Eseguire la cura prescritta e attendere, in questo momento è cosa corretta
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 421XXX

Capisco. Ora però mi trovo- rispetto a ieri- ad assumere aulin senza margine di miglioramento. La situazione un po' mi preoccupa in quanto non capisco che natura possa avere questo dolore (infezione,infiammazione,post intervento ecc...) che mi sta facendo un po' impazzire e temo di dover perdere il dente.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Purtroppo non consciamo a distanza la natura del dolore e nemmeno sappiamo il destino del suo dente, abbiamo ben chiaro che le sono state prescritte delle cure, per cui dobbiamo attendere il termine di queste
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/