Utente 154XXX
Carissimi dottori, sono un ragazzo di 38 anni e premetto che soffro da anni di ansia e attacchi di panico e sono tutt'ora sotto cura da uno psichiatra , volevo porvi un quesito riguardo un mio problema fisico; nei primi di aprile di quest' anno mi è comparso un herpes zoster con sede retronucale destra e interessamento del muscolo sternocleidomastoideo e che mi è durato per due settimane circa con un intenso dolore al collo appunto, alla nuca fino alla spalla. Ho curato l herpes con zovirax pomata e zelitrex pillole 3 volte al giorno per sette giorni. Dopo aver finito la cura alla terza settimana l herpes è sparito e dopo altri 15 giorni con lui anche il dolore al collo e al muscolo interessato. Bene il problema rimasto è un linfonodo che mi si è ingrossato durante la malattia in sede destra precisamente dove finisce il collo e inizia la clavicola ..proprio nell incavatura e nella mia ignoranza penso sia l ultimo linfonodo laterocervicale a scendere. Bene il dolore al linfonodo non l ho piu' ma a tutt oggi mi è rimasto ancora invariato di volume ( al tatto supergiu un centimetro in quanto non supera la superficie del dito col quale lo tocco ) ed è molto mobile infatti al tatto mi scivola a destra e sinistra. Il mio medico ( un bravissimo ematologo ) mi ha detto di stare tranquillo che col tempo si riassorbira ma sinceramente io non sto tanto tranquillo in quanto sono trascorsi 2 mesi e il linfonodo è stabile ed infatti ho deciso di sottoporlo ad ecografia che eseguiro il 21 del mese corrente. Volevo un vostro parere sulla mia vicenda e porvi anche un altra domanda e cioè; è stato l herpes a procurarmi l ingrossamento linfonodale oppure è stato il contrario? ... 20 giorni fa ho rieseguito anche le analisi del sangue (fatte 3 giorni prima che mi venisse l herpes e che erano tutte nella norma tranne la ves un po alterata) ,comprendenti emocromo completo con formula leucocitaria, elettroforesi delle sieroproteine, trigliceridi, gamma gt, got , gpt, azotemia, glicemia, colesterolo hdl, bilirubina totale e frazionata diretta e indiretta, amilasi, lipasi, sideremia, fosfatasi alcalina, sodio, potassio, ves ... tutto nella norma tranne ancora la ves dove l eritrosedimentazione della prima ora è nella norma, quella della seconda ora 2 punti sopra il range (quindi se posso azzardare direi che è rientrata anche questa) cosi come mi ha spiegato il mio medico (ovvero che era normale che risultasse alterata perche avevo una infiammazione in atto). In piu l ultima ecografia addome completo che feci a marzo per altri motivi risulto nella norma anche quella. Esame completo delle feci e sangue occulto tutto nella norma con assenza di sangue occulto, esame urine che presentavano solo emazie 3/4 per campo e rari ossalati di calcio ( premetto che soffro di renella e in passato anche di qualche piccolo calcoletto renale) .Vi chiedo è possibile che un linfonodo impieghi cosi tanto tempo per sgonfiarsi? Aspetto vostre notizie sul mio linfonodo... ovvero se devo preoccuparmi oppure posso stare un po tranquillo in attesa dell ecografia .... grazie anticipatamente e buon lavoro .

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dopo 2 anni ricominciamo d'accapo con l'ossessione dei linfonodi ??

Ebbene sì anche i linfonodi INNOCUI possono persistere come palpabili anche per periodi molto lunghi (anni)

Legga questo consulto analogo sperando di essere convincente

https://www.medicitalia.it/consulti/oncologia-medica/273602-per-il-dott-catania.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 154XXX

Gentilissimo Dott. Catania... la ringrazio per la sua gentilezza nel rispondere al mio quesito; ho letto già oggi il consulto del link che mi ha mandato e mi ero già un po rasserenato ...ma sa; per un ipocondriaco non è facile accontentarsi... ma c è dell'altro che mi ha spinto a scriverle un altro posto riguardante il mio problema linfonodale. Sa ho un sintomo che mi ha fatto pensare il peggio ...ovvero un prurito generalizzato che ho da marzo e che mi ha allertato. Ho provato a fare una cura antistaminica con Clarytin compresse e ha funzionato ma dopo aver terminato il ciclo il problema si è ripresentato anche se con entità minore. Il prurito di cui le parlo è diffuso soprattutto alla testa agli stinchi e ai fianchi. Ultimamente ho scoperto anche di avere una micosi al piede destro sotto l ultimo dito che va e viene ad intermittenza. Il mio psichiatra mi ha detto che il fattore prurito di cui parlo puo avere secondo lui origini dovute allo stress oppure sarà qualche stupida allergia... dicendomi che se avessi un linfoma con quei sintomi sarebbe gia in stato avanzato e che quindi i miei esami clinici sia strumentali come l ecografia addome oppure la radiografia toracica effettuata assieme agli esami di laboratorio avrebbero già detto la loro in un modo o nell altro. Effettivamente non attraverso un buon periodo.. sono molto stressato e quindi tutto è ricollegabile alle sue diagnosi. Lei pensi che da ottobre ad oggi ho effettuato una colonscopia, una gastroscopia, rx torace a dicembre, eco addome completo 2 mesi fa e analisi di laboratorio fino a 20 giorni fa senza mai trovare nulla di rilevante. Le chiedo a questo punto se l ecografia al linfonodo risulterà superflua anche quella oppure oramai la faccio?... Nell attesa di una sua risposta le auguro un buon lavoro e spero di non averla stressata con le mie paranoie ma so che mi capirà... lei è un medico ma soprattutto un umile persona come risulta dai suoi post sempre molto delucidanti. Grazie ancora dottor Catania.

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'ecografia al collo può essere utile, ma non nel suo caso perchè dopo un pò non basterebbe più per le ragioni spiegate nel link allegato.

C'è un solo esame per toglierle ogni dubbio ed avere un quadro completo della situazione:
....una bella AUTOPSIA !!!!

Ovviamente sto scherzando, ma Lei queste battutacce della notte...se le va a cercare (^___^).

In realtà la battuta di orrido gusto mi è stata suggerita da un consulto recentissimo proprio su
un linfonodo come il suo

>>>Mi hanno detto inoltre che per capire se è maligno o meno occorre fare un'autopsia....................>>>

https://www.medicitalia.it/consulti/endocrinologia/284277-linfonodo-destro-ingrossato-tiroide-hashimoto.html

Vede...che anche Lei se le va a cercare le battutacce : ne parli pure con il suo psichiatra !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 154XXX

Hahaha.... ho letto il link e ovviamente la sua risposta al mio post... bhe che dire ... non si possono avere dubbi sulla sua professionalita, esperienza e "humor psicologico" ... ci risentiremo piu in la quando le comunichero' l esito dell ecografia ( vergognandomi pure a farlo ) ... GRAZIE per il suo tempo concessomi.... le auguro una lieta nottata ... buon lavoro e saluti dalla sua Sicilia .

[#5] dopo  
Utente 154XXX

Gentilissimo dott. Catania, giusto per una formalità le allego l esito dell ecografia al collo sostenuta stamattina:

La tiroide è in sede, di dimensioni nei limiti a profili regolari ed ecostruttura omogenea. Come di norma le ghiandole salivari e sottomandibolari.
In sede laterocervicale bilaterale si apprezzano alcuni linfonodi allungati, aumentati di dimensione, di aspetto reattivo, il maggiore 15 mm a destra.
Linfonodo con diametro di 6 mm in sede sovraclaveare destra.

Le auguro una lieta giornata e un buon proseguio lavorativo.... e sempre grazie per la sua cortese attenzione.

[#6]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci riscriviamo nel 2014 !
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com