Utente 814XXX
Al mio marito di 58 anni in data 30. 07.08. hanno diagnosticato melanoma maligno all'alluce sinistro, considerando il fatto che il problema persisteva da tre anni in cui ha subito due asportazioni del unghia e terza volta anche della radice della stessa senza annalisi più approfondite sul caso?? Un anno dal ultimo intervento ci siamo trovati con questa diagnosi. Considerando il tempo trascorso gli è stato amputato subito l'alluce e linfonodi sentinella (3 pz. di cui 2 sono risultati positivi al esame istologico. Subito dopo ha subito l'altro intervento 04.09.svuotamento completo dei linfonodi l'ingvinali e elliaci.Stiamo aspettando esame istologico? Mi hanno già detto che sicuramente dovra fare interferone per almeno un anno una volta al mese? Sono disperata e arrabiata sopratutto, che il dottore che lo ha curato prima ha ignorato il problema.Gli hanno fatto la TAC completa che è risultata negativa.Vorrei un aiuto per vedere se le cose non sono veramente degenerate del tutto. Ringrazio anticipatamente!!!!
Mi scuso per errori, sono straniera!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
dovrebbe allegare l'esame istologico del primo intervento chirurgico .
Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 814XXX

Grazie mille, sopra tutto pe l'efficacia della risposta, però purtroppo non ho esami del primo intervento che ci sono stati riferiti solo oralmente, devo chiedere il chirurgo che lo ha operato e dopo gle li inviero subito se ritiene che possano essere utili per chiarire il caso????Sulla diagnosi del ultimo ricovero cè scritto, MM primo ditto del piede sinistro (B:8mm; C:V) Accertamenti medici:Proteina s-100: 103 ng/L. Esame standard delle urine nella norma.Esami ematochimici di routine:Hb=129g/L.
Spero che questi dati possano essere utili a far le capire di più??
Distinti saluti!

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Purtroppo ha pochi dati ma questi non sono certamente confortanti
se B indica lo spessore in millimetri secondo Breslow e
C. V indica quinto livello secondo Clark.

E’ importante che l’esame istologico del nevo asportato indichi lo spessore del tumore espresso in millimetri, ovvero l’indice di Breslow.
Lo spessore della lesione è, infatti, l’indice prognostico più importante ed è utile per la programmazione terapeutica.

Se l’indice di Breslow è inferiore ad 1 mm:
La sopravvivenza è quasi del 100%

Se l’indice di Breslow è superiore ad 1 mm come in questo caso
ll rischio di metastasi linfonodali aumenta progressivamente con il crescere dello spessore della lesione:

da 1 a 2 mm l’incidenza di coinvolgimento linfonodale è di circa il 15-20% con spessore maggiore di 2 mm la possibilità di sviluppare metastasi linfonodali è molto più alta, circa il 60%. In questi casi è altresì alto il rischio di metastasi viscerali (circa il 70%)

Qui se la mia interpretazione è corretta siamo addirittura a 8 mm
di spessore !

Non prenda per oro colato quello che sto scrivendo perchè sto solo tentando di interpretare la sigla di un referto che dovrebbe essere scritto per esteso.

Quindi sospendiamo ogni valutazione corretta al momento in cui ci fornirà dati più precisi.





Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 814XXX

Grazie infinite per la risposta, speriamo che i dati che le ho inviato non sono da interpretare in questo modo e che le sigle che ho trovato non si riferiscono ai dati da lei indicati, nel fratempo ci ha contattato il chirurgo e ci ha riferito che l'esito del secondo l'esame istologico sono abbastanza buoni, dobbiamo avere l'esame definitivo e certo per poter valutare il caso. Appena ne sarò in possesso gle li inviero. Per il momento siamo già abbastanza ottimisti della notizia che ci ha comunicato il chirurgo.
La ringrazio ancora una volta per il suo interessamento e ai risultati in mano la contattero.

Cordiali saluti!

[#5] dopo  
Utente 814XXX

Gentile Dottore,
Adesso che ho tutti gli esami istologici che cercero di trascrivere per far le capire nella complessita il problema,
purttroppo la sua interpretazione iniziale si è avverata e i dati che le ho scritto sono da interpretare come già fatto da Lei:
I diagnosi
Melanoma cutaneo infiltrante.
Istotipo: non valutabile. ( Che significa? )
Fase di crescita: verticale
Spessore massimo di Breslow (ove valutabile) almeno mm 8.
Livello di Clark: V°.
Ulcerazione: presente
Indice mitotico: elevato (20 mitosi per mmq)
Infiltrato linfocitario tumorale (TIL):assente
Invasione angiolinfatica:non evidente
Invasione perineurale:presente
Regressione:assente
Microsatellitosi:presente(in forma di microfocolai a distanza dalla lesione primitiva e nel contesto dei tessuti molli periossei)
Tipo cellulare:epitelioide
Nevo associato :assente. (Che significa che la causa non è nevo?)
Osso a margini di exeresi chirurgica:esenti da infiltrazione neoplas.
Da quello che ho capito questa prima diagnosi è la più importante per valutare la gravita della malatia???? Da quello che mi ha già illustrato le prospettive non sono ...ottimistiche..!!!!
Vorrei sapere se questa prima diagnosi cosi grave, significa una sviluppo grave e (ancora peggio incerto), nonostante le annalisi del ultimo intervento (svuotamento linfonodi l'ingvinale e iliaci sono esenti da metastasi? Spero che in base a questi elementi riesciura a comprendere meglio l'evoluzione della malatia e di poter darmi un consiglio??? Secondo Lei la cura con interferone e in ogni caso utile a fare??? Quali risutati si ottengono con questa cura?
La prego di rispondermi, perchè dobbiamo decidere se fare la terapia. Ringrazio infinitamente per l'aiuto che mi sta offrendo!!

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Purtroppo avevo letto bene !

Aspetti comunque a trarre conclusioni affrettate.

Sulla terapia medica lascio libero spazio ai colleghi oncologi medici.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 814XXX

La cura con interferone ci è stata proposta dal medico oncologo,(forse in maniera sbagliata per il carattere e le condizioni psico-fisiche del mio marito)visto che ci ha parlato solo della difficoltà a soportare questo tipo di cura che come ci ha detto pochi riescono a portare a termine visto che il trattamento è lungo e doloroso con esiti incerti per la malatia?
In ogni caso coloquio è finito con una proposta da valutare da parte del paziente, che secondo me non in grado di valutare e prendere una decisione cosi importante, dopo sofferenze che ha subito per gli interventi nei ultimi due mesi.
Appena comincia a sentirsi meglio e gli viene proposto un trattamento doloroso che secondo l'oncologo divide il mondo medico sull'utilità del trattamento. Ho paura che messa in questo modo di sicuro non verra accetata da lui ne da nessuno che si trova nelle sue condizioni.
Vorrei una sua opinione per favore al riguardo?Utilità di questo farmaco per la sua attuale condizione.
Esistone altre cure per questo tipo del problema?
Ringrazio per tutto quello che sta facendo per me,cordiali saluti!

[#8] dopo  
Utente 814XXX

Vi prego di rispondermi ed espore la Vs. esperienza per quanto riguarda utilità di questo farmaco e event. effetti collaterali momentanei e permanenti.
Devo sapere di più per poter prendere la decisione?
Ringrazio infinitamente a tutti che mi rispondono.
Sottoporsi a questa terapia dopo qualche mese dal intervento a senso???
Cordiali saluti!

[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poichè i colleghi di oncologia medica tardano a rispondere provi
a ripostare questa discussione in area ONCOLOGIA MEDICA

-riassumendo quanto abbiamo discusso (tanto leggeranno il post di questa pagina, ma indichi chiaramente che c'è stata una precedente discussione)

-fornisca sufficienti dettagli sulle condizioni generali del paziente

-modifichi il titolo del post ad esempio andrebbe bene : INTERFERONE NEL TRATTAMENTO DEL MELANOMA IN STADIO AVANZATO

e...abbia fede!

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 814XXX

Grazie, grazie Dott. Catania per la risposta, provero a far come consigliato da Lei.
Un altra domanda per favore, è comunque da considerarsi melanoma in stadio avanzato, nonostante gli ultimi referti sono negativi?
Questa risultato e da considerare come una possibilità che il problema è stato risolto chirurgicamente....oppure per la valutazione della malatia ha poca importanza????

Non Le avevo indicato risultati del 1 esame dei 3 linfonodi che trascrivo in seguito:
metastasi linfonodale estesa(diametro superiore a 5 mm)a 1 linfonodo sentinella a 1 linfonodo parasentinella.
Ulteriore linfonodo parasentinella esente da metastasi.
Questo risultato non vuol dire che la metastasi si è fermata al 1 linfonodo parasentinella, considerando che tutti gli altri referti sono negativi.
Esiste qualche possibilità per favore, confido in una Vs. risposta?
Buona giornata e grazie!

[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ho affatto scritto che la situazione sia compromessa, vista la negatività strumentale.

E avanzato perchè non possiamo parlare di stadio iniziale.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#12] dopo  
Utente 814XXX

Grazie per il chiarimento.
Sono già più ottimista.....grazie!

[#13] dopo  
Utente 814XXX

HO BISOGNO URGENTE UNA RISPOSTA!!!

Gentile Dott. Catania,
Non capisco perchè nessuno risponde alla mia domanda, avevo riproposto la domanda come da Lei indicato,però nessuno mi ha dato una risposta?(forse qualcosa non ha funzionato)
In ogni caso mio marito e una persona che e sempre stato in buona salute, nessun problema di nessun genere, una persona atletica e sportiva e adesso si trova davanti a questa decisione da prendere :

1.Ho bisogno urgente di sapere se deve fare questa cura o no?
2.Non si pùo mettere una persona non competente come noi davanti ad una decisione cosi importante quando nessun medico ci dice se questa cura è utile no?
3.ci sono effetti positivi di questo farmaco sul esito della malattia??????? ( mi risponda per favore, non so più a chi rivolgermi)
La Ringrazio con tutto il cuore!!!!

[#14] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ha risposto la collega Baiocchi su

https://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=49944
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#15] dopo  
Utente 814XXX

Grazie per tutto quello che sta faccendo per me !
Può darmi anche Lei una sua opinione su questo problema?

Cordiali saluti!

[#16] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Mi occupo da trenta anni di melanomi, ma nella fase chirurgica della malattia, e non ho una esperienza diretta sulla terapia medica perchè in quella fase perdo di vista i pazienti.

Pertanto preferisco non esprimere opinioni per intuibili ragioni di
correttezza professionale.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com