Utente 795XXX
Gent. dottori,
vorrei sapere quanto è precisa la diagnosi effettuata tramite ecografia sui linfonodi.

Mi spiego meglio: dall'inizio di giugno ho notato un rigonfiamento latero-cervicale sotto l'orecchio sx, duro, non doloroso e non mobile. Dopo una decina di giorni ho fatto un'ecografia in cui il linfonodo risulta di forma allungata, diametro max 2.3 cm, di aspetto reattivo (ecografia con color doppler). Oltre questo ce ne sono altri più piccoli non palpabili.
Sono seguiti due cicli di antibiotici e uno di antinfiammatori (brufen 600) che però non sono serviti a nulla. A volte il linfonodo sembra ridursi e poi torna ad ingrossarsi.
La settimana scorsa ho fatto una seconda ecografia, da un medico diverso, e il referto dice:
in sede laterocervicale sinistra, a livello della tumefazione palpabile, si nota la presenza di una formazione ipoecogena allungata di 20 mm, con polo vascolare conservato, riferibile a linfoadenopatia a carattere reattivo.
Altre linfoadenopatie in sede laterocerviacale destra di diametro massimo 12 mm, reattive. Non necessita di ulteriori indagini.
Ho anche un piccolo nodulo tiroideo fermo a 8 mm da almeno 6 anni.

Oggi ho consultato un otorino perchè ho qualche fastidio all'orecchio sinistro, come un senso di pressione, e l'otorino, solo toccando il linfonodo, ha detto che va indagato con tac e agoaspirato.
Ovviamente sono piuttosto in ansia...

Quello che le chiedo è qual'è l'attendibilità delle ecografie. E' possibile che linfonodi reattivi siano in realtà... qualcosa di diverso?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ha grande valore.
Ma va interpretata nel contesto clinico-strumentale globale in cui la visita ha molta importanza.

La diagnosi ecografica è di linfonodi reattivi

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm

Con la visita il collega ha voluto richiedere un ulteriore approfondimento.

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com