Utente
salve dottore sono un ragazzo di 33 anni e sono preoccupato per un problema di mia mamma 69 anni. è già andata da 3 ortopedici e fatto tutti gli esami possibili.dunque gli è stata riscontrata una lombalgia sinistra cronica, in grave scoliosi dorso lombare poi cè scritto
t score L2-L4 0,9
T score collo femore 0,8
deformità del corpo D12
rx rachide in toto:l' articolazione coxofemorale di destra si proietta di cm1 piu' in alto nei confronti della controlaterale , con livellamento del bacino verso il basso a sinistra.è presente scoliosi a curve contrapposta destroconvessa del tratto dorsale distale e sn convessa, associata a marcata rotazione metamerica consensuale, del rachide lombare.il piano delle spalle presenta discreto dislivellamento verso il basso dx.
conservata la fisiologica curvatura lordotica cervicale, un po' accentuata la cifosi dorsale. discreti diffusi segni di spondiloartrosi piu' marcati nei metameri tr dorsale intermedio e lato concavocurvatura scoliolitica lombara.
discopatie multiple del rachide lombare.parziale riduzione in altezza di d12, verosimilmente in esiti di collasso su base porotica.
fatto stà che mia madre ha questo "gnocco di muscolo ingrossato" sulla schiena, che da 2 anni a questa parte gli ha portato un mal di schiena tremendo e quindi si è sottoposta poi a tuti gli esami del caso. ha fatto anche cicli di radioterapia ma nulla.
il dottore gli ha prescritto : co-efferalgan 2 volte al giorno per 15 gg, expose 100 mg 2 al giorno per 20 gg, tiobec retard 1 cmp per 40 gg e esercizi da fare al mattino e un busto da tenere solo la mattina.
miglioramenti non se ne sono visti, ora capisco la situazione grave, ma vorrei sapere se cè speranza di FARE QUALCOSA CHE DAVVERO FUNZIONI ANCHE SOLO PER MIGLIORARE LEGGERMENTE LA SITUAZIONE. o qualche clinica specializzata in lombardia.
RINGRAZIO IN ANTICIPO I DOTTORI CHE MI DARANNO RISPOSTE, PER LA CORDIALE DISPONIBILITA'.

[#1]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La situazione è abbastanza complessa per la presenza contemporanea dell'artrosi, della scoliosi (quello che chiama "gnocco di muscolo ingrossato" potrebbe essere un gibbo) e dell'osteoporosi.
Occorre una attenta valutazione presso un ortopedico che si occupi di patologie vertebrali. Non so quali siano le possibilità a Lecco: chieda al Suo Medico. In Lombardia può rivolgersi a numerose strutture: fra le tante, a Milano ( alla UO di Chirurgia Vertebrale e Scoliosi del Pini http://www.gpini.it/chirurgie/patologie_vert/index.html , oppure alla Ortopedia del San Raffaele di Milano http://www.sanraffaele.org/61963.html , oppure alle tre UU.OOdi Chirurgia Vertebrale del Galeazzi di Milano http://www.galeazzi-gsd.it/unita_operative.php?PHPSESSID=de3041ffe62fa18168f2e1dc3e4d4ce6 ), a Brescia ( l'UO di Ortopedia degli Spedali Civili http://www.civile.spedalicivili.brescia.it/servizi/unitaoperative/unitaoperative_fase02.aspx?ID=488 ), a Pavia (Clinica Ortopedica del Policlinico San Matteo di Pavia http://ortopedia.sanmatteo.org/on-line/Home/articolo1000471.html ), a Varese (U.O. di Chirurgia Spinale dell'Ospedale di Circolo). Vi sono numerosi altri Centri in grado di valutare la signora: chieda al Suo Medico.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio dottore. prenderò in considerazione anche altri centri. però premetto e non ho specificato, che mia madre è già andata in 3 centri a farsi visitare e tutti gli danno solo pastiglie. ora mia mamma sò che è una fifona e non si farebbe operare MAI, ma cè secondo lei o altro dottore, una possibile altra alternativa, anche solo per non peggiorare?? non sò un busto diverso, delle terapie laser......purtroppo sono in alto mare...e non potendo per lavoro andare mai ad appuntamenti col dottore e mia mamma, mi trovo solo carte in mano da esaminare senza poter parlare con un dottore dal vero.
grazie ancora

[#3]  
Dr. Umberto Donati

40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
FORLI' (FC)
ZOLA PREDOSA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Purtroppo non è assolutamente possibile fare ipotesi terapeutiche (tanto meno pensare a interventi chirurgici) senza aver visitato la paziente. Nella scelta del trattamento poi intervengono anche altri fattori (condizioni generali della paziente, malattie concomitanti, costituzione fisica, ecc).
Le suggerisco, una volta scelto dove rivolgersi, di fare di tutto per essere presente alla visita specialistica e poter così acquisire tutte le informazioni circa le condizioni di Sua madre e le possibilità di trattamento
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it