Utente
Buonasera,
dopo una visita da 2 ortopedici ho ricevuto 2 versioni diverse e opposte.
sintomi pre-visita: dolore al ginocchio destro interno ad altezza menisco, nessun gonfiore, perdita di tono muscolare di retto femorale e vasto mediale.
la risonanza parla di degenerazione di grado severo del corno posteriore del menisco interno e modicamente assottigliato il LCA con decorso peraltro ancora conservato, fatto più evidente nel tratto inserzionale massimale (esiti di piccola alterazione distrattiva?).
Il primo ortopedico consultato interverrebbe solo sul menisco e non trova problemi al LCA nemmeno dopo una prova manuale.
Il secondo ortopedico invece consiglia di intervenire su menisco e di ricostruire il LCA precisando che il solo intervento di menisco non risolverebbe il mio problema e anzi lo rimanderebbe a più avanti nel tempo perchè sostiene che io abbia un'insufficienza completa del LCA dovuta ad una lesione cronica (facendomi vedere dalle lastre una parte di LCA cicatrizzato da anni); concludendo sostiene che da piccolo (all'età di 6-8-10 anni) l'LCA si è spostato e non fa più "il suo lavoro" e che per i 20-25 anni successivi mi è sempre "andata bene" ma quando il mio tono muscolare è diminuito il menisco ha fatto crac! se non ricostriusco l'LCA fra 10-15 anni avrò grossi problemi di artrosi.
Come potete immaginare sono da qualche giorno molto dubbioso su chi ascoltare o su cosa pensare perchè le diagnosi sono completamente opposte.
Forse è il caso di interpellare un terzo ortopedico ma chiedo aiuto anche a Voi per un consiglio da esperti.

Rigrazio per la collaborazione

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, ha propio ragione, in questi casi è sensato chiedere una terza opinione. A meno che non abbia avuto un trauma di un certo grado da piccolo, non mi torna molto la storia del crociato lesionato, ma non potendola visitare non mi posso permettere di dare giudizi. Resto in attesa di eventuali sviluppi. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio molto Dottore per la velocissima risposta!
ho già fissato per lunedi 29/11 la terza visita, la aggiornerò sicuramente!

Una domanda veloce, se ha tempo per rispondermi:
il fatto che io attualmente non riesca a fare il muscolo nella gamba destra può essere associato solo alla lesione meniscale?

grazie ancora per la disponibilità

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
In che senso non riesce a fare il muscolo? Non riesce a contrarlo anche se ci prova, o nonostante gli esercizi di rinforzo resta sempre più piccolo dell'altro?
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#4] dopo  
Utente
scusi l'imprecisione della mia domanda, diciamo che quando contraggo il retto femorale il muscolo non è al 100% come invece se provo con l'altra gamba; per darle un'idea più precisa quando contraggo i vasti mediali delle due gambe il sinistro è ok, il destro resta molto molle, anche sotto il 50% rispetto all'altro.
Esercizi di rinforzo non ne ho ancora fatti perchè l'infortunio è di 10-15 fa e ho più che altro girato per ambulatori medici senza affrontare esercizi di rinforzo muscolare (anche perchè non c'è ancora una diagnosi certa!)

[#5]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Quindi c'è stato un infortunio 15 giorni fa? Non l'aveva detto.. Comunque, in teoria un ridotto tono muscolare, specie del vasto mediale, dopo un infortunio può essere normale. Questa differenza tra i due muscoli c'era anche prima del trauma? Sono tutte cose che deve dire all'ortopedico che la visiterà per aiutarlo a fare una diagnosi. Codiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#6] dopo  
Utente
mi scusi ancora per le imprecisioni.
si, infortunio avvenuto sabato 6 novembre, prima del quale il tono muscolare era il medesimo per entrambe le gambe.
è per questo che chiedo se una diminuzione del tono muscolare specialmente al vasto mediale può essere associata alla rottura meniscale.
mi sembra quanto meno improbabile la teoria del secondo ortopedico, resistere 20-25 anni con una completa insufficienza dell'LCA (considerando che faccio sport a livello amatoriale) mi sembrano tanti.

grazie per l'aiuto, ora sono più preparato per la prossima visita.

specifico che durante la partita non ho sentito niente, solo un "pizzicare" a fine partita senza nessun gonfiore.

[#7]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Sembrerebbe davvero un risentimento meniscale. E il muscolo può andare giù per il poco uso dovuto all'immobilità. Ma solo la visita può dire le cose con sicurezza. Resto in attesa degli sviluppi. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio molto per le delucidazioni, sono anche un pò più tranquillo comunque la aggiorno dopo la visita del 29/11.

Cordiali saluti

[#9] dopo  
Utente
A seguito visita odierna posso affermare di avere solo una lesione meniscale e che tutta la "storia" dell'insufficienza dell'LCA si è rivelata diciamo "strana" (...)

Al fine di questo mio particolare caso ho imparato una lezione molto importante ossia quella di non fermarsi al primo consulto e di verificare la serietà dell'ortopedico e la veridificà di ogni analisi perchè con la salute non si scherza e sopratutto non ha prezzo!

Sono infine scioccato per ovvi motivi e spero che questa mia testimonianza possa essere utile a qualche lettore.

Ringrazio il dottor Gianni Nucci e tutto lo staff del presente sito per l'aiuto non indifferente che riuscite a dare concedendo gratuitamente il vs sapere.

Buon lavoro.

[#10]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, vorrei solo dire che dopo ciò che le è successo non deve per forza essere sfiduciato e cercare da ora in poi mille pareri per il prossimo problema di salute che le si presenterà (speriamo mai!). Se ci pensa, in effetti, se si fosse fermato alla prima visita, avrebbe avuto una diagnosi corretta da subito senza tutte queste preoccupazioni...! Quindi si affidi agli specialisti che conosce e che le hanno fatto una buona impressione, e non esiti a chiedere loro tutto ciò che non la convince. La ringrazio infine, a nome mio e di tutti i colleghi del sito, per le parole di apprezzamento ricevute. Sono proprio queste che ci fanno andare avanti, e ci ripagano del tempo trascorso su queste pagine elettroniche.
Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#11] dopo  
Utente
Buonasera,
Vi chiedo informazioni riguardo le iniezioni di clexane 4000 (1 al dì x 15 gg) che devo fare a seguito menisectomia avvenuta martedi scorso, 11/1/2011.

Ho dimenticato di fare l'iniezione quotidiana nella giornata di ieri, vorrei sapere se è un grosso problema e se c'è modo di rimediare.
Sono già passate 24 ore circa e per la precisione ho saltato la settima iniezione.

Vorrei inoltre sapere se ci sono altre zone del corpo dove posso fare l'iniezione, finora le ho fatte in pancia e pur non essendo dolorose ho un paio di lividi.

Ringrazio anticipatamente per la risposta,
Andrea Capozzi

[#12]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente, continui tranquillamente con le iniezioni come da protocollo, non ci dovrebbero essere grossi problemi. Prima di tutto, non dovrebbe togliere l'aria dalla siringa prima dell'iniezione, così la bolla d'aria entra nel sottocute per ultima, spinge il liquido in profondità e riduce la formazione di ematomi. Saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#13] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
la contatto perchè sono molto preoccupato.

Le riassumo molto brevemente le mie "tappe":

1) il 12/1/2011 vengo operato di meniscectomia selettiva al ginocchio dx.

2) Già dal giorno seguente inizio la riabilitazione, il primo mese tutti i giorni e il secondo mese 2 volte/settimana, percorso che svolgo con grande impegno e che non mi da nessun tipo di problema, dolori o preoccupazioni.

3) Recupero benissimo tono muscolare e inizio a correre sino a percorrere diversi chilometri prima sul tapis roulant e poi su terreno.

4) A circa 2 mesi dall'operazione (10 marzo) riprendo confidenza con gli allenamenti di calcio ma ieri 19/3, con la dinamica classica di un "lancio lungo" di sinistro (cioè peso tutto sulla gamba destra piegata a circa 130°) sento "crac" sul ginocchio operato.

Mi sembra di essere tornato indietro nel tempo, il ginocchio non si è gonfiato però se faccio pressione nella zona del menisco mediale il dolore/fastidio è uguale a quello della prima volta.
La camminata non è fluida, zoppico sopratutto se resto fermo per diversi minuti e la mia sensazione è che nonostante in gennaio sullo stesso ginocchio sia stata effettuata una meniscectomia selettiva possa essere stato danneggiato ancora il menisco mediale.

Ma è possibile? mi sembra così strano che un singolo movimento ci carico senza altri fattori (buca, contrasti, spinte varie) possa vanificare 2 mesi di sollecitazioni e riabilitazioni (facevo stabilmente la pressa a 120 kg con una gamba sola).

Sono molto demoralizzato, chiaramente una visita dell'ortopedico e una risonanza fra qualche giorno sarà necessaria però in questi mesi la mia stima verso il Suo operato e le Sua risposte puntuali e precise è alta e un consulto lo apprezzerei molto.

ringraziando anticipatamente
porgo
cordiali saluti

[#14]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Può essere che si sia di nuovo lesionato il menisco, visto che credo che sia stato sottoposto ad un intervento di meniscectomia selettiva, nella quale si toglie solo la parte di menisco lesionato e si lascia il resto. Questo residuo meniscale può rompersi.
Ma la causa del dolore può essere anche altro, come un problema della cartilagine in quel punto. Non posso che dirle di aspettare la visita, con quella saprà il da farsi. Per ora stia a riposo da attività fisica. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#15] dopo  
Utente
grazie mille della risposta.

solo una piccola specifica:
in caso di rottura meniscale so a cosa vado incontro,
in caso di problemi alla cartilagine invece no...quali sono gli interventi o le cure da fare?

ringrazio sentitamente

[#16] dopo  
Utente
mi perdoni dottore,
volevo aggiornarla degli sviluppi:

nella giornata di oggi il ginocchio si è gonfiato in prossimità del vasto mediale e sopra la rotula.

ho paura che ci sia un versamento interno e quindi una rottura del lca.

Le chiedo:
è possibile lesionarsi l'lca con la dinamica descritta sopra? (facendo un "lancio lungo" di sinistro (cioè peso tutto sulla gamba destra piegata a circa 130°)sento "crac" sul ginocchio operato.

grazie ancora

[#17]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
FAENZA (RA)
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Non è una dinamica classica, ma la certezza la dà solo la visita. Per adesso stia a riposo e metta del ghiaccio. Cordialità.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it