Utente
Buonasera. Mi chiamo Simone e scrivo da Bologna. Da tanto tempo svolgo attività sportiva di ogni tipo, con prevalenza pallacanestro. A seguito dell' interruzione da fumatore ho preso una decina di kg e sono insorti problemi.
Quest'estate ho rilevato dolori al ginocchio sx dopo attività sportiva, i classici sintomi condropatici da "freddo" (il giorno dopo l'attività) . Molto preoccupato, ho prenotato una Risonanza magnetica ed il referto è il seguente.

lesioni ossee focali:no.
Legamenti crociati e collaterali: regolari.
Note di meniscosi in sede mediale, corno posteriore.
Menisco laterale, ok.
Conseravata cartilagine femore tibiale
Lieve grado di condropatia femore rotulea con rapporti articolari regolari.

Ho letto in questi giorni di tutto e di più in rete, sinceramente sono abbastanza scorato, dato che leggo che questa è una patologia senza rimedio. Sono un pò sollevato dal fatto che leggo la parola "lieve" e spero si possa intervenire per evitare una degenerazione che, ahimè, leggo è irreversibile.

Oltre ad ogni consiglio benaccetto quanto l'oro, mi piacerebbe saper inoltre se lo "step" in palestra è indicato (credo che perdere peso sia il primo passo), e se sarebbe indicato appendere le scarpe da basket al chiodo, con conseguente depressione conseguente :)

Non ho mai avuto traumi al ginocchio in passato. Inginocchiarmi su una superficie dura mi risulta difficoltoso, soprattutto se sposto il baricentro verso il ginocchio che duole. Non avverto dolore, ma solo il senso di "legnosità" che comporta un cambio di postura prolungata.

Sono disperato, spero di riuscire a fare qualsiasi cosa per poter evitare sia problemi in vecchiaia, sia la mancanza di sport.

Grazie mille per l'attenzione che vorrete dedicarmi. Saluti e grazie

Simone

[#1]  
Dr. Gabriele Vasario

24% attività
0% attualità
12% socialità
CARIGNANO (TO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Buongiorno, leggendo attentamente la sua richiesta di consulto mi permetto di consigliarle di focalizzarsi di più sulle soluzioni del problema è che sul problema di per sé. Ritengo sia un problema risolvibile, o comunque arginabile, e vedendo tanti pazienti tutti i giorni le assicuro che ci sono persone che hanno problemi molto più grossi.E a volte senza soluzioni. Può fare molto per diminuire l'infiammazione (ad esempio infiltrazioni con acido ialuronico) e per prevenire un sovraccarico della componente mediale dell'articolazione del ginocchio. Può provare, dopo aver ridotto l'infiammazione al ginocchio e perso i chili di troppo, a consultare un buon osteopata e posturologo per verificare che non vi siano problemi di postura, o problemi sopra e sotto segmentari che vadano a "scaricare" tensioni o un carico eccessivo su tale segmento corporeo (ad es un valgismo di ginocchio, magari dovuto a problemi di appoggio plantare).

cordialita'
Dr. Vasario Gabriele Paolo Specialista in Ortopedia e Traumatologia - Osteopata D.O.R.O.I
www.ortopediapiemonte.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dottore, innanzitutto la ringrazio per la sua attenzione, mi solleva un po' leggere i suoi consigli; credo che comunque prenoterò un esame più approfondito da un ortopedico qui a Bologna, poichè sono stato visitato solo da un fisiatra. Nel frattempo, volevo sapere se lo step, a suo avviso, è indicato con la mia patologia o è meglio la cyclette col sellino alto.

grazie per la sua rinnovata attenzione.
Simone

[#3]  
Dr. Gabriele Vasario

24% attività
0% attualità
12% socialità
CARIGNANO (TO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Buonasera,
Sicuramente la cyclette con il sellino alto e più indicata rispetto allo Step.
Parlando di lavoro aerobico, sicuramente la cyclette e meno Traumatica per il ginocchio.
Cordialità
Dr. Vasario Gabriele Paolo Specialista in Ortopedia e Traumatologia - Osteopata D.O.R.O.I
www.ortopediapiemonte.it