Utente
Buongiorno,

Con ordine:
circa 20 giorni fa comincio a sentire un certo fastidio a deglutire dalla parte sinistra.
dopo qualche giorno si trasforma in un bruciore che va ad irradirasi verso l’ orecchio sinistro.
Nel frattempo mi accorgo di avere una specie di chicco di riso indurito sopra la laringe (ovviamente sempre da quella parte).
Toccarlo non fa male, ma si muove al tatto in tutte le direzioni.
Dopo 5/6 giorni mi decido ad andare dal medico, mi dice trattarsi di laringite acuta e mi da antibiotici. Dice di non preoccuparmi del chicco che è solo un linfonodo infiammato.
La cura ad antibiotici si prolunga circa 5 giorni. Scompare quasi del tutto la sensazione di bruciore all’ orecchio e resta ancora solo un leggero fastidio a deglutire e un lieve bruciore alla gola.
Il semino sulla laringe rimane lì.
Torno allora dal dottore e dice di proseguire allora con gli antibiotici altri 4 giorni.
Finiti i 4 giorni in più di antibiotici scompare in effetti del tutto il bruciore all’orecchio a anche quello alla laringe, me il semino resta ancora lì e un lieve fastidio a deglutire c’ è ancora.
Torno dunque ieri dal dottore e mi dice ancora di non preoccuparmi, di smettere pure con gli antibiotici, di preoccuparmi solo di stare lontano da ventilatori o aria condizionata e che anche quest’ ultimo sintomo se ne andrà presto e sparirà anche il semino.
Oggi oltre a sentirlo ancora, comincio a sentire anche un bruciore sotto l’ ascella sinistra, che col passare delle ore, mi sembra stia anche crescendo.
Ora come ora, non mi sembra di toccare un linfonodo ingrossato sotto.

In tutto questo, come detto, sono già stato 3 volte dal dottore in 20 giorni (e sono uno che dal dottore di norma non va mai). Ieri ho chiesto se poteva almeno prescrivermi una laringoscopia, ma non ha assolutamente voluto, perché per lui non ho niente e non devo preoccuparmi, ma solo evitare le correnti fredde.
Chiarisco che la visita si è sempre limitata all' esplorazione del cavo orale con una paletta tipo quella del ghiacciolo e una pila.
Intanto io dopo venti giorni ho ancora il mio lieve fastidio a deglutire e da oggi pure un dolore all’ ascella (che sia correlato o meno, o che sia una coincidenza comunque anche questo è a sinistra).

Siccome, non sono mai stato un paranoico, volevo capire se lo sono diventato di colpo, e se ho torto o ragione a pensare che forse qualche analisi sarebbe il caso di farla a sto punto. Ripeto, sono il primo a dire che il fastidio a degluitre è lieve, però intanto è circa 20 giorni che insiste.


Grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non sei assolutamente paranoico! Hai perfettamente ragione e sarebbe utile una visita specialistica otorinolaringoiatrica quanto prima. Il processo infiammatorio che prendiamo in considerazione ha una certa importanza si' da interessare poiu' distretti linfonodali. Niente di grave, s'intende, ma è doveroso agire quanto prima! Mi farà piacere ricevere notizie dopo la visita.
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
e grazie mille della risposta.

Ho già fissato una visita laringoiatrica per il 12 di questo mese, era il primo giorno diponibile non a pagamento.
"Obbligherò" il mio dottore a farmi l' impegnativa che lo voglia o no!!!
Le farò senz' altro sapere.
(Peraltro, sarò sincero, lo dico toccando ferro: questo pomeriggio il "fastidio" alla laringe è realmente molto molto lieve...meglio così.)

Solo una domanda, intanto: con i dati che ho potuto fornirle fino a qui, lei mi ha scritto: "Niente di grave, s' intende": è nel senso che le sembra già di potere escludere cause "importanti" dell' importante infezione o nel senso di: aspettiamo tranquillamente il 12 che tanto prima è inutile fare supposizioni?

Nel caso possa essere di rilievo, le scrivo un dato in più: ho 34 anni.
Sottolineo poi ancora che, ad oggi, a parte i due lievi sintomi sopra citati (lieve fastidio a deglutire, e da poche ore lieve bruciore ascella) non ho realmente altri sintomi di rilievo da comunicare.

Buona giornata.
(le prometto che non le rompo più le scatole fino al 12.)

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Confermo di pensare che non si tratti di una patologia seria ma solo di un processo infiammatorio acuto. Mi puoi sempre contattare per le delucidazioni del caso: comunque, dobbiamo aspettare necessariamente la visita programmata poichè è fondamentale, nel tuo caso, un esame clinico. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Ancora grazie dottore.

Scrivo alcune cose qua sotto, non perchè mi debba necessariamente rispondere, ma per aggiornare sui fatti chi si trovi a leggere questo intervento, perchè ci sono delle novità, in realtà non so quanto pertinenti, ma credetemi, assolutamente vere e comunque singolari.

Allora:
sintomi della laringite: ormai del tutto inesistenti. (Fermo restando che andrò comunque il 12 a fare la laringoscopia).
Dolore sotto l' ascella: ancora molto lieve.
Chiarisco in tal senso che non sembrerebbe dipendere da un linfonodo ingrossato. Alla palpazione io non sento veramente nulla. In realtà sembrerebbe che il dolore derivi semplicemente da una costola lì sotto, perchè se schiaccio fa male, ma è un osso, non sento un linfonodo.
Le novità di oggi però sono (veramente, so che potrei passare per un incredibile ipocondriaco, ma davvero, normalmente io sto quasi sempre bene, non ho nemmeno mai scritto su questi siti, in questo caso sto solo scrivendo la verità):
dolore alla clavicola sx (nella parte più vicina al torace) nel fare certi movimenti, leggere e sporadicissime scosse alla mano (SX), indolenzimento braccio sx e gamba sx!!!
Ok, ancora tutti sintomi abbastanza lievi, probabilmente non pertinenti al problema precedente, e in questo caso anche molto sporadici nel complesso (riferito alle scossette alla mano)...ma mi chiedo: ma che è 'sto indebolimento complessivo di tutta la mia metà sinistra? E ripeto, questi mi sembrano sintomi da cervicale (per ciò che so io della cervicale) e probabilmente non c'entrano nulla, ma dico: sempre lì? Sempre a sinistra? Prima sta strana laringite cronica, ora sti sintomi mai sentiti prima in vita mia sempre lì a sinistra!
Oh, sarò in un periodo sfortunato...comunque anche sentire sti brevi pizzicorii alla mano ogni tanto non è molto bello...mah...

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per cio' che descrivi e che non ha attinenza con la patologia di prima, sarebbe utile che ti facessi visitare dal tuo medico di Famiglia: dare un parere basandomi solo su quanto descrivi, credimi, è impossibile. Attendo notizie
Dr. Raffaello Brunori