Utente
Salve gentilissimi dottori,
è da circa 3,4 giorni che esclusivamente quando deglutisco avverto questo sapore sgradevole in bocca, amaro, non acido. Se dovessi paragonarlo a qualcosa mi fa pensare all'acqua dei fiori sporca.

Lo avverto ("soffiando dal naso") esclusivamente quando deglutisco un bolo di cibo..o comunque della saliva ma con abbastanza forza.. E comunque non proprio tutte le volte che deglutisco mi capita.

Per il resto.. non ho mal di gola, nè raffreddore, nè tosse.
Da cosa potrebbe essere causato questo cattivo sapore?

Grazie , buon lavoro!

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
oltre ad un esame ispettivo del cavo orale da parte del suo curante,

vorrei invitarla a prendere in considerazione l'ipotesi di un reflusso gastroesofageo (alcalino=bile=amaro).

Ne parli con il curante.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Carissimo dottore, grazie della risposta..! Mi è tornato in mente una cosa; mi è capitato in passato di sputare fuori delle palline di un mm, o massimo due, bianche.. ho scoperto che si trattava di tonsilloliti.
Gli eventi sono davvero sporadici, mi capita una volta ogni 5/6 mesi, per dire.. Tutte le volte che mi sono ritrovata queste palline non le avevo mai avvertite prima , nè come fastidio (perchè forse piccolissime) nè per altri disagi o cattivi sapori in bocca..

Secondo lei può essere possibile che io, deglutendo, le "strizzi" o comunque le solleciti in qualche modo e quindi avverta il sapore sgradevole caratteristico esclusivamente quando deglutisco con forza, come le dicevo?

Per quanto riguarda il reflusso di solito è caratterizzato da una certa secrezione (ad es. come quando viene in sù l'acidità dallo stomaco)?
Perchè io avverto davvero solamente il "sapore fantasma", però nessuna sostanza..

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente sì, è possibile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Ok.. Seguirò comunque sia certamente il suo consiglio di recarmi dal medico, per tranquillità.

grazie ancora

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Carissimo dottore salve!
Da circa una settimana oltre a quello sgradevole sapore si è aggiunta una fastidiosa sensazione di avere qualcosa fisso in gola, deglutisco deglutisco ma rimane sempre lì. Mi sono vista nella faringe 4 bolle rosa-rosse , una grande e tre un po' più piccole.

Sono stata dalla dottoressa, mi ha dato un'occhiata e mi ha detto che si tratta di faringite.. Sto prendendo bornilene spray, ma la cosa non migliora per niente, anzi!

Ho visto che le faringiti possono essere di origine batterica o virale.. ma mi chiedevo com'è che non ho altri sintomi delle classiche faringiti, come muco, tosse, raffreddore ..febbre.. ma solo un leggero dolore alla zona (che forse alla fine ho irritato io a forse di deglutire) ..?

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
il reflusso (di qualunque tipo sia (alcalino od acido) può "irritare" il faringe.

Il mio consiglio è di verificare con il suo curante l'utilità di terapia medica antireflusso (PPI e procinetici) e magari di certificare la situazione con una gastroscopia.

Resto a sua disposizione.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio...
Io non soffro normalmente di acidità di stomaco, nè di reflusso .. è possibile che avvenga il reflusso senza che sia particolarmente fastidioso, o che addirittura non si avverta proprio?

La dott. mi ha giustificato il cattivo sapore che sentivo come prodotto della "battaglia" che sta avvenendo a livello della faringe.

Ma non passa... ormai sono 3 settimane che ho questa serie di disturbi.. una faringite di origine batt. o virale che sia se ne sarebbe dovuta andare, giusto?

adesso il cattivo sapore non si sente più, però le bolle ci sono e ho sempre questa sensazione di avere qualcosa in gola, però non mi fanno male stranamente.. nè ho mal di gola. Però è molto molto fastidioso, questo sì..

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Quale "battaglia" ?!

Lei dice,
<<ormai sono 3 settimane che ho questa serie di disturbi.. una faringite di origine batt. o virale che sia se ne sarebbe dovuta andare, giusto?>>

La risposta è si, ha ragione.


La sensazione di bolo ("nodo in gola") che le rimane
<<ho sempre questa sensazione di avere qualcosa in gola, però non mi fanno male>> credo di poterla addebitare ad un fatto psicosomatico.

Se i suoi sintomi digestivi continuassero a tormentarla,
in considerazione di quanto detto nelle repliche precedenti,
le consiglierei una visita gastroenterologica.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Carissimo dottore salve,

Ho eseguito il tampone per la mia faringite il quale è risultato negativo (presenza solo di batteri commensali). Ho fatto comunque un ciclo di amoxicillina , per sicurezza, ma senza rislutati.

Ho contattato un otorinolaringoiatra il quale, ha confermato la faringite, e mi ha fatto una laringoscopia. Ha trovato la zona arrossata e quindi ipotizza che all'origine della mia faringite ci sia un reflusso.

Adesso ho iniziato la cura per il reflusso:
1cp di esomeprazolo a digiuno e una la sera prima di dormire.
un cucchiaio di gaviscon dopo pranzo e uno la sera (dopo la cp di esomeprazolo) prima di andare a letto.
Sò che ci vuole molto tempo prima di vedere i risultati (l'orl mi ha detto almeno un mesetto), sono curiosa di sapere se era proprio questo.

Quando le dissi che la dott mi aveva giustificato il sapore cattivo come "battaglia" (ancora non avevo fatto il tampone) credo si riferisse all'essudato che di solito c'è nelle faringiti batteriche.

Devo anche dire di avere un dente in un bruttissimo stato, devitalizzato da 10 anni, ma già compromesso da allora, tutto cariato. Lo toglierò tra 3 settimane. L'orl mi ha consigliato di fare una lastra proprio a quel dente per vedere se c'era un granuloma, ma niente. Il dente è comunque messo malino.


I sintomi che permangono sono le escrescenze nella faringe, e alla base della lingua , e questo cattivo sapore quando deglutisco (ogni tanto). La sensazione di fastidio, di bolo, è passata.

Quindi mi è stato detto che la faringite potrebbe essere causata dal reflusso (ora vedremo) e il cattivo sapore dal dente invece.
A me sembra strano che questi due differenti "problemi" abbiano iniziato a manifestarsi esattamente insieme (senza che nessun dei due abbia prima dato segni di fastidio). Ho avuto fin dall'inizio la sensazione che la causa di questi sintomi fosse una sola, proprio perchè sono iniziati esattamente insieme.
Non so se sono riuscita a spiegarmi bene...

E' veramente così comune la presenza di un reflusso tanto invasivo da causare una faringite, senza che il paziente abbia mai avuto dei grandi disagi, a parte qualche bruciore saltuario di stomaco? Cosa ne pensa?

Mi scuso per il poema, grazie ancora per la sua disponibilità


[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
E' possibile.

E' sicuramente utile documentare le condizioni anatomiche favorenti il reflusso, come le dicevo, con una gastroscopia.

(ho cercato di essere io conciso, visto che ritengo ancora valide tutte le mie riflessioni espresse nelle mie precedenti repliche)

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Grazie. Adesso proseguo con la cura per il reflusso (sono appena al secondo giorno),
Comunque capisco bene il suo consiglio , curare i sintomi del reflusso senza capire cosa l'ha causato ha poco senso..ne parlerò all orl della gastroscopia.

A proposito della prima risposta che Lei mi dette, mi ha incuriosito il discorso del sapore amaro causato ipoteticamente da un reflusso alcalino. Il che farebbe pensare alla famosa "unica causa" dei due sintomi (faringite e saporaccio). Non capisco perchè non me ne abbiano parlato i due doc, imputandomi invece sempre questo dente.

E poi io ho l'impressione che venga da "giù" il saporaccio, cioè quando deglutisco "forte" lo sento, invece succhiando, anche con forza, nella zona di quel dente, no (ha presente come quando uno ha un ascesso gengivale e forzando la suzione in quel punto si senta il sapore caratteristico?, ecco).
Se veramente questo sapore venisse fuori dal dente così facilmente e abbastanza frequentemente, facendo una suzione forzata dovrebbe essere semplice avvertirlo, no?

La terrò aggiornato se non le dispiace, grazie ancora..!

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non mi dispiace.

Salutoni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Caro dottore buon pomeriggio!
le scrivo per riportarle gli aggiornamenti
Martedì scorso ho tolto il dente , ma continuo a sentire quel saporaccio.
Sto portando avanti la cura per il reflusso senza risultati ancora, oggi è un mese che sto prendendo gaviscon ed esomeprazolo.

La faringite "asintomatica" è sempre lì : (le 4 bollicine nella gola ed una grande due più piccole, alla base della lingua) e ultimamente a tutto ciò si è aggiunto un prurito mooolto fastidioso alla gola , che mi costringe a fare della tosse stizzosa ogni tanto..

Oggi andrò dalla dottoressa per informarla sulla situazione...le farò sapere cosa mi dice

un saluto

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Saluti a lei.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
Carissimo dott Quatraro,

ho prenotato una gastroscopia, che farò il 17 Settembre.

Dopo un mesetto di gaviscon e nexium, (non vedendo molti miglioramenti) la mia dott. di base mi ha consigliato di interrompere - anche se mi era stato detto dall'orl di proseguirla per più di un mese!-. Le ho parlato del reflusso biliare, mi ha prescritto sucralfin (saprebbe spiegarmi lei in cosa consiste? dovrebbe tamponare la bile?) .

Sto assumendo sucralfin ma il saporaccio c'è sempre, accuso a volte dei bruciori di stomaco ultimamente, credo che sia stato un errore interrompere con il nexium ed il gaviscon.. Almeno il bruciore non lo avevo prima.

La faringite ( tre bollicine) c'è sempre, ma non ho attualmente grandi fastidi a livello della gola .. questo saporaccio però è costante, mi è capitato a giorni di non sentirlo, ma poi si ripresenta. Spero che la gastroscopia possa far luce..

cordiali saluti

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non manca molto ...
... non ci resta che attendere!

Distinti saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente
Carissimo dott. Quatraro buon pomeriggio! Lunedì mattina ho eseguito la gastroscopia (esofagogastroduodenoscopia)...le riporto il referto:

Esofago regolare per calibro, distensibilità e superficie mucosa con cardias competente e giunzione squamo.colonnare regolare a 38 cm all' A.D.S.
Lago mucoso frammisto a bile.
Ben distensibili le pareti gastriche con disegno plicare regolare.
All'antro strie di iperemia della mucosa con erosioni superficiali prevalentemente lungo la grande curvatura; si effettuano biopsie.
Regolare peristalsi antro-pilorico secondaria.
Piloro elastico.
Normali D1 e D2.
Normale la regione sottocardiale , e esplorata in retrovisione.
Dubbi i test per la ricerca di HP. all'antro ed al corpo fondo
Non complicanze al termine del test.

Conclusioni: Gastropatia erosiva antrale, in attesa di conferma istologica.

Consigli eventuali: per 4 sett. pantoprazolo 40mg; 1 cpr la mattina a digiuno.

Prima dell esame ho avuto modo di parlare col dott. dei miei sintomi e delle precedenti visite ( laringoscopia dall' orl e tampone).
Mi ha subito parlato della possibilità di una sinusite.

Al termine dell'esame ero un po' rintontita a causa della sedazione, (e ridacchiavo anche eheh ), il dott. ha parlato con mia madre al termine dell'esame, a quanto mi sembra d'aver capito le lievi patologie riscontrate (gastrite e lago mucoso) non sembrano giustificare il mio saporaccio... le ha detto quindi di spostare l'attenzione sulla possibile sinusite...


All'orl feci presente anche il fatto che spesso la mattina mi sveglio col naso tappato (non c'è muco però), e anche a volte raramente sento il naso non libero, anche se non ho raffreddore, Lui alla visita riscontrò una deviazione nasale, non molto grave,ma non mi parlò della sinusite.

Ah! questa mattina ho chiamato per sapere l'esito dell'esame istologico, è negativo all' HP.
Il saporaccio mi fa ancora compagnia, a volte lo sento di più a volte di meno, va e viene insomma.. nell'arco di una giornata almeno 3 - 4 volte mi capita di sentirlo (lassi brevi, non è prolungata la sensazione)

Le vorrei chiedere: dalla laringoscopia (dal naso) che feci dall'orl si sarebbe evidenziata una sinusite (anche lieve) ? Quali esami sarebbe opportuno fare adesso?

Grazie ancora della sua disponibilità, un cordiale saluto

[#19]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La diagnosi di una sinusopatia si basa sulla dimostrazione clinica della comparsa di dolore nella zona corrispondente ai seni paranasali.

La diagnostica strumentale si avvale di:
- Radiografia tradizionale,
- Endoscopia nasale,
- Tomografia computerizzata (TC).

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#20] dopo  
Utente

Ok, la ringrazio ...

Non ho mai avuto dolori all'altezza dei seni paranasali, vedrò se sarà il caso di approfondire le ricerche in questo senso.
Grazie per la sua disponibilità e gentilezza

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it